Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
ARONA - Le foto storiche di “sei di Arona se…” in biblioteca

La biblioteca civica di Arona ospiterà fino a  fine anno una raccolta delle fotografie storiche di scorci di Arona raccolte dal gruppo “Sei di Arona se…” 
L’ assessore alla Cultura, Chiara Autunno interviene sottolineando: “Ospitiamo la mostra fotografica di “sei di Arona se” con grande piacere e nell’ottica che ci ha sempre guidati come motore trainante di vivere e far vivere la biblioteca come polo culturale cittadino. Questa piacevole iniziativa si aggiunge alle letture e laboratori per bambini, agli incontri con gli autori, ai gruppi di lettura e amplia l’offerta che cresce piano, piano e si rivolge ad un’utenza sempre attenta e interessata. Un grazie di cuore ai volontari del gruppo che hanno scelto di condividere le straordinarie immagini che avremo modo di apprezzare nelle prossime settimane “.

La raccolta di angoli della città, ma anche negozi e personaggi per permettere  non solo il ricordo di chi ha vissuto quei momenti, ma anche il “passaggio” alle generazioni che attraverso le fotografie possono conoscere questo passato.

Le fotografie, a rotazione, saranno esposte presso al sala lettura della biblioteca civica, accessibile durante i consueti orari di apertura.

L’ingresso è gratuito, ma è necessario indossare la mascherina ed essere in possesso della certificazione verde (green pass)

Per informazioni: biblioteca@comune.arona.no.it o telefonicamente allo 0322/44625.

Comune di Arona
Arona Biblioteca
ARONA - Le foto storiche di “sei di Arona se…” in biblioteca

La biblioteca civica di Arona ospiterà fino a fine anno una raccolta delle fotografie storiche di scorci di Arona raccolte dal gruppo “Sei di Arona se…”
L’ assessore alla Cultura, Chiara Autunno interviene sottolineando: “Ospitiamo la mostra fotografica di “sei di Arona se” con grande piacere e nell’ottica che ci ha sempre guidati come motore trainante di vivere e far vivere la biblioteca come polo culturale cittadino. Questa piacevole iniziativa si aggiunge alle letture e laboratori per bambini, agli incontri con gli autori, ai gruppi di lettura e amplia l’offerta che cresce piano, piano e si rivolge ad un’utenza sempre attenta e interessata. Un grazie di cuore ai volontari del gruppo che hanno scelto di condividere le straordinarie immagini che avremo modo di apprezzare nelle prossime settimane “.

La raccolta di angoli della città, ma anche negozi e personaggi per permettere non solo il ricordo di chi ha vissuto quei momenti, ma anche il “passaggio” alle generazioni che attraverso le fotografie possono conoscere questo passato.

Le fotografie, a rotazione, saranno esposte presso al sala lettura della biblioteca civica, accessibile durante i consueti orari di apertura.

L’ingresso è gratuito, ma è necessario indossare la mascherina ed essere in possesso della certificazione verde (green pass)

Per informazioni: biblioteca@comune.arona.no.it o telefonicamente allo 0322/44625.

Comune di Arona
Arona Biblioteca
... Vedi altroVedi di meno
Clicca e guarda "Presa Diretta” – Speciale “Exporisorgimento”
Presentata Exporisorgimento – Esposizione museale risorgimentale della Città di Novara e del suo territorio – Castello di Novara.
Per rimanere aggiornati seguiteci su Onda Novara TV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
Servizio di Emanuela Fortuna
#Exporisorgimento #CastellodiNovara #Risorgimento #GruppoStoricoRisorgimentale23marzo1849Novara #AssociazioneAmicidelParcodellaBattaglia
Castello di Novara Gruppo Storico Risorgimentale 23 MARZO 1849 - Novara
#PresaDiretta #OndaNovaraTV
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Settimana riduzione rifiuti

“Oggi più che mai, i temi legati all’ambiente e alla transizione ecologica sono oggetto di dibattiti internazionali finalizzati a promuovere azioni virtuose a tutela di quello che ci circonda e del nostro stesso futuro. Un segnale che deve partire da ciascuno di noi e, in modo particolare, dalle fasce dei più giovani”. L’assessore all’Ambiente del Comune di Novara Teresa Armienti annuncia così il programma della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) che  ha l’obiettivo  primario di sensibilizzare le istituzioni, i consumatori  circa le strategie e le politiche di prevenzione  dei rifiuti  messe in  atto dall’Unione  Europea e che tutti gli Stati membri  devono perseguire.

La tredicesima edizione si svolgerà dal 20  al 28  novembre 2021; tema centrale le Comunità circolari, la responsabilità condivisa e la collaborazione per  evitare l’eccessiva produzione di rifiuti, una delle maggiori  minacce per il pianeta.

“Il tema della Serr – aggiunge l’assessore all’Istruzione Giulia Negri – è stato condiviso con le istituzioni scolastiche e con gli alunni più piccoli (dalla materna alle medie) perché è proprio il mondo della scuola che per primo promuove le giovani generazioni a prendersi cura dell’ambiente, sensibilizzando sui temi che ne derivano, a partire dal riciclo di materiali di uso comune alla cura di orti e verde scolastico alle buone pratiche per la raccolta differenziata”.

Dal lavoro svolto nelle scuole, è derivato un  manifesto che raccoglie le buone pratiche di 26 istituti della città che raccontano altrettanti gesti d’attenzione e rispetto per l’ambiente. 

Il progetto è stato condiviso con il Consorzio di Bacino del Basso Novarese e con ASSA:  il loro contributo  ha consentito  di realizzare  il materiale  illustrativo e il dono di un libro ad ognuna delle scuole  che hanno partecipato alla SERR 2021.
Hanno collaborato anche il Centro per le famiglie del Comune di Novara e la Falegnameria “Fadabrav”. 

Nell’ambito della Serr, Assa promuove due iniziative:

1) L’esposizione della statua ecologica tributo a Nini Udovicich

Dal 20 al 28 novembre, per tutta la durata della Settimana Europea Riduzione Rifiuti, sarà esposta nel cortile del Broletto la statua di Nini Udovicich, interamente costruita con legno e plastica riciclati e materiali da recupero. Nata dalla sinergia tra Assa e l’artista novarese Cosimo Bertone, la statua coniuga in sé il messaggio innovativo di “economia circolare” con quello della tradizione e della novaresità di cui il grande Udovicich è simbolo indiscusso.

2) Evento di scambio
Un momento di “scambio” gratuito tra privati di oggetti ancora in buono stato e funzionanti.
L’appuntamento è previsto, in Via Sforzesca, sabato 27 novembre dalle 10 alle 17 e sono invitati a partecipare tutti i cittadini residenti a Novara.
Sono ammesse anche le associazioni benefiche che a fine giornata potranno ritirare eventuali oggetti materiali non oggetto di scambio per destinarli poi a persone disagiate dando un risvolto, anche, sociale all’iniziativa.
Sono ammessi allo scambio solo giochi, abiti (puliti e piegati), libri e fumetti, apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccole e medie dimensioni come tablet, caricatori, frullatori e suppellettili di casa di piccole dimensioni (porta vasi, posacenere, statuine decorative…). Tutti materiali dovranno essere puliti, ordinati e funzionanti.
In Via Sforzesca, in uno spazio adiacente al centro di raccolta “Isola ecologica”, verranno allestiti i banchi di scambio per tipologia di prodotto, delle mini isole del riuso, dove ogni partecipante poserà il proprio bene e potrà prendere in cambio un altro oggetto.
Ogni partecipante potrà portare per lo scambio uno o più oggetti e portare a casa quello che più gli piace e gli serve.
Lo scopo dell’iniziativa è di promuovere nuovi comportamenti e nuove abitudini di consumo, incoraggiando sia il riutilizzo sia una maggiore consapevolezza ambientale.

Comune di NovaraImage attachmentImage attachment
NOVARA - Settimana riduzione rifiuti

“Oggi più che mai, i temi legati all’ambiente e alla transizione ecologica sono oggetto di dibattiti internazionali finalizzati a promuovere azioni virtuose a tutela di quello che ci circonda e del nostro stesso futuro. Un segnale che deve partire da ciascuno di noi e, in modo particolare, dalle fasce dei più giovani”. L’assessore all’Ambiente del Comune di Novara Teresa Armienti annuncia così il programma della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) che ha l’obiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni, i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea e che tutti gli Stati membri devono perseguire.

La tredicesima edizione si svolgerà dal 20 al 28 novembre 2021; tema centrale le Comunità circolari, la responsabilità condivisa e la collaborazione per evitare l’eccessiva produzione di rifiuti, una delle maggiori minacce per il pianeta.

“Il tema della Serr – aggiunge l’assessore all’Istruzione Giulia Negri – è stato condiviso con le istituzioni scolastiche e con gli alunni più piccoli (dalla materna alle medie) perché è proprio il mondo della scuola che per primo promuove le giovani generazioni a prendersi cura dell’ambiente, sensibilizzando sui temi che ne derivano, a partire dal riciclo di materiali di uso comune alla cura di orti e verde scolastico alle buone pratiche per la raccolta differenziata”.

Dal lavoro svolto nelle scuole, è derivato un manifesto che raccoglie le buone pratiche di 26 istituti della città che raccontano altrettanti gesti d’attenzione e rispetto per l’ambiente.

Il progetto è stato condiviso con il Consorzio di Bacino del Basso Novarese e con ASSA: il loro contributo ha consentito di realizzare il materiale illustrativo e il dono di un libro ad ognuna delle scuole che hanno partecipato alla SERR 2021.
Hanno collaborato anche il Centro per le famiglie del Comune di Novara e la Falegnameria “Fadabrav”.

Nell’ambito della Serr, Assa promuove due iniziative:

1) L’esposizione della statua ecologica tributo a Nini Udovicich

Dal 20 al 28 novembre, per tutta la durata della Settimana Europea Riduzione Rifiuti, sarà esposta nel cortile del Broletto la statua di Nini Udovicich, interamente costruita con legno e plastica riciclati e materiali da recupero. Nata dalla sinergia tra Assa e l’artista novarese Cosimo Bertone, la statua coniuga in sé il messaggio innovativo di “economia circolare” con quello della tradizione e della novaresità di cui il grande Udovicich è simbolo indiscusso.

2) Evento di scambio
Un momento di “scambio” gratuito tra privati di oggetti ancora in buono stato e funzionanti.
L’appuntamento è previsto, in Via Sforzesca, sabato 27 novembre dalle 10 alle 17 e sono invitati a partecipare tutti i cittadini residenti a Novara.
Sono ammesse anche le associazioni benefiche che a fine giornata potranno ritirare eventuali oggetti materiali non oggetto di scambio per destinarli poi a persone disagiate dando un risvolto, anche, sociale all’iniziativa.
Sono ammessi allo scambio solo giochi, abiti (puliti e piegati), libri e fumetti, apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccole e medie dimensioni come tablet, caricatori, frullatori e suppellettili di casa di piccole dimensioni (porta vasi, posacenere, statuine decorative…). Tutti materiali dovranno essere puliti, ordinati e funzionanti.
In Via Sforzesca, in uno spazio adiacente al centro di raccolta “Isola ecologica”, verranno allestiti i banchi di scambio per tipologia di prodotto, delle mini isole del riuso, dove ogni partecipante poserà il proprio bene e potrà prendere in cambio un altro oggetto.
Ogni partecipante potrà portare per lo scambio uno o più oggetti e portare a casa quello che più gli piace e gli serve.
Lo scopo dell’iniziativa è di promuovere nuovi comportamenti e nuove abitudini di consumo, incoraggiando sia il riutilizzo sia una maggiore consapevolezza ambientale.

Comune di Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Festival Scrittori&giovani

Scrittori&giovani, il festival letterario di Novara e provincia, torna nel 2021, per la tredicesima edizione, con nuovi incontri e nuove occasioni di cultura. La formula della rassegna resta quella apprezzata nelle passate dodici edizioni in cui sono stati ospitati Pennac, Grossman, Sepúlveda, Adonis, Falcones, Giordano, Magris, Vassalli e molti altri scrittori, che anche quest’anno incontrano i giovani dentro e fuori le loro scuole, sempre con un’apertura al pubblico adulto, con risvolti anche sociali.
Scrittori&giovani coinvolge attivamente gli studenti, che leggono i libri degli autori prima di incontrarli grazie a una larga distribuzione di copie omaggio, l’elemento di maggiore originalità del festival.
L’obiettivo è sempre diffondere il piacere e l’interesse della lettura, mai scontato in un’epoca tanto visuale e tecnologica quanto distratta come la nostra, con un valore aggiunto: avere l’opportunità di trovarsi faccia a faccia con personalità letterarie, anche internazionali. L’iniziativa, sostenuta fin dalla prima edizione dalla Regione Piemonte e da istituzioni come Comune di Novara e Fondazione CRT, in collaborazione con la Biblioteca Civica Carlo Negroni , Interlinea e altri enti del territorio, rende la pianura di Novara e le sponde dei due laghi, Maggiore e Orta, un terreno fertile per le parole seminate da cultura, letteratura ed editoria. Il tema 2021 del festival, “il cammino”, è stato scelto, oltre che per ricordare il 700° anniversario di Dante Alighieri e del suo cammino nella Divina Commedia, anche perché è un vero e proprio cammino quello intrapreso da tutti per uscire dall’emergenza della pandemia. Quale modo migliore di farlo se non attraverso il confronto e la lettura di storie e racconti che
hanno per oggetto esperienze di vita vissuta, in un continuo dialogo fra il nostro presente e un passato che non sembra poi così remoto. Scrittori&giovani è un progetto del Centro Novarese di Studi Letterari e offre incontri nelle classi, in presenza e on line, con eventi pomeridiani e serali aperti alla cittadinanza, spettacoli, musica e laboratori social, entrando in carcere e in ospedale con i libri.
Scrittori&Giovani NovaraImage attachment
NOVARA - Festival Scrittori&giovani

Scrittori&giovani, il festival letterario di Novara e provincia, torna nel 2021, per la tredicesima edizione, con nuovi incontri e nuove occasioni di cultura. La formula della rassegna resta quella apprezzata nelle passate dodici edizioni in cui sono stati ospitati Pennac, Grossman, Sepúlveda, Adonis, Falcones, Giordano, Magris, Vassalli e molti altri scrittori, che anche quest’anno incontrano i giovani dentro e fuori le loro scuole, sempre con un’apertura al pubblico adulto, con risvolti anche sociali.
Scrittori&giovani coinvolge attivamente gli studenti, che leggono i libri degli autori prima di incontrarli grazie a una larga distribuzione di copie omaggio, l’elemento di maggiore originalità del festival.
L’obiettivo è sempre diffondere il piacere e l’interesse della lettura, mai scontato in un’epoca tanto visuale e tecnologica quanto distratta come la nostra, con un valore aggiunto: avere l’opportunità di trovarsi faccia a faccia con personalità letterarie, anche internazionali. L’iniziativa, sostenuta fin dalla prima edizione dalla Regione Piemonte e da istituzioni come Comune di Novara e Fondazione CRT, in collaborazione con la Biblioteca Civica Carlo Negroni , Interlinea e altri enti del territorio, rende la pianura di Novara e le sponde dei due laghi, Maggiore e Orta, un terreno fertile per le parole seminate da cultura, letteratura ed editoria. Il tema 2021 del festival, “il cammino”, è stato scelto, oltre che per ricordare il 700° anniversario di Dante Alighieri e del suo cammino nella Divina Commedia, anche perché è un vero e proprio cammino quello intrapreso da tutti per uscire dall’emergenza della pandemia. Quale modo migliore di farlo se non attraverso il confronto e la lettura di storie e racconti che
hanno per oggetto esperienze di vita vissuta, in un continuo dialogo fra il nostro presente e un passato che non sembra poi così remoto. Scrittori&giovani è un progetto del Centro Novarese di Studi Letterari e offre incontri nelle classi, in presenza e on line, con eventi pomeridiani e serali aperti alla cittadinanza, spettacoli, musica e laboratori social, entrando in carcere e in ospedale con i libri.
Scrittori&Giovani Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Convegno Alzheimer

Tornano le Giornate Geriatriche Novaresi, giunte alla 20ma edizione: il tradizionale convegno dell’Associazione Malati Alzheimer di Novara ritorna in presenza, dopo due anni, all’Albergo Italia di Novara. L’evento è co-organizzato con l’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Novara.

