Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
PIEMONTE - Al via da oggi la stagione balneare.
Sono 79 le spiagge che hanno il “via libera” da Arpa per la qualità delle acque relativa alla balneazione e di queste 45 hanno ottenuto la classificazione di “eccellente”. Nel complesso, il 97% delle spiagge ha centrato l’obiettivo imposto dalla normativa europea. L’assessore all’Ambiente Marnati: “Sono convinto che molti turisti si riverseranno in Piemonte in una stagione all’insegna della ripresa”
Si apre oggi, per chiudersi il prossimo 30 settembre, la #stagione #balneare in #Piemonte. E quest’anno alla rete delle “acque di balneazione” che hanno avuto il via libera da Arpa dopo i prelievi e le analisi, si aggiunge la new entry di località Vevera di Arona, inserita al termine dei lavori di adeguamento alla rete fognaria in prossimità della costa, e dove lunedì scorso è stato fatto il primo campionamento con esito favorevole.
I punti sono distribuiti su sette laghi - Maggiore, Orta, Mergozzo, Viverone, Avigliana, Sirio e Candia - e due torrenti - Cannobino e San Bernardino. Quasi la totalità delle spiagge, per l’esattezza, il 97%, hanno centrato l’obiettivo imposto dalla normativa europea; 45 sono quelle che hanno ottenuto il massimo punteggio, con la certificazione di stato di qualità, relativa alla balneazione, di “Eccellente”, la maggior parte delle quali, ben 24, si trovano sul Lago Maggiore. Dieci quelle sul Lago d’Orta, 3 sul Lago di Mergozzo, 4 sul Lago di Viverone, 3 sul Lago Sirio e 1 sul lago di Avigliana. Le restanti spiagge presentano uno stato da buono a sufficiente.
“I nostri laghi – commenta l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati – sono meravigliosi e puliti. Sono convinto che molti turisti si riverseranno in Piemonte in una stagione all’insegna della ripresa”.
Anche nel corso della stagione balneare 2021 verrà inoltre fatto un monitoraggio dei cianobatteri con lo scopo di prevenire eventuali rischi per la salute dei bagnanti sui laghi Maggiore, Sirio, Candia, Viverone e Avigliana Grande.
... Vedi altroVedi di meno
Clicca e guarda - "Presa Diretta", Inaugurato questa mattina in piazza della Repubblica a Novara, il nuovo mezzo logistico del Comitato CRI di Novara acquistato grazie all’impegno quotidiano dei #Volontari e con il contributo di “Lions Club Novara Host”.
Servizio a cura di Maria Rosa Marsilio ed Emanuela Fortuna.
Per rimanere aggiornato seguici su #OndaNovaraTV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
#PresaDiretta #OndaNovaraTv

Croce Rossa Italiana - Comitato di Novara
#ComitatoCRIdiNovara
Lions Club Novara Host
Comune di Novara
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
PIEMONTE A Torino le Universiadi invernali 2025

Sarà #Torino ad ospitare le #Universiadi invernali del 2025: la designazione, sconfiggendo Stoccolma, nel corso della votazione del Consiglio della Federazione internazionale sport universitario, che si è svolta nel capoluogo piemontese.
“Abbiamo lavorato per due anni aspettando questo momento - commenta il presidente Alberto Cirio - e adesso siamo felicissimi di poterlo festeggiare, perché le Universiadi rappresentano un evento sportivo straordinario, ma anche una grande occasione per ricordare al mondo la bellezza del nostro territorio. Le Universiadi sono nate a Torino. Sono nate in #Piemonte. E il Piemonte non vede l’ora di tornare a ospitarle”. 
Saranno giornate di grande sport - garantisce lassessore regionale allo #Sport Fabrizio Ricca - capaci di far conoscere le nostre montagne, ma saranno anche giornate che lasceranno in Piemonte residenze universitarie e strutture ricettive. In questo modo renderemo Torino ancora di più una città universitaria”.
“La conferma del fatto che Torino, e quindi il Piemonte, ospiterà le Universiadi del 2025 rappresenta anche per la nostra città, una delle sedi della sempre più prestigiosa Università del Piemonte Orientale, un grande opportunità  sia in termini di immagine che di ricadute anche economiche e sportive.