Il congresso, diviso in due giornate, è rivolto la mattina di sabato 27 novembre principalmente ai familiari e ai caregiver delle persone affette da demenza e aperto agli operatori del Comparto sanitario e socio-assistenziale, compresi psicologi e assistenti sociali. Per iscriversi, si prega di mandare una mail ad amanovaraonlus@gmail.com oppure di telefonare al 377/1698513

La seconda giornata (sabato 4 dicembre sempre al mattino) è destinato in particolare ai medici sia generalisti che specialisti, ma è aperta anche alla cittadinanza in base alla disponibilità dei posti in sala. La mattinata dà diritto a 6 crediti ECM per medici. Per iscriversi, si prega di mandare una mail a: ordinemediciodontoiatrinovara@gmail.com oppure di telefonare allo 0321/410130. 

La capienza della sala è stabilita dalla normativa vigente al momento dell’iscrizione.
L’iscrizione al congresso è gratuita, ma obbligatoria per tutte e due le giornate.
Alzheimer Uniti Italia ONLUS
Ama Associazione Malati Alzheimer Novara ODV
NOVARA - Convegno Alzheimer

Tornano le Giornate Geriatriche Novaresi, giunte alla 20ma edizione: il tradizionale convegno dell’Associazione Malati Alzheimer di Novara ritorna in presenza, dopo due anni, all’Albergo Italia di Novara. L’evento è co-organizzato con l’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Novara.

Il congresso, diviso in due giornate, è rivolto la mattina di sabato 27 novembre principalmente ai familiari e ai caregiver delle persone affette da demenza e aperto agli operatori del Comparto sanitario e socio-assistenziale, compresi psicologi e assistenti sociali. Per iscriversi, si prega di mandare una mail ad amanovaraonlus@gmail.com oppure di telefonare al 377/1698513

La seconda giornata (sabato 4 dicembre sempre al mattino) è destinato in particolare ai medici sia generalisti che specialisti, ma è aperta anche alla cittadinanza in base alla disponibilità dei posti in sala. La mattinata dà diritto a 6 crediti ECM per medici. Per iscriversi, si prega di mandare una mail a: ordinemediciodontoiatrinovara@gmail.com oppure di telefonare allo 0321/410130.

La capienza della sala è stabilita dalla normativa vigente al momento dell’iscrizione.
L’iscrizione al congresso è gratuita, ma obbligatoria per tutte e due le giornate.
Alzheimer Uniti Italia ONLUS
Ama Associazione Malati Alzheimer Novara ODV
... Vedi altroVedi di meno
VERBANIA - Gli eventi di dicembre e di Natale 

Sarà un fine anno diverso questo 2021 rispetto all’anno scorso. In Italia e anche a Verbania, grazie alla campagna vaccinale che prosegue e che ha di molto attenuato le conseguenze della pandemia da Covid 19, ritorneranno eventi, iniziative, manifestazioni legate al Natale e non solo. Sarà quindi un fine anno ricco di appuntamenti: ne segnaliamo alcuni già programmati, ricordando che l’elenco completo sarà aggiornato e poi visibile sul sito specifico del Comune https://eventi.comune.verbania.it gestito dall’ufficio Turismo e riportato sui social media del Comune.

A Pallanza ritorna dal 4 dicembre la grande pista di pattinaggio su ghiaccio; inoltre la piattaforma sul lago avrà una sua rielaborazione natalizia a cui si aggiunge l’iniziativa “Una favola a Pallanza” (in collaborazione con i commercianti), che vedrà il lungo lago decorato con diverse istallazioni (anche da leggere per i più piccoli) a tema per la fiaba Lo Schiaccianoci. Vi sarà anche una postazione natalizia sul lungo lago per una simpatica foto/selfie ricordo con il lago e la piattaforma alle spalle. 

A Suna dall’8 dicembre farà ritorno lappuntamento con la mostra/concorso “Presepi A Suna”, evento promosso dal Quartiere Ovest con l’esposizione di decine di presepi da parte di privati e scuole allestiti nelle vie, giardini e cortili. La visita sarà abbinata al nuovo progetto dei muri dipinti di “Prospetti di Lago”. Inoltre, gli immancabili appuntamenti dei Sunalegar che animeranno anche la Vigilia di Natale.
 
A Intra si prolungherà in piazzale Flaim la presenza della ruota panoramica in versione natalizia. Ad affiancarla a poca distanza come ulteriore attrazione sul lungolago per il secondo anno ci sarà il ritorno della pista di pattinaggio su ghiaccio.
 
Nell’ambito degli eventi della stagione teatrale de Il Maggiore, al via in questi giorni (e visibili sul sito www.ilmaggioreverbania.it), ricordiamo il 12 dicembre il balletto “Lo Schiaccianoci” e il 23 dicembre il concerto imperdibile con il Virginia Union Gospel Choir.
 
Tra le manifestazioni sono previste il ritorno il 4 dicembre di “Red Passion Verbania” con la presenza di una serie di grandi vetture della Ferrari in Piazza San Vittore; l’8 dicembre il Comitato Cima di Intra con il “Natale in Piazza Cavour”, l’11 dicembre con “Rimettiamoci in gioco” al Parco Besozzi, i mercatini della Pro Loco a Intra il 20 e 21 novembre e 11 e 12 dicembre e il “Villaggio In fattoria” che animerà i week end presso la fattoria del Toce a Fondotoce.

E in campo musicale i quattro concerti dellAvvento proposti da Abendmusiken, il concerto di Natale del 19 dicembre del comitato pro Santa Marta e una serata di Cori organizzata dalla Pro Loco.
 
Ovviamente ci sarà spazio alle luminarie nelle varie frazioni, da Suna a Intra, da Pallanza a Trobaso, con il lavoro svolto delle associazioni e dai commercianti e con il sostegno economico dell’Amministrazione Comunale. Confermate le particolari illuminazioni che coinvolgeranno il “terzo” ponte a S.Anna, la colonna del Porto di Intra e la chiesetta dei S.S. Fabiano e Sebastiano.
 
“Ringraziamo – sottolineano il sindaco Silvia Marchionini e l’assessore al Commercio Giorgio Comoli – tutti quelli che si sono adoperati per costruire le iniziative in calendario: commercianti, associazioni, enti, operatori privati, gli uffici comunali del turismo e della cultura ecc. Come ogni anno abbiamo cercato di dare a tutti, come Amministrazione, il nostro supporto e contributo per far riuscire queste manifestazioni.”

Comune di Verbania
Il Maggiore Verbania
VERBANIA - Gli eventi di dicembre e di Natale

Sarà un fine anno diverso questo 2021 rispetto all’anno scorso. In Italia e anche a Verbania, grazie alla campagna vaccinale che prosegue e che ha di molto attenuato le conseguenze della pandemia da Covid 19, ritorneranno eventi, iniziative, manifestazioni legate al Natale e non solo. Sarà quindi un fine anno ricco di appuntamenti: ne segnaliamo alcuni già programmati, ricordando che l’elenco completo sarà aggiornato e poi visibile sul sito specifico del Comune gestito dall’ufficio Turismo e riportato sui social media del Comune.

A Pallanza ritorna dal 4 dicembre la grande pista di pattinaggio su ghiaccio; inoltre la piattaforma sul lago avrà una sua rielaborazione natalizia a cui si aggiunge l’iniziativa “Una favola a Pallanza” (in collaborazione con i commercianti), che vedrà il lungo lago decorato con diverse istallazioni (anche da leggere per i più piccoli) a tema per la fiaba "Lo Schiaccianoci". Vi sarà anche una postazione natalizia sul lungo lago per una simpatica foto/selfie ricordo con il lago e la piattaforma alle spalle.

A Suna dall’8 dicembre farà ritorno l'appuntamento con la mostra/concorso “Presepi A Suna”, evento promosso dal Quartiere Ovest con l’esposizione di decine di presepi da parte di privati e scuole allestiti nelle vie, giardini e cortili. La visita sarà abbinata al nuovo progetto dei muri dipinti di “Prospetti di Lago”. Inoltre, gli immancabili appuntamenti dei Sunalegar che animeranno anche la Vigilia di Natale.

A Intra si prolungherà in piazzale Flaim la presenza della ruota panoramica in versione natalizia. Ad affiancarla a poca distanza come ulteriore attrazione sul lungolago per il secondo anno ci sarà il ritorno della pista di pattinaggio su ghiaccio.

Nell’ambito degli eventi della stagione teatrale de Il Maggiore, al via in questi giorni (e visibili sul sito ), ricordiamo il 12 dicembre il balletto “Lo Schiaccianoci” e il 23 dicembre il concerto imperdibile con il Virginia Union Gospel Choir.

Tra le manifestazioni sono previste il ritorno il 4 dicembre di “Red Passion Verbania” con la presenza di una serie di grandi vetture della Ferrari in Piazza San Vittore; l’8 dicembre il Comitato Cima di Intra con il “Natale in Piazza Cavour”, l’11 dicembre con “Rimettiamoci in gioco” al Parco Besozzi, i mercatini della Pro Loco a Intra il 20 e 21 novembre e 11 e 12 dicembre e il “Villaggio In fattoria” che animerà i week end presso la fattoria del Toce a Fondotoce.

E in campo musicale i quattro concerti dell'Avvento proposti da Abendmusiken, il concerto di Natale del 19 dicembre del comitato pro Santa Marta e una serata di Cori organizzata dalla Pro Loco.

Ovviamente ci sarà spazio alle luminarie nelle varie frazioni, da Suna a Intra, da Pallanza a Trobaso, con il lavoro svolto delle associazioni e dai commercianti e con il sostegno economico dell’Amministrazione Comunale. Confermate le particolari illuminazioni che coinvolgeranno il “terzo” ponte a S.Anna, la colonna del Porto di Intra e la chiesetta dei S.S. Fabiano e Sebastiano.

“Ringraziamo – sottolineano il sindaco Silvia Marchionini e l’assessore al Commercio Giorgio Comoli – tutti quelli che si sono adoperati per costruire le iniziative in calendario: commercianti, associazioni, enti, operatori privati, gli uffici comunali del turismo e della cultura ecc. Come ogni anno abbiamo cercato di dare a tutti, come Amministrazione, il nostro supporto e contributo per far riuscire queste manifestazioni.”

Comune di Verbania
Il Maggiore Verbania
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Progetto “Palcoscenico”: cosi’ La Provincia Invita a Riflettere sul Dramma della Violenza Contro le Donne

<<I numerosi episodi di violenza nei confronti delle donne e i numerosi femminicidi che, negli ultimi giorni, si sono verificati a livello nazionale sono la dimostrazione che il percorso di tutela è ancora molto lungo e che la sensibilizzazione dell’opinione pubblica deve essere una costante da parte delle Istituzioni e della società civile e la Provincia di Novara sarà ancora, come sempre, in prima linea>>.

Il consigliere delegato alle Pari opportunità ELENA FOTI rimarca questo aspetto presentando il progetto “Palcoscenico” <<che il nostro servizio – sottolinea il consigliere – ha predisposto per dare un messaggio d’impatto in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il mezzo è quello del videoclip che è stato realizzato, con un contributo di 2.500 euro, con la collaborazione con il regista novarese Marco Paracchini e dell’associazione Ufaf onlus presieduta da Ketty Furlan>>.

Il video, che sarà diffuso attraverso i canali istituzionali dell’Ente nella giornata del 25 novembre, ha visto il regista al lavoro con lo staff formato dall’attrice e ballerina Letizia Guzzi, dall’aiuto regista Ludovica Renaldo, dall’operatore video Matteo Ardizzone, dalla fotografa Irene De Lucia e dalla truccatrice Letizia Pirola.

<<La clip – spiega il consigliere – è stata realizzata al teatro dell’Istituto salesiano “San Lorenzo” di Novara e racconta come la violenza nei confronti della donna si concretizzi attraverso numerose azioni che vincolano ogni sua libertà e il suo essere persona. Una ragazza è seduta, da sola, all’interno di un teatro, osservando il suo riflesso danzare sul palco, “Palcoscenico”, appunto. Un uomo si siede dietro di lei e comincia a metterle le mani sulle orecchie, sulla bocca, sul naso, sugli occhi: il messaggio è chiaro e forte, perché in questo modo viene descritta la serie di abusi, psicologici oltre che fisici, che la donna violata è costretta a subire. Non può “ascoltare” la bellezza della musica, ma anche le persone e le situazioni che potrebbero aiutarla. Non può “chiedere aiuto”. Non può “respirare” e quindi vivere. Non può “vedere” null’altro rispetto alla situazione in cui si trova. La donna vittima di violenza è un essere svuotato, non può “danzare” e nemmeno “immaginare” di poterlo fare>>.

Il consigliere ricorda inoltre che <<la Provincia promuove, come ogni anno, tutte le iniziative dedicate alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che ci sono state comunicate dai Comuni del nostro territorio>>.

In questi giorni, nel quadriportico di palazzo Natta, <<sarà esposta un’installazione, realizzata dagli artisti novaresi Fabrizio Molinario e Massimo Romani, sul tema della violenza contro le donne. Quest’opera è stata messa a disposizione della Provincia da Veronica Armani, titolare della galleria “Spazio Vivace”, che ringraziamo per la costante collaborazione con il nostro Ente. Si tratta di due sedie sulle quali sono sedute bambole con il volto celato. Come hanno spiegato gli artisti, le sedie rappresentano l’ambiente domestico nel quale avvengono i femminicidi: ne sono vittime donne invisibili perché non vengono ascoltate, che rimangono sole e chiuse nelle loro pareti domestiche, picchiate e uccise in maniera brutale. Donne che chiedono aiuto, ma senza che nessuno recepisca questo messaggio. Le bambole sedute, simbolo anche di una maternità negata, hanno il volto celato: come tutte le donne che subiscono violenze non si conoscono, se non dopo che hanno subito la violenza. Quest’anno circa sessanta donne hanno chiesto aiuto, ma non ce l’hanno fatta: per ricordarle i loro nomi sono stati scritti sul retro delle sedie>>.

Infine, alle 11 del 25 novembre, è stato inoltre convocato, in modalità online, l’incontro del Protocollo d’intesa contro le violenze. <<Nel corso della riunione – aggiunge a conclusione il consigliere - le Istituzioni e gli Enti aderenti al Protocollo avranno modo di confrontarsi e di fornire dati sulla situazione nel nostro territorio e aggiornamenti sugli interventi messi in atto per prevenire la violenza di genere>>. Il Protocollo è stato sottoscritto per la prima volta nel 2007. Ne fanno attualmente parte, oltre alla Provincia di Novara, la Prefettura, dalla Procura della Repubblica, dalla Questura, il Tribunale, il Comando del Gruppo provinciale Carabinieri, il Dipartimento Amministrazione penitenziaria-Ufficio esecuzione penale, l’associazione Cammino-Camera Nazionale Avvocati per la persona, le relazioni familiari e i minorenni, l’Ordine degli Avvocati, l’Ordine degli Psicologi, l’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità”, dall’Asl Novara, i Comuni di Novara, Arona, Cameri e Oleggio, il Ciss di Borgomanero, il Cisa Ovest Ticino, il Cisas Castelletto Ticino, il Consorzio Casa Gattinara, il Ciss Cusio e la consigliera di parità nella persona di Anna Colombo.

Provincia di Novara
... Vedi altroVedi di meno
Clicca e guarda - "Block Notes- Appunti in Onda".
Abbiamo parlato con Alessandra Salvini , direttore della Biblioteca civica Carlo Torelli di Arona e con Marco Nicolotti, responsabile della Biblioteca comunale di Galliate, delle biblioteche tra territorio, socialità e cultura.
Ha condotto in studio #EmanuelaFortuna
Per rimanere aggiornati seguiteci su Onda Novara TV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
#BlockNotesAppuntiinOnda
#AlessandraSalvini #MarcoNicolotti #BibliotecacivicaCarloTorellidiArona #BibliotecacomunalediGalliate #Arona #Galliate #biblioteca #lettura #cultura
#OndaNovaraTV
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - “Latte Per La Vita”: Progetto di Neon Odv con L’aou Di Novara

Neo-n Odv in collaborazione con il reparto di Terapia intensiva neonatale (diretto dalla dott.ssa Maria Pia Gallina) e il Servizio sociale professionale (di cui è responsabile la dott.ssa Patrizia Martinoli) dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara ha ideato il progetto Latte per la Vita.
L’iniziativa vuole essere un reale sostegno a tutte quelle famiglie che, avendo una grave indisponibilità economica e un neonato ricoverato con una situazione clinica particolare presso il reparto di Terapia intensiva neonatale dell’Aou, abbiano necessità di acquistare, all’atto delle dimissioni, per un determinato periodo di tempo, un latte in polvere con specifiche caratteristiche nutrizionali (il costo mensile può arrivare a 500 euro).
« Il panorama socio economico attuale post Covid purtroppo non è rassicurante – spiega la presidente di Neon Odv, Kosmè De Maria -  Inoltre, come purtroppo spesso accade, alcuni genitori, già in una situazione di evidente indigenza, si trovano a dover affrontare la nascita di un figlio prematuro o con patologie. Avere un figlio prematuro o con patologie è di per sé un’esperienza difficile da affrontare ed estremamente traumatizzante alla quale si aggiunge la necessità, una volta usciti dal reparto di affrontare, per alcuni bambini, un periodo più o meno lungo durante il quale dovranno essere nutriti con latti in polvere particolari dal costo molto elevato, che alcune famiglie non riescono facilmente a sostenere».
«Il nostro obiettivo riguarda il benessere della famiglia del neonato affinché possa sentirsi sicura e
tranquilla del fatto che il proprio figlio/a potrà essere nutrito nel modo migliore possibile qualora i
genitori siano nell’impossibilità ad acquistare un latte speciale – aggiunge De Maria -  Neo-n Odv si occuperà di acquistare, per ogni famiglia segnalata dal reparto di Terapia intensiva neonatale e poi selezionata dal Servizio sociale professionale una fornitura completa di latte in polvere fino a quando cesserà l’indicazione medica e/o sociale».
Per l’accesso alla fornitura del latte si stabilisce un valore dell’indicatore Isee, non preclusivo, pari o inferiore ai 10.000 euro; non è previsto un limite temporale.
Afferma la dott.ssa Rita Gallina, direttore della Struttura Terapia intensiva neonatale e pediatrica dell’Aou di Novara: «Attiva da diversi anni l’associazione ha rappresentato un importante sostegno per il reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica e per le  famiglie dei piccoli ricoverati in reparto.
Il supporto non è stato solo di carattere  economico ma  soprattutto di carattere psicologico “fra pari”, essendo NEO-N una associazione di genitori, e si è concretizzato con numerose iniziative tra cui la presenza di una psicopedagogista in reparto e l’attività in presenza, dopo un congruo periodo di formazione,  dei volontari NEO-N, fatto questo innovativo per i reparti di TIN.
Il ciclone covid ha interrotto la presenza diretta dei volontari, molto apprezzata dalle famiglie e dal personale sanitario, tuttavia l’attività dell’associazione è proseguita con l’acquisto di materiale importante per il miglioramento qualitativo dell’assistenza ai piccoli pretermine.
Oggetto delle più recenti donazioni è stato un apparecchio per il monitoraggio transcutaneo della PO2 e PCO2; si tratta di uno strumento sofisticato che consente di monitorare la funzione respiratoria del piccolo paziente con elettrodi posizionati sulla cute, consentendo una riduzione dell’invasività del monitoraggio nei pazienti più gravi e compromessi.
Oltre al monitor transcutaneo sono state donate due sonde ecografiche compatibili con l’ecografo di ultima generazione presente in reparto e dedicato all’ecocardiografia: una sonda microconvex  per lo studio dell’encefalo ed una sonda “Hockey stick”, lineare di piccole dimensioni, utilissima per l’incannulamento dei vasi e per lo studio del polmone dei gravi pretermine.
Ora ecco il progetto “Latte per la vita”, di estremo rilievo ed innovativo nell’ambito delle iniziative delle onlus dedicate ai reparti di Terapia Intensiva Neonatale».
«Apprezziamo grandemente – dichiara il dott. Gianfranco Zulian, direttore generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara – l’iniziativa di Neo-n che va a soddisfare un’esigenza molto sentita, quella di affiancare le famiglie che più hanno necessità di essere aiutate».

Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità
Neo-N Neonati a Rischio Novara ODVImage attachment
NOVARA - “Latte Per La Vita”: Progetto di Neon Odv con L’aou Di Novara

Neo-n Odv in collaborazione con il reparto di Terapia intensiva neonatale (diretto dalla dott.ssa Maria Pia Gallina) e il Servizio sociale professionale (di cui è responsabile la dott.ssa Patrizia Martinoli) dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara ha ideato il progetto Latte per la Vita.
L’iniziativa vuole essere un reale sostegno a tutte quelle famiglie che, avendo una grave indisponibilità economica e un neonato ricoverato con una situazione clinica particolare presso il reparto di Terapia intensiva neonatale dell’Aou, abbiano necessità di acquistare, all’atto delle dimissioni, per un determinato periodo di tempo, un latte in polvere con specifiche caratteristiche nutrizionali (il costo mensile può arrivare a 500 euro).
« Il panorama socio economico attuale post Covid purtroppo non è rassicurante – spiega la presidente di Neon Odv, Kosmè De Maria - Inoltre, come purtroppo spesso accade, alcuni genitori, già in una situazione di evidente indigenza, si trovano a dover affrontare la nascita di un figlio prematuro o con patologie. Avere un figlio prematuro o con patologie è di per sé un’esperienza difficile da affrontare ed estremamente traumatizzante alla quale si aggiunge la necessità, una volta usciti dal reparto di affrontare, per alcuni bambini, un periodo più o meno lungo durante il quale dovranno essere nutriti con latti in polvere particolari dal costo molto elevato, che alcune famiglie non riescono facilmente a sostenere».
«Il nostro obiettivo riguarda il benessere della famiglia del neonato affinché possa sentirsi sicura e
tranquilla del fatto che il proprio figlio/a potrà essere nutrito nel modo migliore possibile qualora i
genitori siano nell’impossibilità ad acquistare un latte speciale – aggiunge De Maria - Neo-n Odv si occuperà di acquistare, per ogni famiglia segnalata dal reparto di Terapia intensiva neonatale e poi selezionata dal Servizio sociale professionale una fornitura completa di latte in polvere fino a quando cesserà l’indicazione medica e/o sociale».
Per l’accesso alla fornitura del latte si stabilisce un valore dell’indicatore Isee, non preclusivo, pari o inferiore ai 10.000 euro; non è previsto un limite temporale.
Afferma la dott.ssa Rita Gallina, direttore della Struttura Terapia intensiva neonatale e pediatrica dell’Aou di Novara: «Attiva da diversi anni l’associazione ha rappresentato un importante sostegno per il reparto di Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica e per le famiglie dei piccoli ricoverati in reparto.
Il supporto non è stato solo di carattere economico ma soprattutto di carattere psicologico “fra pari”, essendo NEO-N una associazione di genitori, e si è concretizzato con numerose iniziative tra cui la presenza di una psicopedagogista in reparto e l’attività in presenza, dopo un congruo periodo di formazione, dei volontari NEO-N, fatto questo innovativo per i reparti di TIN.
Il ciclone covid ha interrotto la presenza diretta dei volontari, molto apprezzata dalle famiglie e dal personale sanitario, tuttavia l’attività dell’associazione è proseguita con l’acquisto di materiale importante per il miglioramento qualitativo dell’assistenza ai piccoli pretermine.
Oggetto delle più recenti donazioni è stato un apparecchio per il monitoraggio transcutaneo della PO2 e PCO2; si tratta di uno strumento sofisticato che consente di monitorare la funzione respiratoria del piccolo paziente con elettrodi posizionati sulla cute, consentendo una riduzione dell’invasività del monitoraggio nei pazienti più gravi e compromessi.
Oltre al monitor transcutaneo sono state donate due sonde ecografiche compatibili con l’ecografo di ultima generazione presente in reparto e dedicato all’ecocardiografia: una sonda microconvex per lo studio dell’encefalo ed una sonda “Hockey stick”, lineare di piccole dimensioni, utilissima per l’incannulamento dei vasi e per lo studio del polmone dei gravi pretermine.
Ora ecco il progetto “Latte per la vita”, di estremo rilievo ed innovativo nell’ambito delle iniziative delle onlus dedicate ai reparti di Terapia Intensiva Neonatale».
«Apprezziamo grandemente – dichiara il dott. Gianfranco Zulian, direttore generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara – l’iniziativa di Neo-n che va a soddisfare un’esigenza molto sentita, quella di affiancare le famiglie che più hanno necessità di essere aiutate».

Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità
Neo-N Neonati a Rischio Novara ODV
... Vedi altroVedi di meno
BORGOMANERO -  -Per molte donne la violenza è pane quotidiano

Il centro antiviolenza area nord novarese, attivo dal 2019 per tutti i comuni dell’aera nord della provincia di Novara, da Bellinzago e Barengo fino ai comuni che si affacciano sul lago d’Orta lavora con un duplice obiettivo: dare sostegno alle donne vittime di violenza e lavorare per migliorare la condizione femminile evitando ogni forma di discriminazione. 
Per quanto riguarda il sostegno alle donne sono 75 le persone che hanno contattato il centro durante l’anno, 42 sono le donne che tutt’ora sono seguite con i diversi percorsi all’interno della struttura. Questi percorsi si concretizzano con l’inserimento lavorativo, le consulenze legali e le consulenze psicologiche: importantissime per far uscire le donne dal circolo vizioso del senso di impotenza e di solitudine in cui a volte si trovano. Cerchiamo anche di dare un sostegno nell’inserimento abitativo, non facile in situazioni di difficoltà economica, infatti molte volte le donne, anche se lavoratrici, si ritrovano senza una capacità economica utile per distanziarsi dal maltrattante. 
Oltre alle donne che incontriamo qui a Borgomanero ci sono anche gli sportelli sul territorio nel comune di Marano Ticino, di Arona e San Maurizio D’Opaglio e presso il Ciss di Borgomanero. Negli sportelli il lavoro è simile e le situazioni non sono diverse. Gli interventi in emergenza da gennaio a settembre hanno posto in sicurezza 11 donne, alcune con i minori, evidenziando l’efficienza della rete con Ospedale di Borgomanero, Servizi sociali e Forze dell’ordine. 
Il centro antiviolenza è uno spazio di aiuto gratuito, che mette  a disposizione un luogo sicuro, un luogo dove la donna può parlare senza essere colpevolizzata, o sentirsi una vittima indifesa, noi operatori abbiamo in mente e ci ricordiamo che la responsabilità è sempre di chi agisce la violenza e non di chi la subisce, il centro è un luogo dove costruire un’alleanza con le vittime, non con gli autori di violenza, nel nostro centro non possono lavorare gli uomini e non possono neanche entrarvi. Il nostro è un servizio anonimo e indipendente, non abbiamo schede delle nostre donne, non diamo informazioni sulle storie che ci vengono raccontate.

Giovedì 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza verso le donne, distribuiremo a tutti i panettieri della zona nord della provincia dei sacchetti di carta stampata con un messaggio semplice e chiaro: “per molte donne la violenza è pane quotidiano”, che sensibilizza alla riflessione sul tema della Giornata e ha anche l’intento di arrivare ad tendere una mano alle donne in difficoltà. Ogni sacchetto riporta il numero di telefono del Centro antiviolenza area nord novarese e il riferimento al 1522 numero nazionale contro la violenza e lo stalking. 
Saremo anche presenti in tutte le manifestazioni che si realizzeranno sul territorio. 
Il progetto è frutto della collaborazione fra enti pubblici, aziende private e associazioni è reso possibile dal contributo dell’assessorato alle pari opportunità del comune di Borgomanero, Gessi SPA e dal Kiwanis club. Il centro è gestito dall’associazione Mamre e lavora grazie al sostegno della Regione Piemonte.  

Centro Antiviolenza area nord novarese
BORGOMANERO - -Per molte donne la violenza è pane quotidiano

Il centro antiviolenza area nord novarese, attivo dal 2019 per tutti i comuni dell’aera nord della provincia di Novara, da Bellinzago e Barengo fino ai comuni che si affacciano sul lago d’Orta lavora con un duplice obiettivo: dare sostegno alle donne vittime di violenza e lavorare per migliorare la condizione femminile evitando ogni forma di discriminazione.
Per quanto riguarda il sostegno alle donne sono 75 le persone che hanno contattato il centro durante l’anno, 42 sono le donne che tutt’ora sono seguite con i diversi percorsi all’interno della struttura. Questi percorsi si concretizzano con l’inserimento lavorativo, le consulenze legali e le consulenze psicologiche: importantissime per far uscire le donne dal circolo vizioso del senso di impotenza e di solitudine in cui a volte si trovano. Cerchiamo anche di dare un sostegno nell’inserimento abitativo, non facile in situazioni di difficoltà economica, infatti molte volte le donne, anche se lavoratrici, si ritrovano senza una capacità economica utile per distanziarsi dal maltrattante.
Oltre alle donne che incontriamo qui a Borgomanero ci sono anche gli sportelli sul territorio nel comune di Marano Ticino, di Arona e San Maurizio D’Opaglio e presso il Ciss di Borgomanero. Negli sportelli il lavoro è simile e le situazioni non sono diverse. Gli interventi in emergenza da gennaio a settembre hanno posto in sicurezza 11 donne, alcune con i minori, evidenziando l’efficienza della rete con Ospedale di Borgomanero, Servizi sociali e Forze dell’ordine.
Il centro antiviolenza è uno spazio di aiuto gratuito, che mette a disposizione un luogo sicuro, un luogo dove la donna può parlare senza essere colpevolizzata, o sentirsi una vittima indifesa, noi operatori abbiamo in mente e ci ricordiamo che la responsabilità è sempre di chi agisce la violenza e non di chi la subisce, il centro è un luogo dove costruire un’alleanza con le vittime, non con gli autori di violenza, nel nostro centro non possono lavorare gli uomini e non possono neanche entrarvi. Il nostro è un servizio anonimo e indipendente, non abbiamo schede delle nostre donne, non diamo informazioni sulle storie che ci vengono raccontate.

Giovedì 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza verso le donne, distribuiremo a tutti i panettieri della zona nord della provincia dei sacchetti di carta stampata con un messaggio semplice e chiaro: “per molte donne la violenza è pane quotidiano”, che sensibilizza alla riflessione sul tema della Giornata e ha anche l’intento di arrivare ad tendere una mano alle donne in difficoltà. Ogni sacchetto riporta il numero di telefono del Centro antiviolenza area nord novarese e il riferimento al 1522 numero nazionale contro la violenza e lo stalking.
Saremo anche presenti in tutte le manifestazioni che si realizzeranno sul territorio.
Il progetto è frutto della collaborazione fra enti pubblici, aziende private e associazioni è reso possibile dal contributo dell’assessorato alle pari opportunità del comune di Borgomanero, Gessi SPA e dal Kiwanis club. Il centro è gestito dall’associazione Mamre e lavora grazie al sostegno della Regione Piemonte.

Centro Antiviolenza area nord novarese
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Bando contributi fragilità

E’ pubblicato sul sito del Comune di Novara il bando per ottenere contributi economici a favore delle famiglie più bisognose.
“Come avevamo anticipato – spiega l’assessore alle Politiche Sociali Luca Piantanida– andremo ad erogare ulteriori fondi Covid a favore dei nuclei familiari più fragili. Anche la nostra città ha vissuto momenti difficili non solo dal punto di vista sanitario ma anche economico. Crediamo sia necessario continuare a monitorare una situazione che non si è conclusa ma le cui conseguenze gravano ancora su diverse famiglie che fanno parte del tessuto sociale della nostra comunità. Questa volta, l’accesso al contributo è molto più semplice rispetto al passato grazie ad una procedura più snella e immediata”.
La somma messa a disposizione è di 432.900 euro.
Potranno richiedere il contributo i residenti nel Comune di Novara che abbiano una certificazione Isee inferiore od uguale a 8.300 euro.
Il contributo erogato è di 200 euro per nuclei fino a due componenti; 300 euro per nuclei di tre o quattro componenti; 400 euro per nuclei di cinque o più componenti.
“E’ fondamentale – conclude Piantanida – utilizzare tutti gli strumenti economici che i Comuni hanno a disposizione e allo stesso tempo intercettare i bisogni della nostra gente affinché chi versa in condizioni di fragilità e di difficoltà possa conoscere e beneficiare degli strumenti agevolativi a loro disposizione. L’assessorato sta lavorando anche in questa direzione perché nessuno, nella nostra città, venga lasciato solo”.

Come e quando richiedere l’assegnazione del contributo per le utenze domestiche
Il modulo di istanza può essere presentato esclusivamente Online dal sito del Comune di Novara , sezione servizi Online. I cittadini non ancora registrati ai servizi Online potranno farlo seguendo le istruzioni reperibili sul sito istituzionale.
La domanda potrà essere inoltrata dalle ore 9.30 del 18/11/2021 alle ore 23.59 del 28/11/2021.
La richiesta di assegnazione del contributo sarà valutata dagli uffici del servizio Politiche Sociali che, terminata l’istruttoria, comunicheranno l’esito al richiedente attraverso un messaggio inviato all’indirizzo di posta elettronica riportato nella domanda.
Per ricevere informazioni in merito all’iniziativa è possibile contattare lo Sportello Sociale al seguente numero di telefono: - 0321 3703501 e nei seguenti orari: - lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 12.30; - martedì e venerdì dalle 11.30 alle 13.00; - giovedì dalle 14.30 alle 16.30.