La dichiarazione del Sindaco del #ComunediNovara Alessandro Canelli a proposito della conferma delle Universiadi di Torino e del lavoro svolto a più livelli a favore di tale risultato.
Un evento che avrà risonanza a livello mondiale e che proietterà la nostra Regione su una vetrina internazionale. 
Ora bisogna lavorare affinché le ricadute positive di questa assegnazione ricadano il più possibile anche sul Piemonte Orientale e sulla nostra città che sempre più deve rafforzare ed irrobustire la sua vocazione universitaria. 
Occorre fare squadra e lavorare trasversalmente a livello istituzionale e anche politico perché ciò avvenga. 
A tal proposito ringrazio il senatore Nastri di Fratelli d’Italia per l’azione politica svolta in Senato con l’approvazione della mozione a favore delle possibili ricadute delle Universiadi anche sulla nostra città”.
PIEMONTE A Torino le Universiadi invernali 2025

Sarà #Torino ad ospitare le #Universiadi invernali del 2025: la designazione, sconfiggendo Stoccolma, nel corso della votazione del Consiglio della Federazione internazionale sport universitario, che si è svolta nel capoluogo piemontese.
“Abbiamo lavorato per due anni aspettando questo momento - commenta il presidente Alberto Cirio - e adesso siamo felicissimi di poterlo festeggiare, perché le Universiadi rappresentano un evento sportivo straordinario, ma anche una grande occasione per ricordare al mondo la bellezza del nostro territorio. Le Universiadi sono nate a Torino. Sono nate in #Piemonte. E il Piemonte non vede l’ora di tornare a ospitarle”.
"Saranno giornate di grande sport - garantisce l'assessore regionale allo #Sport Fabrizio Ricca - capaci di far conoscere le nostre montagne, ma saranno anche giornate che lasceranno in Piemonte residenze universitarie e strutture ricettive. In questo modo renderemo Torino ancora di più una città universitaria”.
“La conferma del fatto che Torino, e quindi il Piemonte, ospiterà le Universiadi del 2025 rappresenta anche per la nostra città, una delle sedi della sempre più prestigiosa Università del Piemonte Orientale, un grande opportunità sia in termini di immagine che di ricadute anche economiche e sportive.

La dichiarazione del Sindaco del #ComunediNovara Alessandro Canelli a proposito della conferma delle Universiadi di Torino e del lavoro svolto a più livelli a favore di tale risultato.
"Un evento che avrà risonanza a livello mondiale e che proietterà la nostra Regione su una vetrina internazionale.
Ora bisogna lavorare affinché le ricadute positive di questa assegnazione ricadano il più possibile anche sul Piemonte Orientale e sulla nostra città che sempre più deve rafforzare ed irrobustire la sua vocazione universitaria.
Occorre fare squadra e lavorare trasversalmente a livello istituzionale e anche politico perché ciò avvenga.
A tal proposito ringrazio il senatore Nastri di Fratelli d’Italia per l’azione politica svolta in Senato con l’approvazione della mozione a favore delle possibili ricadute delle Universiadi anche sulla nostra città”.
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Inaugurato questa mattina in piazza della Repubblica a Novara, il nuovo mezzo logistico del Comitato CRI di Novara acquistato grazie all’impegno quotidiano dei #Volontari e con il contributo di “Lions Club Novara Host”.
(Servizio di Maria Rosa Marsilio ed Emanuela Fortuna)