Comune di Novara
... Vedi altroVedi di meno
FAI PIEMONTE - Giornate Fai Per Le Scuole: 
Visite esclusive per le scuole da lunedì 22 novembre a sabato 27 novembre 2021

Modellate sulle Giornate FAI di Primavera e di Autunno, il più diffuso e partecipato evento nazionale dedicato dal FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano alla promozione del patrimonio di natura e storia dell’Italia, tornano nella settimana dal 22 al 27 novembre le Giornate FAI riservate alle scuole, giunte alla decima edizione. 
Le Delegazioni di volontari FAI organizzeranno in tutte le regioni visite speciali riservate alle classi “Amiche FAI” e gestite interamente dagli Apprendisti Ciceroni, studenti appositamente formati dai volontari FAI che operano in un dialogo continuo con i docenti. Indossati i panni di narratori d’eccezione, gli Apprendisti Ciceroni accompagneranno le classi in visita alla scoperta di luoghi dal valore storico, artistico, naturalistico e comunque identitari, ovvero significativi per loro e per le loro comunità. 
Chiese e palazzi, sedi delle istituzioni, riserve naturali, parchi e giardini storici, quartieri cittadini e molti altri luoghi saranno aperti e raccontati agli studenti dagli studenti, in un progetto di educazione tra pari di grande soddisfazione per tutti; un’esperienza formativa unica e originale, che è anche l’occasione per i ragazzi di valorizzare il proprio territorio, mettendosi al servizio della loro comunità.
L’evento è riservato alle Classi Amiche FAI che, sottoscrivendo l’iscrizione, condividono gli obiettivi della Fondazione e contribuiscono alla sua missione di tutela e valorizzazione del patrimonio di natura e storia del nostro Paese.

AGN ENERGIA, per il sesto anno consecutivo, è sponsor principale dell’evento del FAI dedicato alle scuole. Il grande interesse nei confronti di iniziative che coinvolgono la scuola, insieme all’attenzione e al rispetto per l’ambiente, hanno portato AGN ENERGIA a sostenere anche quest’anno il progetto dalla forte valenza didattica, sociale e culturale, attraverso un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione sulle condizioni dei nostri mari e oceani, che si concretizzerà nella realizzazione di un’opera di street art scelta direttamente dagli studenti. 

In occasione dell’evento verrà infatti lanciata una nuova edizione del contest online #LATUAIDEAGREEN: dal 4 novembre 2021 al 31 gennaio 2022 gli studenti potranno scegliere l’opera di street art che ritengono più significativa per riflettere sul tema della salvaguardia dell’ecosistema marino, in linea con gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dellAgenda 2030 definiti dall’ONU – Organizzazione delle Nazioni Unite. L’intervento si propone anche come strumento di riqualificazione urbana, unendo mezzi di espressione artistica, giovani delle scuole e territorio.  

I ragazzi avranno inoltre la possibilità di vincere un premio del valore di 500€ e far dedicare alla loro scuola il contributo che AGN ENERGIA destinerà alla manutenzione annuale della Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA), Bene del FAI dal 1987. Meravigliosa insenatura all’estremità della penisola sorrentina, davanti ai faraglioni di Capri, la Baia di Ieranto si inserisce in uno scenario naturale e paesaggistico unico - tra il verde argenteo degli olivi e il blu cristallino del mare - che per la sua incantevole bellezza ha ispirato miti e leggende. 
Biodiversità, mare incontaminato, tradizione e sapienza agricola, insediamenti difensivi e sistemi produttivi di tipo industriale si integrano armoniosamente creando un equilibrio perfetto tra opera dell’uomo e opera della natura. Le peculiarità dell’ecosistema marino e l’elevato valore paesaggistico hanno reso la Baia di Ieranto Sito di Interesse Comunitario incluso all’interno dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella. 

Il contest #LATUAIDEAGREEN e l’iniziativa a sostegno della manutenzione e tutela ambientale e paesaggistica della Baia di Ieranto sono volti a sensibilizzare i giovani alla sostenibilità ambientale e completano l’esperienza di cittadinanza attiva vissuta dagli studenti in occasione di Giornate FAI per le scuole. 

La decima edizione delle Giornate FAI per le scuole si svolge con il Patrocinio della Commissione europea, del Ministero della Cultura, di Regione Piemonte, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane. 
Si ringraziano, inoltre, Regione Campania, Regione Lazio, Provincia Autonoma di Trento e Fondazione CARICAL per i contributi concessi. 
RAI è Main Media Partner dell’iniziativa. Le Giornate FAI per le scuole sono attuate, inoltre, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola. 

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet www.giornatefaiperlescuole.it

FAI - Fondo per lAmbiente Italiano
FAI PIEMONTE - Giornate Fai Per Le Scuole:
Visite esclusive per le scuole da lunedì 22 novembre a sabato 27 novembre 2021

Modellate sulle Giornate FAI di Primavera e di Autunno, il più diffuso e partecipato evento nazionale dedicato dal FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano alla promozione del patrimonio di natura e storia dell’Italia, tornano nella settimana dal 22 al 27 novembre le Giornate FAI riservate alle scuole, giunte alla decima edizione.
Le Delegazioni di volontari FAI organizzeranno in tutte le regioni visite speciali riservate alle classi “Amiche FAI” e gestite interamente dagli Apprendisti Ciceroni, studenti appositamente formati dai volontari FAI che operano in un dialogo continuo con i docenti. Indossati i panni di narratori d’eccezione, gli Apprendisti Ciceroni accompagneranno le classi in visita alla scoperta di luoghi dal valore storico, artistico, naturalistico e comunque identitari, ovvero significativi per loro e per le loro comunità.
Chiese e palazzi, sedi delle istituzioni, riserve naturali, parchi e giardini storici, quartieri cittadini e molti altri luoghi saranno aperti e raccontati agli studenti dagli studenti, in un progetto di educazione tra pari di grande soddisfazione per tutti; un’esperienza formativa unica e originale, che è anche l’occasione per i ragazzi di valorizzare il proprio territorio, mettendosi al servizio della loro comunità.
L’evento è riservato alle Classi Amiche FAI che, sottoscrivendo l’iscrizione, condividono gli obiettivi della Fondazione e contribuiscono alla sua missione di tutela e valorizzazione del patrimonio di natura e storia del nostro Paese.

AGN ENERGIA, per il sesto anno consecutivo, è sponsor principale dell’evento del FAI dedicato alle scuole. Il grande interesse nei confronti di iniziative che coinvolgono la scuola, insieme all’attenzione e al rispetto per l’ambiente, hanno portato AGN ENERGIA a sostenere anche quest’anno il progetto dalla forte valenza didattica, sociale e culturale, attraverso un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione sulle condizioni dei nostri mari e oceani, che si concretizzerà nella realizzazione di un’opera di street art scelta direttamente dagli studenti.

In occasione dell’evento verrà infatti lanciata una nuova edizione del contest online #LATUAIDEAGREEN: dal 4 novembre 2021 al 31 gennaio 2022 gli studenti potranno scegliere l’opera di street art che ritengono più significativa per riflettere sul tema della salvaguardia dell’ecosistema marino, in linea con gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 definiti dall’ONU – Organizzazione delle Nazioni Unite. L’intervento si propone anche come strumento di riqualificazione urbana, unendo mezzi di espressione artistica, giovani delle scuole e territorio.

I ragazzi avranno inoltre la possibilità di vincere un premio del valore di 500€ e far dedicare alla loro scuola il contributo che AGN ENERGIA destinerà alla manutenzione annuale della Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA), Bene del FAI dal 1987. Meravigliosa insenatura all’estremità della penisola sorrentina, davanti ai faraglioni di Capri, la Baia di Ieranto si inserisce in uno scenario naturale e paesaggistico unico - tra il verde argenteo degli olivi e il blu cristallino del mare - che per la sua incantevole bellezza ha ispirato miti e leggende.
Biodiversità, mare incontaminato, tradizione e sapienza agricola, insediamenti difensivi e sistemi produttivi di tipo industriale si integrano armoniosamente creando un equilibrio perfetto tra opera dell’uomo e opera della natura. Le peculiarità dell’ecosistema marino e l’elevato valore paesaggistico hanno reso la Baia di Ieranto Sito di Interesse Comunitario incluso all’interno dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella.

Il contest #LATUAIDEAGREEN e l’iniziativa a sostegno della manutenzione e tutela ambientale e paesaggistica della Baia di Ieranto sono volti a sensibilizzare i giovani alla sostenibilità ambientale e completano l’esperienza di cittadinanza attiva vissuta dagli studenti in occasione di Giornate FAI per le scuole.

La decima edizione delle Giornate FAI per le scuole si svolge con il Patrocinio della Commissione europea, del Ministero della Cultura, di Regione Piemonte, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane.
Si ringraziano, inoltre, Regione Campania, Regione Lazio, Provincia Autonoma di Trento e Fondazione CARICAL per i contributi concessi.
RAI è Main Media Partner dell’iniziativa. Le Giornate FAI per le scuole sono attuate, inoltre, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet

FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano
... Vedi altroVedi di meno
VERCELLI - Festival di poesia civile - Autori internazionali con premio alla carriera a Maurizio Cucchi

Apertura il 27 novembre con il regista Leonardo di Costanzo e serata finale dedicata a Enzo Jannacci il 4 dicembre, con omaggi a Dante e l’incontro dello svedese Bjorn Larsson con gli studenti. La cerimonia del premio alla carriera a Cucchi la sera del 1° dicembre. Il festival promosso dall’associazione Il Ponte presieduta da Luigi Di Meglio è alla diciassettesima edizione.

«A riveder le stelle. La poesia per l’ambiente» è lo slogan della XVII edizione del Festival internazionale di poesia civile di Vercelli, dal 27 novembre al 5 dicembre, che premierà alla carriera Maurizio Cucchi mercoledì 1° dicembre alle ore 21 nell’Auditorium Perone della Scuola Musicale Vallotti. L’apertura della rassegna è in programma il 27 novembre con il regista Leonardo di Costanzo al Cinema Italia con proiezione del suo Ariaferma e serata finale dedicata a Enzo Jannacci il 4 dicembre, con omaggi a Dante e l’incontro dello scrittore svedese Bjorn Larsson con gli studenti liceali. Il festival, promosso dall’associazione Il Ponte presieduta da Luigi Di Meglio, propone anche letture di poeti stranieri come lo svizzero tedesco Werner Lutz, l’autrice del Togo Ayala Falak e il giovane Samir Galal Mohamed in eventi on line sui canali social @Poesiacivile del festival.

Il Festival di poesia civile città di Vercelli è finanziato da Regione Piemonte; Comune di Vercelli; Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli; Fondazione CRT, promosso da Associazione Culturale Il Ponte; Interlinea; Comune di Vercelli; Università del Piemonte
Orientale; Arcidiocesi di Vercelli-Beni Culturali; Museo Leone; Biblioteca Civica di Vercelli, con la collaborazione di Scuola Musicale Vallotti; Università Cattolica di Milano-Laboratorio di editoria; Casa della Letteratura di Lugano; Istituto Comprensivo Rosa Stampa Vercelli; Liceo Classico Lagrangia Liceo Scientifico Avogadro; Centro Novarese di Studi Letterari; Accademia Mondiale della Poesia; Libreria Sant’Andrea; Biblioteca Civica Negroni-Comune di Novara, con il contributo di Centro Servizi per il Volontariato Vercelli e Biella; Gioielleria Simonini; Aldone Chiabrera Pagni Assicurazioni Generali.
Il festival è ammesso alla #UNESCO’s World Poetry Directory e ha premiato nelle passate edizioni Adam Zagajewski uno dei protagonisti della corrente “Nowa Fala”, il siriano dissidente Faraj Bayrakdar, la poetessa-biologa Katherine Larson, la candidata Nobel Márcia Theóphilo, l’angry poet Tony Harrison, Lambert Schlechter e Ryszard Krynicki, fra gli altri.
La giuria ha deciso di premiare nell’edizione 2021 il poeta Maurizio Cucchi, che mercoledì 1° dicembre alle ore 17 incontrerà a Milano i giovani in Università Cattolica e alle 21 nell’Auditorium della Vallotti sarà al centro della cerimonia ufficiale, con reading della raccolta di poesie Nel vasto territorio tossico. Poesie civili (poi distribuita gratuitamente ai presenti fino a esaurimento scorte) con accompagnamento di Ilaria Schettini al pianoforte, alla presenza delle autorità.
 
Festival Internazionale di Poesia CivileImage attachment
VERCELLI - Festival di poesia civile - Autori internazionali con premio alla carriera a Maurizio Cucchi

Apertura il 27 novembre con il regista Leonardo di Costanzo e serata finale dedicata a Enzo Jannacci il 4 dicembre, con omaggi a Dante e l’incontro dello svedese Bjorn Larsson con gli studenti. La cerimonia del premio alla carriera a Cucchi la sera del 1° dicembre. Il festival promosso dall’associazione Il Ponte presieduta da Luigi Di Meglio è alla diciassettesima edizione.

«A riveder le stelle. La poesia per l’ambiente» è lo slogan della XVII edizione del Festival internazionale di poesia civile di Vercelli, dal 27 novembre al 5 dicembre, che premierà alla carriera Maurizio Cucchi mercoledì 1° dicembre alle ore 21 nell’Auditorium Perone della Scuola Musicale Vallotti. L’apertura della rassegna è in programma il 27 novembre con il regista Leonardo di Costanzo al Cinema Italia con proiezione del suo Ariaferma e serata finale dedicata a Enzo Jannacci il 4 dicembre, con omaggi a Dante e l’incontro dello scrittore svedese Bjorn Larsson con gli studenti liceali. Il festival, promosso dall’associazione Il Ponte presieduta da Luigi Di Meglio, propone anche letture di poeti stranieri come lo svizzero tedesco Werner Lutz, l’autrice del Togo Ayala Falak e il giovane Samir Galal Mohamed in eventi on line sui canali social @Poesiacivile del festival.

Il Festival di poesia civile città di Vercelli è finanziato da Regione Piemonte; Comune di Vercelli; Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli; Fondazione CRT, promosso da Associazione Culturale Il Ponte; Interlinea; Comune di Vercelli; Università del Piemonte
Orientale; Arcidiocesi di Vercelli-Beni Culturali; Museo Leone; Biblioteca Civica di Vercelli, con la collaborazione di Scuola Musicale Vallotti; Università Cattolica di Milano-Laboratorio di editoria; Casa della Letteratura di Lugano; Istituto Comprensivo Rosa Stampa Vercelli; Liceo Classico Lagrangia Liceo Scientifico Avogadro; Centro Novarese di Studi Letterari; Accademia Mondiale della Poesia; Libreria Sant’Andrea; Biblioteca Civica Negroni-Comune di Novara, con il contributo di Centro Servizi per il Volontariato Vercelli e Biella; Gioielleria Simonini; Aldone Chiabrera Pagni Assicurazioni Generali.
Il festival è ammesso alla #UNESCO’s World Poetry Directory e ha premiato nelle passate edizioni Adam Zagajewski uno dei protagonisti della corrente “Nowa Fala”, il siriano dissidente Faraj Bayrakdar, la poetessa-biologa Katherine Larson, la candidata Nobel Márcia Theóphilo, l’angry poet Tony Harrison, Lambert Schlechter e Ryszard Krynicki, fra gli altri.
La giuria ha deciso di premiare nell’edizione 2021 il poeta Maurizio Cucchi, che mercoledì 1° dicembre alle ore 17 incontrerà a Milano i giovani in Università Cattolica e alle 21 nell’Auditorium della Vallotti sarà al centro della cerimonia ufficiale, con reading della raccolta di poesie Nel vasto territorio tossico. Poesie civili (poi distribuita gratuitamente ai presenti fino a esaurimento scorte) con accompagnamento di Ilaria Schettini al pianoforte, alla presenza delle autorità.

Festival Internazionale di Poesia Civile
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Lilt Art 7 2021: Mostra Asta Benefica VII Edizione

Il progetto Lilt.Art può finalmente ripartire. La settima edizione della mostra-asta benefica a favore di Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Novara, era stata inizialmente programmata a febbraio 2020 ma proprio in quei giorni il coronavirus iniziava a diffondersi anche nel Novarese e l’iniziativa fu annullata. Torna, dunque, l’evento da un’idea di Massimo Romani, curatore della mostra e presidente dell’associazione di volontariato Artisolide, con lo scopo di sensibilizzare il mondo degli artisti e dei collezionisti d’arte del territorio sulle attività svolte in ambito oncologico da Lilt Novara. L’iniziativa consiste in una mostra-asta il cui ricavato sarà interamente destinato ai progetti di riabilitazione oncologica e sostegno psicosociale ed economico ai malati di cancro e ai loro familiari. 

L’evento è promosso da Lilt Novara, Artisolide e Igor Gorgonzola con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Novara, della Fondazione Il Castello di Novara di Novara  e dell’ Agenzia Turistica Locale Novarese della Provincia di Novara , con il contributo di #ComoliFerrari, #Italgrafica  e #SpazioVivace.

Una selezione di artisti di livello nazionale ed internazionale esporranno le loro opere nelle sale del Castello visconteo sforzesco di Novara. L’inaugurazione di Lilt.Art7 si terrà venerdì 26 novembre 2021 alle ore 17.00. La mostra rimarrà poi allestita fino al’8 dicembre 2021 con orario di visita 10.00-12.30 e 16.00-19.00 (lunedì chiuso, ingresso libero).

In esposizione 28 opere dei seguenti artisti: Gianantonio Abate, Davide Baroggi, Lady Be, Alberto Bongini, Pako Bono, Corrado Bonomi, Roberto Borra, Dario Brevi, Gianni Cella, Caterina Ciuffetelli, Roberto De Nisi, Davide Ferro, Peter Hide 311065, Carlo Iorietti, Ernesto Jannini, Ion Koman, Enzo Maio, Alessandro Merlo, Fabrizio Molinario, Ugo Nespolo, Olinsky, Gianni Pedullà, Laura Priami, Isabella Rigamonti, Massimo Romani, Mikhail Roshnyak, Leonardo Santoli, Giovanni Sesia, Irene Zangheri, Paola Zorzi.

Prevista anche una sezione fotografica con 15 immagini realizzate da Davide Grittini.

Novità rispetto alle scorse edizioni sarà la sezione dedicata ai “palloni” delle pallavoliste della Igor Volley Novara, in tutto 14, firmati e improntati dalle stesse atlete, su molti dei quali sono state create delle opere artistiche uniche da parte dei pittori. 

Ogni opera, fotografia e pallone sarà oggetto di un’asta durante il periodo espositivo con una base nettamente inferiore rispetto alle quotazioni del mercato nel periodo della mostra. Si aggiudicherà l’opera il maggiore offerente al termine dell’ultimo giorno di esposizione.
Gli artisti invitati donano le proprie opere a Lilt Novara, pertanto quelle che non saranno assegnate rimarranno patrimonio dell’associazione.

Il catalogo delle opere in asta è stato curato da Diego Maria Rizzo.

Per informazioni si può scrivere all’indirizzo e-mail artisolide@libero.it.
LILT Novara
NOVARA - Lilt Art 7 2021: Mostra Asta Benefica VII Edizione

Il progetto Lilt.Art può finalmente ripartire. La settima edizione della mostra-asta benefica a favore di Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - Sezione Provinciale di Novara, era stata inizialmente programmata a febbraio 2020 ma proprio in quei giorni il coronavirus iniziava a diffondersi anche nel Novarese e l’iniziativa fu annullata. Torna, dunque, l’evento da un’idea di Massimo Romani, curatore della mostra e presidente dell’associazione di volontariato Artisolide, con lo scopo di sensibilizzare il mondo degli artisti e dei collezionisti d’arte del territorio sulle attività svolte in ambito oncologico da Lilt Novara. L’iniziativa consiste in una mostra-asta il cui ricavato sarà interamente destinato ai progetti di riabilitazione oncologica e sostegno psicosociale ed economico ai malati di cancro e ai loro familiari.

L’evento è promosso da Lilt Novara, Artisolide e Igor Gorgonzola con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Novara, della Fondazione Il Castello di Novara di Novara e dell’ Agenzia Turistica Locale Novarese della Provincia di Novara , con il contributo di #ComoliFerrari, #Italgrafica e #SpazioVivace.

Una selezione di artisti di livello nazionale ed internazionale esporranno le loro opere nelle sale del Castello visconteo sforzesco di Novara. L’inaugurazione di Lilt.Art7 si terrà venerdì 26 novembre 2021 alle ore 17.00. La mostra rimarrà poi allestita fino al’8 dicembre 2021 con orario di visita 10.00-12.30 e 16.00-19.00 (lunedì chiuso, ingresso libero).

In esposizione 28 opere dei seguenti artisti: Gianantonio Abate, Davide Baroggi, Lady Be, Alberto Bongini, Pako Bono, Corrado Bonomi, Roberto Borra, Dario Brevi, Gianni Cella, Caterina Ciuffetelli, Roberto De Nisi, Davide Ferro, Peter Hide 311065, Carlo Iorietti, Ernesto Jannini, Ion Koman, Enzo Maio, Alessandro Merlo, Fabrizio Molinario, Ugo Nespolo, Olinsky, Gianni Pedullà, Laura Priami, Isabella Rigamonti, Massimo Romani, Mikhail Roshnyak, Leonardo Santoli, Giovanni Sesia, Irene Zangheri, Paola Zorzi.

Prevista anche una sezione fotografica con 15 immagini realizzate da Davide Grittini.

Novità rispetto alle scorse edizioni sarà la sezione dedicata ai “palloni” delle pallavoliste della Igor Volley Novara, in tutto 14, firmati e improntati dalle stesse atlete, su molti dei quali sono state create delle opere artistiche uniche da parte dei pittori.

Ogni opera, fotografia e pallone sarà oggetto di un’asta durante il periodo espositivo con una base nettamente inferiore rispetto alle quotazioni del mercato nel periodo della mostra. Si aggiudicherà l’opera il maggiore offerente al termine dell’ultimo giorno di esposizione.
Gli artisti invitati donano le proprie opere a Lilt Novara, pertanto quelle che non saranno assegnate rimarranno patrimonio dell’associazione.

Il catalogo delle opere in asta è stato curato da Diego Maria Rizzo.

Per informazioni si può scrivere all’indirizzo e-mail artisolide@libero.it.
LILT Novara
... Vedi altroVedi di meno
VERCELLI - Officine Museo Leone: Famiglie al Lavoro tra Storia, Arte e Archeologia.

Per domenica 28 novembre alle ore 15 i Servizi Educativi del Museo Leone in collaborazione con il redattore freelance, Danilo Zagaria, propongono Il Serraglio Incredibile. Laboratorio di scrittura su mostri e creature fantastiche
#Unicorni, #pegasi, #grifoni, #fenici, #idre e #basilischi: il serraglio incredibile è ricco di creature fantastiche, mostruose e bellissime. Ma come fa un pegaso a volare? E in che modo lo sguardo del basilico può pietrificare chiunque osi incrociare il suo sguardo? Descrivere e raccontare le storie di queste creature significa osservarle da vicino, comprendere le loro caratteristiche e i dettagli più minuziosi, interrogarsi su quali specie reali ne abbiano ispirato la creazione. Il serraglio incredibile è un breve laboratorio di scrittura fantastica, durante il quale i partecipanti non soltanto creeranno brevi racconti con protagonisti draghi marini, sirene e mandragore, ma daranno libero sfogo alla loro immaginazione per dare vita a nuove, bizzarre creature. 
    Il materiale su cui lavorare “esce” direttamente dalla Biblioteca Antica del Museo e in particolare dal volume intitolato Hortus Sanitatis (1538, Venezia). Ricco di stupende illustrazioni può essere considerato come una sorta di enciclopedia scientifica del passato. Il libro si apre con una prima parte dedicata alle erbe, segue il bestiario e poi due ulteriori sezioni su volatili e pesci, continua con il lapidario e, infine, una parte dedicata alla medicina umana. I testi, oltre alla descrizione delle diverse specie viventi e dei minerali, sono completati dall’uso medico che se ne può fare.
Aprirà il laboratorio una visita all’esposizione “Draghi, basilischi e chimere: dai mostri della fantasia agli animali della realtà”, allestita nella Sala d’Ercole di Casa Alciati, frutto di un lavoro di PCTO svolto dagli studenti della IV del Liceo dell’Istituto Agnelli di Torino.
    
Per il laboratorio è richiesta l’età minima di 10 anni e l’esibizione del Green Pass a partire dai 12 anni.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al 3483272584
Info su www.museoleone.it, FB o scrivendo a didattica@museoleone.it

Museo Leone
VERCELLI - Officine Museo Leone: Famiglie al Lavoro tra Storia, Arte e Archeologia.

Per domenica 28 novembre alle ore 15 i Servizi Educativi del Museo Leone in collaborazione con il redattore freelance, Danilo Zagaria, propongono "Il Serraglio Incredibile". Laboratorio di scrittura su mostri e creature fantastiche
#Unicorni, #pegasi, #grifoni, #fenici, #idre e #basilischi: il serraglio incredibile è ricco di creature fantastiche, mostruose e bellissime. Ma come fa un pegaso a volare? E in che modo lo sguardo del basilico può pietrificare chiunque osi incrociare il suo sguardo? Descrivere e raccontare le storie di queste creature significa osservarle da vicino, comprendere le loro caratteristiche e i dettagli più minuziosi, interrogarsi su quali specie reali ne abbiano ispirato la creazione. Il serraglio incredibile è un breve laboratorio di scrittura fantastica, durante il quale i partecipanti non soltanto creeranno brevi racconti con protagonisti draghi marini, sirene e mandragore, ma daranno libero sfogo alla loro immaginazione per dare vita a nuove, bizzarre creature.
Il materiale su cui lavorare “esce” direttamente dalla Biblioteca Antica del Museo e in particolare dal volume intitolato Hortus Sanitatis (1538, Venezia). Ricco di stupende illustrazioni può essere considerato come una sorta di enciclopedia scientifica del passato. Il libro si apre con una prima parte dedicata alle erbe, segue il bestiario e poi due ulteriori sezioni su volatili e pesci, continua con il lapidario e, infine, una parte dedicata alla medicina umana. I testi, oltre alla descrizione delle diverse specie viventi e dei minerali, sono completati dall’uso medico che se ne può fare.
Aprirà il laboratorio una visita all’esposizione “Draghi, basilischi e chimere: dai mostri della fantasia agli animali della realtà”, allestita nella Sala d’Ercole di Casa Alciati, frutto di un lavoro di PCTO svolto dagli studenti della IV del Liceo dell’Istituto Agnelli di Torino.

Per il laboratorio è richiesta l’età minima di 10 anni e l’esibizione del Green Pass a partire dai 12 anni.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al 3483272584
Info su , FB o scrivendo a didattica@museoleone.it

Museo Leone
... Vedi altroVedi di meno
Clicca e guarda - "Block Notes- Appunti in Onda".
Abbiamo parlato con Susanna Soncin e Gloria Carraro, per un’avventura durata 29 anni. Avventure di carta ancora una volta al Castello di Galliate tra libri, autori, incontri, workshop e laboratori.
Ha condotto in studio #EmanuelaFortuna
Per rimanere aggiornati seguiteci su Onda Novara TV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
#BlockNotesAppuntiinOnda
#SusannaSoncin #GloriaCarraro #Avventuredicarta #Galliate #EssereUmanofrapauraecoraggio
Avventure di Carta - Percorsi fantastici intorno al libro
#OndaNovaraTV
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Fototrappole

Prosegue lattività della Polizia Locale volta a contrastare, anche in collaborazione con #Assa, il fenomeno degli abbandoni di rifiuti purtroppo presente anche nella nostra città. 
Nei giorni scorsi una videocamera posizionata dagli Agenti del Nucleo di Polizia Ambientale in una zona frequentemente utilizzata come discarica nei pressi di via Biancalani, in unarea periferica dove spesso si registrano abbandoni, ha ripreso un cittadino italiano non residente a Novara mentre abbandonava rifiuti gettandoli dal bagagliaio dellauto. 
Lo stesso, dopo essere stato identificato, è stato sanzionato a norma di legge.
“L’utilizzo delle fototrappole – spiega l’assessore alla Polizia Locale e alla Sicurezza Raffaele Lanzo – è funzionale all’individuazione dei responsabili di reati principalmente legati all’ambiente, tra cui purtroppo c’è anche l’abbandono dei rifiuti. In alcune zone della nostra città, specialmente in periferia, gli abbandoni sono un fenomeno purtroppo ancora frequente. L’utilizzo delle fototrappole, che vengono via via posizionate nei luoghi dove si verificano tali episodi, si sta rivelando molto utile anche come deterrente per scoraggiare tutti coloro che pensano di poter sporcare la nostra città rimanendo impuniti”.   

@Comune di Novara
NOVARA - Fototrappole

Prosegue l'attività della Polizia Locale volta a contrastare, anche in collaborazione con #Assa, il fenomeno degli abbandoni di rifiuti purtroppo presente anche nella nostra città.
Nei giorni scorsi una videocamera posizionata dagli Agenti del Nucleo di Polizia Ambientale in una zona frequentemente utilizzata come discarica nei pressi di via Biancalani, in un'area periferica dove spesso si registrano abbandoni, ha ripreso un cittadino italiano non residente a Novara mentre abbandonava rifiuti gettandoli dal bagagliaio dell'auto.
Lo stesso, dopo essere stato identificato, è stato sanzionato a norma di legge.
“L’utilizzo delle fototrappole – spiega l’assessore alla Polizia Locale e alla Sicurezza Raffaele Lanzo – è funzionale all’individuazione dei responsabili di reati principalmente legati all’ambiente, tra cui purtroppo c’è anche l’abbandono dei rifiuti. In alcune zone della nostra città, specialmente in periferia, gli abbandoni sono un fenomeno purtroppo ancora frequente. L’utilizzo delle fototrappole, che vengono via via posizionate nei luoghi dove si verificano tali episodi, si sta rivelando molto utile anche come deterrente per scoraggiare tutti coloro che pensano di poter sporcare la nostra città rimanendo impuniti”.

@Comune di Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Alzati e testimonia! La Giornata Mondiale della Gioventù presieduta dal vescovo Franco Giulio 

Sabato 20 novembre si celebrerà in diocesi la 36ª Giornata Mondiale della Gioventù. L’appuntamento è a Novara a partire dalle 15.30, per un pomeriggio dedicato alle catechesi e agli approfondimenti, che si concluderà con la preghiera presieduta dal vescovo Franco Giulio Brambilla in cattedrale alle 19.
Si tratta di una tappa di avvicinamento all’incontro dei giovani di tutto il mondo con Papa Francesco in calendario nel 2023 a Lisbona, che tradizionalmente viene vissuta nelle diocesi con un momento di preghiera, confronto e condivisione accompagnato dal vescovo.
La novità di quest’anno riguarda il calendario: per la prima volta, infatti, la Giornata non si terrà nella Domenica delle Palme, ma in quella della Solennità di Cristo Re, che precede l’Avvento e chiude l’anno liturgico.

L’invito del vescovo Franco Giulio ai giovani: «Alzati e testimonia!»
«Quest’anno c’è una novità! – ha detto il vescovo Franco Giulio in un video pubblicato sul sito diocesinovara.it nel quale invita i giovani a partecipare -. Come ogni novità è un elemento di grazia, perché siamo chiamati al nuovo. Ma richiede anche uno sforzo perché dobbiamo cambiare le nostre abitudini. Vi invito fortemente a venire, per accendere insieme la Gmg! Per vivere insieme un pomeriggio all’insegna del tema che ci ha affidato Papa Francesco: “Alzati e testimonia!”».

Le catechesi del pomeriggio
Proprio sul  tema proposto da Francesco saranno dedicate le catechesi del pomeriggio, in sei focus, che i ragazzi potranno approfondire partecipando agli incontri con un esperto organizzati nelle chiese del centro città, moderati dai giornalisti dei settimanali della Stampa Diocesana Novarese.

Alle 16, per i ragazzi dai 14 ai 17 anni, si terrà un confronto sui nodi della difesa del creato, dal titolo #happyplanet, con Luca Fiorani, fisico e docente universitario. 
In contemporanea, per i giovani dai 18 anni in su, #vocedichinonhavoce: dedicato ai temi della giustizia sociale, con relatore Davide Mattiello, dell’associazione Libera.

A seguire, a partire dalle 17.15 quattro incontri a scelta, per le diverse fasce d’età. 
I ragazzi più giovani potranno vivere un momento di approfondimento sui temi dell’introspezione e della capacità di superare le crisi personali con lo psicologo Matteo Zanon nell’incontro dal titolo #vincereilbuio; oppure scegliere un momento dedicato al tema #va’congioia animato dal sacerdote don Giovanni Berti, fumettista arguto e di talento che firma le sue opere “Gio.Ba”.

Per i ragazzi più grandi, #viviespera, con la testimonianza di due giovani della Comunità Cenacolo, oppure un approfondimento sulle relazioni familiari con la sociologa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Elisabetta Carrà,  che proporrà un incontro dal titolo #amodunquesono.

A conclusione, per tutti, alle 19, la preghiera guidata dal vescovo in cattedrale.

Diocesi di Novara
NOVARA - Alzati e testimonia! La Giornata Mondiale della Gioventù presieduta dal vescovo Franco Giulio

Sabato 20 novembre si celebrerà in diocesi la 36ª Giornata Mondiale della Gioventù. L’appuntamento è a Novara a partire dalle 15.30, per un pomeriggio dedicato alle catechesi e agli approfondimenti, che si concluderà con la preghiera presieduta dal vescovo Franco Giulio Brambilla in cattedrale alle 19.
Si tratta di una tappa di avvicinamento all’incontro dei giovani di tutto il mondo con Papa Francesco in calendario nel 2023 a Lisbona, che tradizionalmente viene vissuta nelle diocesi con un momento di preghiera, confronto e condivisione accompagnato dal vescovo.
La novità di quest’anno riguarda il calendario: per la prima volta, infatti, la Giornata non si terrà nella Domenica delle Palme, ma in quella della Solennità di Cristo Re, che precede l’Avvento e chiude l’anno liturgico.

L’invito del vescovo Franco Giulio ai giovani: «Alzati e testimonia!»
«Quest’anno c’è una novità! – ha detto il vescovo Franco Giulio in un video pubblicato sul sito diocesinovara.it nel quale invita i giovani a partecipare -. Come ogni novità è un elemento di grazia, perché siamo chiamati al nuovo. Ma richiede anche uno sforzo perché dobbiamo cambiare le nostre abitudini. Vi invito fortemente a venire, per accendere insieme la Gmg! Per vivere insieme un pomeriggio all’insegna del tema che ci ha affidato Papa Francesco: “Alzati e testimonia!”».

Le catechesi del pomeriggio
Proprio sul tema proposto da Francesco saranno dedicate le catechesi del pomeriggio, in sei focus, che i ragazzi potranno approfondire partecipando agli incontri con un esperto organizzati nelle chiese del centro città, moderati dai giornalisti dei settimanali della Stampa Diocesana Novarese.

Alle 16, per i ragazzi dai 14 ai 17 anni, si terrà un confronto sui nodi della difesa del creato, dal titolo #happyplanet, con Luca Fiorani, fisico e docente universitario.
In contemporanea, per i giovani dai 18 anni in su, #vocedichinonhavoce: dedicato ai temi della giustizia sociale, con relatore Davide Mattiello, dell’associazione Libera.

A seguire, a partire dalle 17.15 quattro incontri a scelta, per le diverse fasce d’età.
I ragazzi più giovani potranno vivere un momento di approfondimento sui temi dell’introspezione e della capacità di superare le crisi personali con lo psicologo Matteo Zanon nell’incontro dal titolo #vincereilbuio; oppure scegliere un momento dedicato al tema #va’congioia animato dal sacerdote don Giovanni Berti, fumettista arguto e di talento che firma le sue opere “Gio.Ba”.

Per i ragazzi più grandi, #viviespera, con la testimonianza di due giovani della Comunità Cenacolo, oppure un approfondimento sulle relazioni familiari con la sociologa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Elisabetta Carrà, che proporrà un incontro dal titolo #amodunquesono.

A conclusione, per tutti, alle 19, la preghiera guidata dal vescovo in cattedrale.

Diocesi di Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Teatro Coccia: Rapimenti dAmore

20 NOV ALLE ORE 20:30
21 NOV ALLE ORE 16:00

In occasione di Dante 700 unopera inedita di Cristian Carrara, con Orchestra del Teatro Coccia diretta da Matteo Beltrami.

Info e  biglietti https://www.fondazioneteatrococcia.it/
Fondazione Teatro Coccia
NOVARA - Teatro Coccia: Rapimenti d'Amore

20 NOV ALLE ORE 20:30
21 NOV ALLE ORE 16:00

In occasione di Dante 700 un'opera inedita di Cristian Carrara, con Orchestra del Teatro Coccia diretta da Matteo Beltrami.

Info e biglietti
Fondazione Teatro Coccia
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Teatro Faraggiana: “Lettere da casa” dalle Heroides di Ovidio

“Lettere da casa” è la naturale prosecuzione di RACCONTOdaCASA, nato a Novara per volontà di un gruppo di artisti e semplici cittadini a sostegno del teatro Faraggiana, chiuso al pubblico durante il primo lockdown a causa dell’emergenza Covid-19: 75 audio- racconti inediti, pubblicati sul canale YouTube “ilfaraggianaèanche mio” fra marzo e settembre 2020 per accompagnare la città e il teatro attraverso il primo anno di pandemia.
“Lettere da casa” vuole essere un omaggio alla #Bellezza, al #Coraggio e alla Passione femminile di ogni tempo. Si ispira alle HEROIDES di #Ovidio, Epistole immaginarie in forma di monologo, le cui voci sono quelle di eroine del mito classico che per la prima volta raccontano la storia dal proprio punto di vista e, come in un tempo sospeso, possono sfogare la propria sofferenza e rabbia. Usano parole dai toni elegiaci, accorate e imploranti, ma di straordinaria profondità e modernità. Ovidio, fine indagatore dell’animo femminile, restituisce loro una vitalità e una femminilità mai vittimista nei confronti del mondo maschile mettendone in luce la carica eversiva. Seppur colpite dalla sfortuna, tradite e abbandonate, non rinunciano mai alla propria dignità. Anche arrivando a gesti estremi in nome dell’amore.
Il lavoro di riduzione di otto epistole scelte ha ispirato e affianca qui 21 lettere moderne in cui autrici e autori novaresi hanno dato voce ad altrettante donne. Passato e Presente si intrecciano in un messaggio che suona come un monito pregnante di forza, consapevolezza, rinascita per contrastare la deriva maschilista di ogni tempo. Agli uomini l’augurio di saper riconoscere, onorare e sostenere sempre il potere creativo e la sacralità femminile incarnati in ogni donna, per generare insieme una società più giusta, scevra dal pregiudizio e rispettosa di tutti.

Progetto Coordinamento Supervisione testi Si ringraziano:
Letizia Vercellino e Mariarosa Franchini
Mariarosa Franchini
Letizia Vercellino
- la prof.ssa Emanuela Salvadori autrice del libro “Ovidio Eroidi”, edizioni Garzanti e la casa editrice per averne concesso l’utilizzo e autorizzato le riduzioni;
- la pittrice Barbara Kroll per aver concesso l’utilizzo di alcune sue opere;
- tutte le scrittrici/scrittori e interpreti che hanno reso possibile il progetto con la loro partecipazione gratuita;

Ideazione culturale e realizzazione tecnica Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana di Novara.
NOVARA - Teatro Faraggiana: “Lettere da casa” dalle Heroides di Ovidio

“Lettere da casa” è la naturale prosecuzione di RACCONTOdaCASA, nato a Novara per volontà di un gruppo di artisti e semplici cittadini a sostegno del teatro Faraggiana, chiuso al pubblico durante il primo lockdown a causa dell’emergenza Covid-19: 75 audio- racconti inediti, pubblicati sul canale YouTube “ilfaraggianaèanche mio” fra marzo e settembre 2020 per accompagnare la città e il teatro attraverso il primo anno di pandemia.
“Lettere da casa” vuole essere un omaggio alla #Bellezza, al #Coraggio e alla Passione femminile di ogni tempo. Si ispira alle HEROIDES di #Ovidio, Epistole immaginarie in forma di monologo, le cui voci sono quelle di eroine del mito classico che per la prima volta raccontano la storia dal proprio punto di vista e, come in un tempo sospeso, possono sfogare la propria sofferenza e rabbia. Usano parole dai toni elegiaci, accorate e imploranti, ma di straordinaria profondità e modernità. Ovidio, fine indagatore dell’animo femminile, restituisce loro una vitalità e una femminilità mai vittimista nei confronti del mondo maschile mettendone in luce la carica eversiva. Seppur colpite dalla sfortuna, tradite e abbandonate, non rinunciano mai alla propria dignità. Anche arrivando a gesti estremi in nome dell’amore.
Il lavoro di riduzione di otto epistole scelte ha ispirato e affianca qui 21 lettere moderne in cui autrici e autori novaresi hanno dato voce ad altrettante donne. Passato e Presente si intrecciano in un messaggio che suona come un monito pregnante di forza, consapevolezza, rinascita per contrastare la deriva maschilista di ogni tempo. Agli uomini l’augurio di saper riconoscere, onorare e sostenere sempre il potere creativo e la sacralità femminile incarnati in ogni donna, per generare insieme una società più giusta, scevra dal pregiudizio e rispettosa di tutti.

Progetto Coordinamento Supervisione testi Si ringraziano:
Letizia Vercellino e Mariarosa Franchini
Mariarosa Franchini
Letizia Vercellino
- la prof.ssa Emanuela Salvadori autrice del libro “Ovidio Eroidi”, edizioni Garzanti e la casa editrice per averne concesso l’utilizzo e autorizzato le riduzioni;
- la pittrice Barbara Kroll per aver concesso l’utilizzo di alcune sue opere;
- tutte le scrittrici/scrittori e interpreti che hanno reso possibile il progetto con la loro partecipazione gratuita;

Ideazione culturale e realizzazione tecnica Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana di Novara.
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Giornata nazionale degli Alberi: iniziative

In occasione della Giornata nazionale degli Alberi, il Comune di Novara propone per la prima volta un ricco calendario di iniziative ed attività che si snoderanno tra venerdì 19 e martedì 23 novembre. 

“Sei eventi in cui coinvolgeremo innanzitutto le scuole – spiegano gli assessori al verde Pubblico Rocco Zoccali, all’Ambiente Teresa Armienti e all’Istruzione Giulia Negri – Saranno posati nuovi arbusti e nuove piante nei parchi sia degli edifici scolastici che di spazi della città. Un segnale di grande attenzione che condivideremo con i piccoli studenti, ma anche con la cittadinanza e con le realtà associative impegnate in questo ambito. Un ringraziamento particolare a tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione di queste iniziative che hanno quale obiettivo prioritario la sensibilizzazione su temi oggi più che mai centrali, come l’ambiente e il rispetto di ciò che ci circonda, a partire dai più giovani: perché proprio da loro deve partire quella consapevolezza necessaria a costruire il futuro di tutti noi”. 

Ecco gli eventi: 

Venerdì 19 ore 9.30 - Parco Coblenza di via Casorati
Nell’ambito del progetto “L’amicizia non ha confini”, partito nel 2019, in collegamento con la scuola libanese con cui è stato portato a termine l’iniziativa “Matite in volo”, è prevista la posa di un Cedro del Libano in collaborazione con ASSA dalle ore 9, quando si aprirà il collegamento online tra le classi 3-4 della Scuola primaria Rigutini di Novara e la Scuola elementare e Media Pubblica di Hannawiyah con brevissimi saluti tra i bimbi. I giornalisti sono invitati a partecipare (programma dettagliato in locandina allegata)

Venerdì 19 ore 10.30 - Area verde di Viale Europa angolo via Chinotto
Posa di 4 alberi (1 Orniello, 1 Pioppo e 2 Olmi) in collaborazione con Legambiente e Novara Green allinterno del progetto Adotta un albero che prevede la donazione di alberi da parte di cittadini, con la partecipazione degli alunni della scuola Buscaglia di via Fara. Nei giorni seguenti, si effettuerà la posa di 2 Liquidambar in viale XXIII Marzo sempre allinterno del progetto Adotta un albero.

Sabato 20 ore 10.00 - Scuola Papa Giovanni XXIII di via Roggia Ceresa
Posa di un albero (Cercis) donato dai genitori di una classe 5° che ha concluso il ciclo scolastico lo scorso anno come regalo alla scuola. Saranno presenti gli ex alunni con i genitori, le docenti e le Dirigenti scolastiche.

Lunedì 22 - Scuola Bottacchi di via Boggiani
Posa di 2 piccoli alberi donati dai Carabinieri Forestali in collaborazione con ASSA per la posa.

Martedì 23 ore 10.00 - Asilo Mairati San Rocco
Posa di 3 arbusti (Cornus) donati da NovaVerde a Casa Alessia in collaborazione con Pro Natura e ASSA per la posa

Martedì 23 ore 14.30 - Giardino Boroli di via Redi
Posa degli arbusti recuperati dalle fioriere dismesse del centro storico allinterno del parco con gli alunni della scuola Thouar in collaborazione con Pro Natura e Comunità di SantEgidio nell’ambito del patto di collaborazione tra Associazioni e Comune.

Comune di Novara
NOVARA - Giornata nazionale degli Alberi: iniziative

In occasione della Giornata nazionale degli Alberi, il Comune di Novara propone per la prima volta un ricco calendario di iniziative ed attività che si snoderanno tra venerdì 19 e martedì 23 novembre.

“Sei eventi in cui coinvolgeremo innanzitutto le scuole – spiegano gli assessori al verde Pubblico Rocco Zoccali, all’Ambiente Teresa Armienti e all’Istruzione Giulia Negri – Saranno posati nuovi arbusti e nuove piante nei parchi sia degli edifici scolastici che di spazi della città. Un segnale di grande attenzione che condivideremo con i piccoli studenti, ma anche con la cittadinanza e con le realtà associative impegnate in questo ambito. Un ringraziamento particolare a tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione di queste iniziative che hanno quale obiettivo prioritario la sensibilizzazione su temi oggi più che mai centrali, come l’ambiente e il rispetto di ciò che ci circonda, a partire dai più giovani: perché proprio da loro deve partire quella consapevolezza necessaria a costruire il futuro di tutti noi”.

Ecco gli eventi:

Venerdì 19 ore 9.30 - Parco Coblenza di via Casorati
Nell’ambito del progetto “L’amicizia non ha confini”, partito nel 2019, in collegamento con la scuola libanese con cui è stato portato a termine l’iniziativa “Matite in volo”, è prevista la posa di un Cedro del Libano in collaborazione con ASSA dalle ore 9, quando si aprirà il collegamento online tra le classi 3-4 della Scuola primaria "Rigutini" di Novara e la Scuola elementare e Media Pubblica di Hannawiyah con brevissimi saluti tra i bimbi. I giornalisti sono invitati a partecipare (programma dettagliato in locandina allegata)

Venerdì 19 ore 10.30 - Area verde di Viale Europa angolo via Chinotto
Posa di 4 alberi (1 Orniello, 1 Pioppo e 2 Olmi) in collaborazione con Legambiente e Novara Green all'interno del progetto "Adotta un albero" che prevede la donazione di alberi da parte di cittadini, con la partecipazione degli alunni della scuola Buscaglia di via Fara. Nei giorni seguenti, si effettuerà la posa di 2 Liquidambar in viale XXIII Marzo sempre all'interno del progetto "Adotta un albero".

Sabato 20 ore 10.00 - Scuola Papa Giovanni XXIII di via Roggia Ceresa
Posa di un albero (Cercis) donato dai genitori di una classe 5° che ha concluso il ciclo scolastico lo scorso anno come regalo alla scuola. Saranno presenti gli ex alunni con i genitori, le docenti e le Dirigenti scolastiche.

Lunedì 22 - Scuola Bottacchi di via Boggiani
Posa di 2 piccoli alberi donati dai Carabinieri Forestali in collaborazione con ASSA per la posa.

Martedì 23 ore 10.00 - Asilo Mairati San Rocco
Posa di 3 arbusti (Cornus) donati da NovaVerde a Casa Alessia in collaborazione con Pro Natura e ASSA per la posa

Martedì 23 ore 14.30 - Giardino Boroli di via Redi
Posa degli arbusti recuperati dalle fioriere dismesse del centro storico all'interno del parco con gli alunni della scuola Thouar in collaborazione con Pro Natura e Comunità di Sant'Egidio nell’ambito del patto di collaborazione tra Associazioni e Comune.

Comune di Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Dialoghi Con La Scienza #3 La Manutenzione Del Pensiero -  con Marco Malvaldi e Telmo Pievani
 
Domenica 21 novembre ore 11 - Teatro Faraggiana, Novara

Per capire il cambiamento climatico, bisogna aver cura del pensiero: non è facile cogliere il senso di medie globali, statistiche, probabilità, scenari, modelli, cause ed effetti. Lo scrittore e chimico ci aiuta a coltivare buoni ragionamenti per comprendere lo stato del pianeta e lo studio degli scienziati.
Riscaldamento climatico, crisi ambientale, pandemie, diseguaglianze: il rapporto tra la specie umana e la Terra pare sia a un punto di svolta. Le nuove tecnologie, figlie della creatività umana e delle capacità di innovazione, saranno fondamentali per inventare un mondo nuovo e magari fare pace con la natura di cui siamo parte. Occorre però anche ripensare gli stili di vita, i comportamenti, le scelte di consumo, i modelli di sviluppo, e persino avere più cura del pensiero.
 
Dialoghi con la scienza è una rassegna di cinque appuntamenti, a cura di Telmo Pievani, per riflettere sui temi scientifici più urgenti e sulle loro narrazioni più avvincenti. Filosofo della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione, Pievani è Ordinario presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli studi di Padova, dove ricopre la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche. Presso lo stesso Dipartimento è anche titolare degli insegnamenti di Bioetica e di Divulgazione naturalistica. Evoluzione umana, evoluzione culturale e delle tecnologie, filosofia della scienza, Antropocene e bioetica sono i principali temi dei suoi interventi. Gli ospiti coinvolti nei Dialoghi con la scienza che affronteranno riflessioni su antropocene, fake news, economia circolare e pensiero innovativo sono: i docenti dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Enrico Ferrero e Cristina Meini, le comunicatrici e divulgatrici scientifiche Paola Catapano e Silvia Bencivelli, l’autore della raccolta Sei casi al BarLume Marco Malvaldi e Catia Bastioli, chimica, scienziata e Amministratore Delegato del gruppo Novamont.
https://novara.circololettori.it/
Circolo dei lettori
Circolo dei lettori / Novara
NOVARA - Dialoghi Con La Scienza #3 La Manutenzione Del Pensiero - con Marco Malvaldi e Telmo Pievani

Domenica 21 novembre ore 11 - Teatro Faraggiana, Novara

Per capire il cambiamento climatico, bisogna aver cura del pensiero: non è facile cogliere il senso di medie globali, statistiche, probabilità, scenari, modelli, cause ed effetti. Lo scrittore e chimico ci aiuta a coltivare buoni ragionamenti per comprendere lo stato del pianeta e lo studio degli scienziati.
Riscaldamento climatico, crisi ambientale, pandemie, diseguaglianze: il rapporto tra la specie umana e la Terra pare sia a un punto di svolta. Le nuove tecnologie, figlie della creatività umana e delle capacità di innovazione, saranno fondamentali per inventare un mondo nuovo e magari fare pace con la natura di cui siamo parte. Occorre però anche ripensare gli stili di vita, i comportamenti, le scelte di consumo, i modelli di sviluppo, e persino avere più cura del pensiero.

Dialoghi con la scienza è una rassegna di cinque appuntamenti, a cura di Telmo Pievani, per riflettere sui temi scientifici più urgenti e sulle loro narrazioni più avvincenti. Filosofo della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione, Pievani è Ordinario presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli studi di Padova, dove ricopre la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche. Presso lo stesso Dipartimento è anche titolare degli insegnamenti di Bioetica e di Divulgazione naturalistica. Evoluzione umana, evoluzione culturale e delle tecnologie, filosofia della scienza, Antropocene e bioetica sono i principali temi dei suoi interventi. Gli ospiti coinvolti nei Dialoghi con la scienza che affronteranno riflessioni su antropocene, fake news, economia circolare e pensiero innovativo sono: i docenti dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Enrico Ferrero e Cristina Meini, le comunicatrici e divulgatrici scientifiche Paola Catapano e Silvia Bencivelli, l’autore della raccolta Sei casi al BarLume Marco Malvaldi e Catia Bastioli, chimica, scienziata e Amministratore Delegato del gruppo Novamont.

Circolo dei lettori
Circolo dei lettori / Novara
... Vedi altroVedi di meno
Appuntamento questa sera alle 20 e in replica alle 23 su #OndaNovaraTV , canali Dtt 611 e 864 (Piemonte - Lombardia e Svizzera Italiana) con "La Novara del Bene", rubrica dedicata alle #Associazioni di #volontariato e alle storie positive che accadono sul nostro territorio, a Novara come anche in tutto il Novarese.
Nella puntata di oggi parliamo di Cassiopea Novara, Odv (Organizzazione di Volontariato). Una realtà che, nata nel 1997, si occupa di seguire i giovani, i ragazzi, nel sostegno scolastico, contrastando il disagio giovanile. E che, negli anni, ha ampliato la sua offerta, fornendo anche corsi di lingua italiana per mamme. Ne abbiamo parlato con il presidente Attilio Sartirani e con Sara Colavito, volontaria e impegnata in un progetto di formazione con i giovani.
Pagina Facebook: Cassiopea Novara odv
Pagina Instagram: cassiopea_novara.odv
Sito web: cassiopea-novara.it
Mail: cassiopea.no17@gmail.com
Ha condotto in studio #MonicaFiocchiCurino
Per rimanere aggiornato seguici su #OndaNovaraTV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
Cassiopea Novara
#LaNovaradelBene
La Novara del Bene
Monica Fiocchi
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno

Commenta su Facebook

Uauuuuu apperò

Grazie x tutte le info.... Spero di sintonizzarsi

NOVARA - “Dante Da Paura”: Si conclude L’omaggio Culturale a Dante e alla “Divina Commedia”

Il settore Cultura e il Servizio Pari opportunità della Provincia di Novara patrocinano la mostra “Dante da paura” che si terrà da domani, giovedì 18 novembre, al 28 novembre alla galleria “Spazio vivace” di Novara.

<<Con “Spazio vivace” – spiegano il consigliere delegato alla Cultura Ivan De Grandis e il consigliere delegato alle Pari opportunità ELENA FOTI – abbiamo avviato una collaborazione nei mesi scorsi contribuendo per la distribuzione del libro “Una notte d’Inferno” nell’ambito di un’iniziativa benefica a favore dell’associazione Edosmaile di Galliate, realtà che ha fatto molto per numerose persone e famiglie del nostro territorio. “Una notte d’Inferno” aveva proposto, attraverso una favola per bambini, la cantica dell’”Inferno” della “Divina Commedia” in occasione dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri. I testi erano stati curati da Veronica Armani di “Spazio vivace” e le illustrazioni realizzate da numerosi artisti, novaresi e non: Antonio Vittorio Alfieri, Camilla Casalino, Luigi Casalino, Riccardo Corciolani, Federico Cozzucoli, Caterina Del Nero, Davide Ferro, Sara Lautizi, Costantino Peroni, Roberto Rattazzi, Massimo Romani e Andrea Rossi>>.

“Una notte d’Inferno” era quindi diventato, nel mese di luglio, <<una mostra di dipinti originali e riproduzioni allestita nel quadriportico di palazzo Natta. L’iniziativa – proseguono i consiglieri – era stata tra l’altro riproposta sia in alcune località della provincia, sia anche fuori regione. Proprio in occasione dell’esposizione a palazzo Natta, insieme con Veronica Armani, abbiamo pensato di dare continuità al progetto per la celebrazione del settecentenario dantesco che rendesse omaggio a tutta la “Divina Commedia”: da qui l’idea di Veronica Armani del nuovo libro “Un’ansiosa avventura”, rivolto questa volta agli adulti, e della nuova mostra “Dante da paura”, che concludono l’illustrazione dell’opera dantesca, dando parole e immagini alle cantiche del Purgatorio e del Paradiso all’insegna della bellezza e della poesia. In questo modo – spiegano infine i consiglieri – abbiamo voluto dare continuità e concludere un percorso culturale che abbiamo iniziato insieme e che è stato ampiamente apprezzato dal pubblico>>.

Alla realizzazione della mostra hanno contribuito, insieme con la stessa, Veronica Armani, gli artisti Luigi Casalino, Riccardo Corciolani, Federico Cozzucoli, Caterina Del Nero, Marcello Mantovani, Costantino Peroni, Roberto Rattazzi, Massimo Romani, Andrea Rossi e Davide Tartaglia.

Provincia di Novara
... Vedi altroVedi di meno
"Presa Diretta” del 1711/2021 – Speciale “Dante da paura”
Clicca e guarda - "Presa Diretta".
Presentata la mostra “Dante da paura”, patrocinata dal settore #Cultura e dal Servizio #Pariopportunità della Provincia di Novara, che si terrà da domani, giovedì 18 novembre, al 28 novembre alla galleria Vivace di #Novara. Con “Spazio Vivace” – spiegano il consigliere delegato alla Cultura Ivan De Grandis e il consigliere delegato alle Pari opportunità ELENA FOTI abbiamo avviato una collaborazione nei mesi scorsi per altri progetti similari. Alla realizzazione della mostra hanno contribuito, insieme con la stessa, Veronica Armani, gli artisti Luigi Casalino, Riccardo Corciolani, Federico Cozzucoli, Caterina Del Nero, Marcello Mantovani, Costantino Peroni, Roberto Rattazzi, Massimo Romani, Andrea Rossi e Davide Tartaglia.
Per rimanere aggiornati seguiteci su Onda Novara TV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
#Dantedapaura
Provincia di Novara
Ivan De Grandis - Un amico in Comune ELENA FOTI
#SpazioVivace #VeronicaArmani
#PresaDiretta #OndaNovaraTV
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Premiate le più belle fotografie del Novarese. Da un’iniziativa di #UnpliNovara in collaborazione con #AtlNovara

Sabato 13 novembre 2021 alle 14,30, presso il Teatro Comunale di Momo si è tenuta la premiazione del Contest fotografico #Academynovarese ideato da Unpli Novara in collaborazione con Atl Novara.
I comuni rappresentati dei tre vincitori ex aequo sono Gattico Veruno, Mezzomerico e Momo. I nomi dei fotografi premiati sono: anonimo il primo, al secolo Gabriele Zuanetti il secondo, terzo Filippo Fossati. Gli altri 17 comuni fotografati e premiati sono: Cerano, Ghemme, Bogogno, Bellinzago Novarese, Trecate, Tornaco, Briona, Novara, Vespolate, Sozzago, Grignasco, Casaleggio, Cameri, Barengo, Orta, Ameno e Suno.
La premiazione ha visto la presenza dell’Atl di Novara, parte attiva del progetto; della Provincia e dei Comuni interessati, rappresentati da assessori e sindaci.

Il contest fotografico #Academynovarese è nato dagli incontri di “Academy del tuo Territorio”, webinar realizzati in primavera da Unpli Novara in collaborazione con Atl Provincia di Novara e tenuti dal professore e storico Franco Dessilani.
Ad ogni incontro Dessilani ha illustrato i luoghi da visitare nei vari paesi del novarese. Il Contest fotografico è stato poi lanciato utilizzando il canale social Instagram con l’hashtag #academynovarese ed ha avuto lo scopo di promuovere e valorizzare attraverso le immagini i paesi del Novarese. Alla fine del contest, i Comuni coinvolti sono stati 32 con 562 fotografie. La giuria ha da questo ricco patrimonio di immagini selezionato 20 fotografie: alle 3 foto migliori è stata assegnata una targa ricordo e alle foto che meglio rappresentano la bellezza del nostro territorio è stato dato un premio speciale, legato al progetto “Pro Loco Ambiente”. Il premio è un albero, un tiglio, che è stato donato al Comune in cui è stata scattata la foto. L’albero-premio vuole essere un simbolo di rinascita e di amore per il territorio.

Unpli Novara
Agenzia Turistica Locale NovareseImage attachmentImage attachment
NOVARA - Premiate le più belle fotografie del Novarese. Da un’iniziativa di #UnpliNovara in collaborazione con #AtlNovara

Sabato 13 novembre 2021 alle 14,30, presso il Teatro Comunale di Momo si è tenuta la premiazione del Contest fotografico #Academynovarese ideato da Unpli Novara in collaborazione con Atl Novara.
I comuni rappresentati dei tre vincitori ex aequo sono Gattico Veruno, Mezzomerico e Momo. I nomi dei fotografi premiati sono: anonimo il primo, al secolo Gabriele Zuanetti il secondo, terzo Filippo Fossati. Gli altri 17 comuni fotografati e premiati sono: Cerano, Ghemme, Bogogno, Bellinzago Novarese, Trecate, Tornaco, Briona, Novara, Vespolate, Sozzago, Grignasco, Casaleggio, Cameri, Barengo, Orta, Ameno e Suno.
La premiazione ha visto la presenza dell’Atl di Novara, parte attiva del progetto; della Provincia e dei Comuni interessati, rappresentati da assessori e sindaci.

Il contest fotografico #Academynovarese è nato dagli incontri di “Academy del tuo Territorio”, webinar realizzati in primavera da Unpli Novara in collaborazione con Atl Provincia di Novara e tenuti dal professore e storico Franco Dessilani.
Ad ogni incontro Dessilani ha illustrato i luoghi da visitare nei vari paesi del novarese. Il Contest fotografico è stato poi lanciato utilizzando il canale social Instagram con l’hashtag #academynovarese ed ha avuto lo scopo di promuovere e valorizzare attraverso le immagini i paesi del Novarese. Alla fine del contest, i Comuni coinvolti sono stati 32 con 562 fotografie. La giuria ha da questo ricco patrimonio di immagini selezionato 20 fotografie: alle 3 foto migliori è stata assegnata una targa ricordo e alle foto che meglio rappresentano la bellezza del nostro territorio è stato dato un premio speciale, legato al progetto “Pro Loco Ambiente”. Il premio è un albero, un tiglio, che è stato donato al Comune in cui è stata scattata la foto. L’albero-premio vuole essere un simbolo di rinascita e di amore per il territorio.

Unpli Novara
Agenzia Turistica Locale Novarese
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - “Un Natale InsuperAbile”

Molto più di una semplice “campagna natalizia” di raccolta fondi. Anffas Onlus Borgomanero e Anffas onlus di Novara uniscono le proprie forze per promuovere un progetto di sperimentazione di nuove autonomie per persone con disabilità.
Anffas onlus Borgomanero e Anffas onlus di Novara nascono, infatti, per difendere i diritti e la qualità della vita di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale. Pur diversificandosi nei servizi, entrambe le associazioni perseguono l’obiettivo di garantire a persone disabili e rispettive famiglie la miglior condizione di benessere possibile, mettendo al centro l’unicità della persona e il suo percorso di vita ed elaborando piani educativi personalizzati, che valorizzino le abilità e i talenti di ognuno.
I due anni di pandemia hanno, come è noto, per motivi di sicurezza, costretto le organizzazioni che si occupano di persone disabili, a sospendere le attività abituali, modificando la quotidianità delle persone speciali e delle loro famiglie. Una situazione complicata che ha creato forti limitazioni e problemi ulteriori a chi già, normalmente, conquista con fatica un proprio spazio e una quotidianità possibile. La situazione prolungata di difficoltà ha, purtroppo, limitato e, talvolta, anche bloccato completamente la possibilità, per le persone con disabilità, di mettersi alla prova e di sperimentare nuove abilità che, spesso con tanta fatica, sono state acquisite nel tempo.

“Abbiamo molto riflettuto e condiviso - spiega Laura Lazzarotto, Direttrice di Anffas onlus Borgomanero e di Anffas onlus di Novara - sulla possibilità di mettere in comune competenze, energie e risorse al fine di creare progetti in cui la filiera dei servizi e l’apporto del volontariato possano arrivare a progettare azioni realmente trasformative e migliorative per la vita delle persone di cui ci prendiamo cura. Fare rete non è e non deve essere solo uno slogan, ampiamente strumentalizzato: questi due anni ci hanno riportato fortemente alla necessità di costruire visioni di lungo periodo, di progetti sostenibili e realmente efficaci”.
Il Natale 2021 diventa, quindi, occasione, per le due organizzazioni, per ribadire la necessità di tornare a vivere a pieno la comunità e di attivare le capacità delle persone più fragili.
Nei mesi trascorsi, infatti, si è lavorato sodo per riaprire le residenze per i “progetti di autonomia” e per riprendere le attività all’esterno dei centri. Quali attività? Ad esempio, trascorrere alcuni giorni lontano da casa ed imparare a prendersi cura dei propri spazi e tempi condividendone, una buona parte, con gli altri. Cose semplici. Di routine. Ma non per tutti. Così come godere di serate in compagnia, di gite fuoriporta, di una pizza o di un gelato fuori casa. Esperienze fondamentali per il benessere e per la crescita delle persone più fragili.
Per permettere a tutti di partecipare in sicurezza, c’è però la necessità di creare piccoli gruppi, ottimizzare gli spazi per garantire il distanziamento, aumentare i trasporti e moltiplicare le occasioni, replicando su più turni laboratori e attività giornaliere.
E c’è, quindi, bisogno dell’aiuto di tutti. Per questo, Anffas onlus Borgomanero e Anffas onlus di Novara propongono il progetto “Un Natale Insuperabile” che prevede la possibilità di partecipare alla costruzione di una nuova vita possibile per le persone più fragili.

Come? Scegliendo le preziose STARTbox della linea #ChePaciocco (già: START... proprio per – RI- cominciare!): cofanetti che contengono una doppia esperienza ossia l’energia del delizioso cioccolato di MARC Mastri Artigiani Cioccolatieri di Oleggio e la gioia del dono a Simona, Luca e a tutti i loro amici.
Il progetto (e la campagna) “Un Natale Insuperabile” hanno anche i loro testimonial: Luca e Simona.

Diverse, in occasione del Natale, le possibilità di dono:
• la STARTbox contenente 9 praline a 15 euro;
• la STARTbox contenente 18 caramelle gelée a 15 euro;
• la STARTbox contenente 25 praline a 25 euro
tutte rigorosamente illustrate ad hoc per Anffas e con prodotti firmati MARC- Mastri Artigiani Cioccolatieri; collaborazione che prosegue dallo scorso anno. Inoltre, chi non desidera ricevere la STARTbox, può anche donare liberamente per il progetto “Un Natale InsuperAbile”, godendosi la gioia del gesto.
Ma c’è di più! Con le STARTbox della linea #ChePaCiocco di Anffas si può anche iniziare il nuovo anno con un premio InsuperAbile partecipando all’estrazione di un meraviglioso week end (due notti per due persone) da trascorrere al Mirtillo Rosso Family Hotel di Alagna Valsesia (loc. Riva Valdobbia); l’hotel in cui è sempre Natale! Basta compilare la cartolina preaffrancata e spedirla entro il 31 gennaio 2022. Il 18 febbraio 2022 avverrà l’estrazione del fortunato vincitore!
Le informazioni per l’acquisto dei prodotti della linea #ChePaCiocco si trovano sul sito oppure contattando Benedetta al 393.2536963.
Per saperne di più:



Anffas Onlus Borgomanero
Anffas Onlus Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Bando Di Concorso Per Borse di Studio a Studentesse e studenti universitari appartenenti All’ “Antico Contado Novarese”

É aperto il concorso per borse di studio, premi, sussidi e contributi in genere a studenti universitari appartenenti a famiglie residenti nell’ “Antico Contado Novarese” per l’anno accademico 2021/2022.
Le borse di studio, i premi, i sussidi ed i contributi in genere sono riservati agli studenti ed alle studentesse che frequentino:
le sedi universitarie in Piemonte e Lombardia oppure, in caso di documentata esigenza scientifica,
in altre sedi;
le Accademie di Belle Arti;
master di 2° livello - scuole di perfezionamento post-universitario in qualunque sede italiana od
estera.
Numero ed entità delle borse di studio.
L’importo delle borse di studio è fissato in:
Euro 1.700,00 per gli studenti iscritti all’Università del Piemonte Orientale
Euro 2.500,00 per gli studenti iscritti alle altre università
Il numero massimo delle borse erogabili è di n. 30 per la Borsa Caccia, n. 5 per la Borsa Baccarlino, n. 1 per la Borsa Stoppani, n. 1 per la Borsa Canalini, n. 1 per la Borsa Di Tieri e n. 2 per la Borsa Quaglino

REQUISITI
Possono partecipare al concorso:
 Studenti e studentesse iscritti regolarmente dal secondo anno del corso di laurea (triennale o
a ciclo unico), che abbiano conseguito almeno una votazione media d’esame di 28/30 in ogni
anno accademico precedente;
 Studenti già in possesso di laurea triennale, iscritti a corsi di laurea specialistica con votazione
media, nel precedente corso universitario, non inferiore a 28/30 e che abbiano conseguito il
titolo di studio senza ritardo e nel numero di anni previsto dal rispettivo piano di studi;
 Laureati, con laurea specialistica o a ciclo unico, iscritti a master di 2° livello o a scuole di perfezionamento post-universitario con votazione media, nel precedente corso di laurea, non
inferiore a 29/30;
i quali siano anche, in ordine di preferenza:
 appartenenti alle famiglie Caccia di Novara ed alle altre famiglie legate per consanguineità al fondatore del Collegio, con preferenza ai consanguinei più prossimi;
 discendenti del Notaio Carlo Grazioli che ricevette il testamento del Fondatore il 30 agosto 1616;
 nati a Novara o nel suo contado secondo l’estensione ed i limiti che questo aveva nell’anno 1616 purché:
- residenti a Novara o nel suo contado al momento della presentazione della domanda;
- almeno uno dei genitori sia nato nella città di Novara o nel suo contado o vi sia residenza decennale ininterrotta della famiglia in Novara o nel suo contado, con riferimento alla data di presentazione della domanda.
Se la nascita è avvenuta casualmente o per motivi medici o sanitari fuori dalla città di Novara o del suo contado, è richiesto il requisito della residenza decennale ininterrotta della famiglia di origine nella città di Novara o del suo contado al momento della presentazione della domanda e la nascita in Novara o nel suo contado di almeno uno dei genitori.
In tutte le categorie il criterio generale di precedenza sarà il merito di studio; a parità di merito sarà data la precedenza ai giovani che presenteranno adeguata documentazione comprovante meno elevate condizioni economiche sulla base della Certificazione ISEE.
Sussidi straordinari potranno essere conferiti a insindacabile giudizio del Consiglio di Amministrazione a studenti, anche matricole, di disagiate condizioni economiche e di ottimo profitto esclusi dall’assegnazione delle borse di studio. Le disagiate condizioni economiche dovranno essere compravate sempre dalla Certificazione ISEE.

DOCUMENTAZIONE

Le domande per l’anno accademico 2021/2022, redatte in carta libera e corredate di tutti i documenti, dovranno essere presentate alla Fondazione Nobile Collegio Caccia esclusivamente a mezzo posta
elettronica all’indirizzo info@fondazionenobilecollegiocaccia.it, entro il termine perentorio del 21 dicembre 2021.

Nelle domande devono essere chiaramente indicati il corso di laurea e la sede universitaria prescelta; va, inoltre, specificata la residenza della famiglia del richiedente.

Elenco dei Comuni compresi nell’ “Antico Contado Novarese”:
Agrate Conturbia - Borgo Ticino - Borgolavezzaro - Bogogno - Biandrate - Briona - Bellinzago - Briga - Borgomanero – Borgo Vercelli - Barengo - Boca - Cavaglio d’Agogna - Cameri - Casalino - Casalvolone -Caltignaga con Sologno - Castellazzo Novarese - Cerano - Comignago - Cureggio - Cavaglietto - Cavallirio - Cressa - Casalbeltrame - Casaleggio Novarese - Carpignano Sesia - Divignano - Fara Novarese - Fontaneto d’Agogna - Granozzo - Gattico - Garbagna Novarese - Galliate - Ghemme - Grignasco - Landiona - Marano Ticino - Momo - Maggiora - Mezzomerico - Mandello Vitta - Nibbiola - Novara - Oleggio - Pombia - Prato Sesia - Romentino - Romagnano Sesia - San Pietro Mosezzo - Sozzago - Suno - Sillavengo - San Nazzaro Sesia - Sizzano - Trecate - Terdobbiate - Varallo Pombia - Veruno - Vespolate - Vicolungo - Vaprio d’Agogna - Villata

Maggiori Info a Fondazione Nobile Collegio Caccia
Sede: Novara, Via Andrea Costa Nr. 19
Segreteria: Novara, Via Solaroli Nr. 4/B Tel 0321/612379
E-Mail: Info@Fondazionenobilecollegiocaccia.It
... Vedi altroVedi di meno
ASL NOVARA - World Prematurity Day (Giornata Mondiale della Prematurità) - Il mondo si illumina di viola

L’Asl Novara aderisce alla Giornata Mondiale della #Prematurità - World Prematurity Day –  attraverso il Centro nascita dell’ Ospedale S.S. Trinità di Borgomanero che accoglie i bambini prematuri  superiori alle 32 settimane di età #gestazionale.
Da giovedì 18 a sabato 20 novembre la palazzina Materno-Infantile dell’Ospedale di Borgomanero si colorerà di viola per sensibilizzare la popolazione sulla prevenzione del parto pretermine, sulla nascita prematura e sul percorso di crescita dei bambini, che dalla nascita sono ricoverati in un reparto di cure subintensive o intensive.
Sabato 20 novembre saranno invitati, dalle 14:00 alle 18:00, inoltre, i bimbi “ex prematuri” nati negli ultimi due anni presso l’ospedale cittadino, per consegnare loro un piccolo dono preparato dalle infermiere del reparto di neonatologia.

Tra i diritti fondamentali contenuti nella Carta dei diritti del bambino nato prematuro (approvata dal Senato nel 2010) si ricordano: il limitare il più possibile la separazione mamma-bambino e incentivare e supportare sempre l’allattamento al seno.

Il Centro di #Borgomanero riconosce ed opera ogni giorno per rendere effettivi i diritti inalienabili di un bambino che, nato prima del tempo, deve essere considerato una persona che necessita di attenzioni e di cure. L’obiettivo è di non separare mamma e bambino dalla nascita se le condizioni e il grado di prematurità lo consentono. 
Nel caso sia necessario monitorizzare o avviare cure intensive, i genitori possono in qualunque momento stare accanto al proprio bimbo, accarezzarlo, eseguire manovre di nursing o eseguire la marsupio terapia.
Durante tutta la degenza, così come dopo la dimissione, il latte di mamma resta il più prezioso alimento per questi nostri piccoli pazienti...

“Non solo curarli ma anche prendersi cura di loro!”
Asl Novara
ASL NOVARA - World Prematurity Day (Giornata Mondiale della Prematurità) - Il mondo si illumina di viola

L’Asl Novara aderisce alla Giornata Mondiale della #Prematurità - World Prematurity Day – attraverso il Centro nascita dell’ Ospedale S.S. Trinità di Borgomanero che accoglie i bambini prematuri superiori alle 32 settimane di età #gestazionale.
Da giovedì 18 a sabato 20 novembre la palazzina Materno-Infantile dell’Ospedale di Borgomanero si colorerà di viola per sensibilizzare la popolazione sulla prevenzione del parto pretermine, sulla nascita prematura e sul percorso di crescita dei bambini, che dalla nascita sono ricoverati in un reparto di cure subintensive o intensive.
Sabato 20 novembre saranno invitati, dalle 14:00 alle 18:00, inoltre, i bimbi “ex prematuri” nati negli ultimi due anni presso l’ospedale cittadino, per consegnare loro un piccolo dono preparato dalle infermiere del reparto di neonatologia.

Tra i diritti fondamentali contenuti nella Carta dei diritti del bambino nato prematuro (approvata dal Senato nel 2010) si ricordano: il limitare il più possibile la separazione mamma-bambino e incentivare e supportare sempre l’allattamento al seno.

Il Centro di #Borgomanero riconosce ed opera ogni giorno per rendere effettivi i diritti inalienabili di un bambino che, nato prima del tempo, deve essere considerato una persona che necessita di attenzioni e di cure. L’obiettivo è di non separare mamma e bambino dalla nascita se le condizioni e il grado di prematurità lo consentono.
Nel caso sia necessario monitorizzare o avviare cure intensive, i genitori possono in qualunque momento stare accanto al proprio bimbo, accarezzarlo, eseguire manovre di nursing o eseguire la marsupio terapia.
Durante tutta la degenza, così come dopo la dimissione, il latte di mamma resta il più prezioso alimento per questi nostri piccoli pazienti...

“Non solo curarli ma anche prendersi cura di loro!”
Asl Novara
... Vedi altroVedi di meno
ASL NOVARA - 17 novembre: Giornata mondiale per l’eliminazione del tumore della cervice uterina

Mercoledì 17 novembre ricorre la Giornata mondiale per l’eliminazione del tumore della cervice uterina (collo dell’utero) e in questa occasione la Palazzina del Dipartimento Materno Infantile (Ostetricia e Ginecologia, Pediatria e Neonatologia) dell’Ospedale S.s. Trinità di Borgomanero per verrà illuminata di colore “teal” (foglia di tè)

Parola d’ordine: Eliminazione globale! 
Come: con la Prevenzione (vaccinazione contro l’HPV) e la diagnosi precoce (screening con Pap-test e Hpv Test)

La persistenza di tipi HPV ad alto rischio è la causa necessaria del carcinoma della cervice uterina (collo dell’utero), il primo tumore riconosciuto, ad oggi, dall’Organizzazione mondiale della sanità come riconducibile ad una infezione. 

La prevalenza globale dell’infezione da HPV, nelle donne, è stimata attorno all’11%-12%, pur con differenze estremamente significative nei diversi Paesi.
L’infezione da Papilloma virus (HPV) si manifesta  nelle donne intorno ai 25 anni per diminuire con il progredire delletà; un secondo picco si presenta intorno ai 45 anni.
Negli uomini, dai 18 ai 70 anni di età, si evidenzia una prevalenza complessiva dell’infezione del 65,2%, che rimane costante nel corso della vita.

Lo sviluppo di vaccini in grado di prevenire le infezioni da HPV, e l’evoluzione conseguente ha offerto la possibilità di intervenire nei soggetti sani con una vera e propria prevenzione primaria.
Dall’attivazione del programma della Regione Piemonte dello screening del cervico carcinoma, le Strutture dell’Asl Novara hanno attivamente partecipato ai percorsi formativi, diagnostici, organizzativi attuati.

Dal 2014 la Struttura Complessa di Citologia Diagnostica  e Anatomia Patologica è stata individuata Centro Unico di Riferimento Regionale del Piemonte Orientale per lo Screening del Cervicocarcinoma con l’esecuzione di HPV DNA test, degli esami citologici ed istologici.
.
Asl Novara
ASL NOVARA - 17 novembre: Giornata mondiale per l’eliminazione del tumore della cervice uterina

Mercoledì 17 novembre ricorre la Giornata mondiale per l’eliminazione del tumore della cervice uterina (collo dell’utero) e in questa occasione la Palazzina del Dipartimento Materno Infantile (Ostetricia e Ginecologia, Pediatria e Neonatologia) dell’Ospedale S.s. Trinità di Borgomanero per verrà illuminata di colore “teal” (foglia di tè)

Parola d’ordine: Eliminazione globale!
Come: con la Prevenzione (vaccinazione contro l’HPV) e la diagnosi precoce (screening con Pap-test e Hpv Test)

La persistenza di tipi HPV ad alto rischio è la causa necessaria del carcinoma della cervice uterina (collo dell’utero), il primo tumore riconosciuto, ad oggi, dall’Organizzazione mondiale della sanità come riconducibile ad una infezione.

La prevalenza globale dell’infezione da HPV, nelle donne, è stimata attorno all’11%-12%, pur con differenze estremamente significative nei diversi Paesi.
L’infezione da Papilloma virus (HPV) si manifesta nelle donne intorno ai 25 anni per diminuire con il progredire dell'età; un secondo picco si presenta intorno ai 45 anni.
Negli uomini, dai 18 ai 70 anni di età, si evidenzia una prevalenza complessiva dell’infezione del 65,2%, che rimane costante nel corso della vita.

Lo sviluppo di vaccini in grado di prevenire le infezioni da HPV, e l’evoluzione conseguente ha offerto la possibilità di intervenire nei soggetti sani con una vera e propria prevenzione primaria.
Dall’attivazione del programma della Regione Piemonte dello screening del cervico carcinoma, le Strutture dell’Asl Novara hanno attivamente partecipato ai percorsi formativi, diagnostici, organizzativi attuati.

Dal 2014 la Struttura Complessa di Citologia Diagnostica e Anatomia Patologica è stata individuata Centro Unico di Riferimento Regionale del Piemonte Orientale per lo Screening del Cervicocarcinoma con l’esecuzione di HPV DNA test, degli esami citologici ed istologici.
<La prevenzione resta un arma importante nella lotta contro il cancro del collo dell’utero, l’ Asl Novara è particolarmente attiva e aderisce a questi eventi sottolineando l'importanza della sensibilizzazione della popolazione su queste tematiche.
E’ necessario mettere in atto tutte le misure utili a prevenire la malattia, perché una diagnosi precoce può salvare la vita ed è fondamentale una maggiore consapevolezza del ruolo che ognuno di noi può avere per la salvaguardia della propria salute>.
Asl Novara
... Vedi altroVedi di meno
Leggi altro

Copyright All right reserved