Croce Rossa Italiana - Comitato di Novara
#ComitatoCRIdiNovara
Lions Club Novara Host
Comune di Novara
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
Appuntamento questa sera alle 21,00 su Onda Novara TV , canali Dtt 611 e 864 (Piemonte - Lombardia e Svizzera Italiana) e in live stream su www.ondanovara.it con il secondo di quattro convegni su “Novara e il moto del 1821”
Novara e il moto del 1821 (parte seconda) - Relatore Dottor Paolo Cirri, Storico
Il secondo intervento del Dottor Paolo Cirri ci racconta di una Novara teatro ma non attrice dei moti. Carlo Alberto si trova ad affrontare una situazione difficilissima. De La Tour a capo delle forze piemontesi deve respingere un primo attacco dei costituzionalisti, con il medico camerese Francesco Tadini, estremista liberale, tra i protagonisti. Con l’annuncio della concessione della Costituzione, si forma a Novara una giunta comunale con rappresentanza liberale. Dopo varie vicissitudini Carlo Felice, da Modena, impone di richiedere l’aiuto degli austriaci per chiudere definitivamente i moti. Novara è invasa da truppe piemontesi e austriache. La battaglia si svolge nei luoghi del 1849, fu veloce e senza troppe vittime con la fuga dei costituzionalisti verso Vercelli.
Questo avvenimento mediatico è stato pensato ed organizzato da NOVARA IN PRIMA LINEA, la sezione storica dell’Associazione Nuares.it. OdV, per ricordare il 200° anniversario della battaglia che si svolse nel 1821 nella nostra città tra piemontesi/austriaci e i liberali-costituzionalisti. NOVARA IN PRIMA LINEA si è avvalsa della collaborazione dell’Associazione Amici del Parco della Battaglia e della Società Storica Novarese alle quali va aggiunto il supporto del Museo Expo Risorgimento e della Fondazione Castello visconteo-sforzesco di Novara. 
I relatori che hanno dato il loro contributo concreto alla buona riuscita del convegno online sono:
Il Dottor Paolo Cirri, storico, fondatore e presidente dell’Associazione Amici del Parco della Battaglia e presidente della Società Storica Novarese, il Dottor Giampietro Morreale, Archivista e Storico, e il Dottor Stefano Apostolo, germanista, Università degli Studi di Milano, per un totale di quattro interventi.
#Novaraeilmotodel1821 #NOVARAINPRIMALINEA #AssociazioneNuaresitOdV #PaoloCirri #AssociazioneAmicidelParcodellaBattaglia #SocietàStoricaNovarese #MuseoExpoRisorgimento
#FondazioneCastelloVisconteoSforzescodiNovara #GiampietroMorreale #StefanoApostolo #Piemonte #Savoia #VittorioEmanueleI #CarloFelice #CarloAlberto
Nuares.it ODV - Quelli a cui piace il Dialetto di Novara
Novara in prima linea
#OndaNovaraTV Mario Teruggi
Appuntamento questa sera alle 21,00 su Onda Novara TV , canali Dtt 611 e 864 (Piemonte - Lombardia e Svizzera Italiana) e in live stream su con il secondo di quattro convegni su “Novara e il moto del 1821”
Novara e il moto del 1821 (parte seconda) - Relatore Dottor Paolo Cirri, Storico
Il secondo intervento del Dottor Paolo Cirri ci racconta di una Novara teatro ma non attrice dei moti. Carlo Alberto si trova ad affrontare una situazione difficilissima. De La Tour a capo delle forze piemontesi deve respingere un primo attacco dei costituzionalisti, con il medico camerese Francesco Tadini, estremista liberale, tra i protagonisti. Con l’annuncio della concessione della Costituzione, si forma a Novara una giunta comunale con rappresentanza liberale. Dopo varie vicissitudini Carlo Felice, da Modena, impone di richiedere l’aiuto degli austriaci per chiudere definitivamente i moti. Novara è invasa da truppe piemontesi e austriache. La battaglia si svolge nei luoghi del 1849, fu veloce e senza troppe vittime con la fuga dei costituzionalisti verso Vercelli.
Questo avvenimento mediatico è stato pensato ed organizzato da NOVARA IN PRIMA LINEA, la sezione storica dell’Associazione Nuares.it. OdV, per ricordare il 200° anniversario della battaglia che si svolse nel 1821 nella nostra città tra piemontesi/austriaci e i liberali-costituzionalisti. NOVARA IN PRIMA LINEA si è avvalsa della collaborazione dell’Associazione Amici del Parco della Battaglia e della Società Storica Novarese alle quali va aggiunto il supporto del Museo Expo Risorgimento e della Fondazione Castello visconteo-sforzesco di Novara.
I relatori che hanno dato il loro contributo concreto alla buona riuscita del convegno online sono:
Il Dottor Paolo Cirri, storico, fondatore e presidente dell’Associazione Amici del Parco della Battaglia e presidente della Società Storica Novarese, il Dottor Giampietro Morreale, Archivista e Storico, e il Dottor Stefano Apostolo, germanista, Università degli Studi di Milano, per un totale di quattro interventi.
#Novaraeilmotodel1821 #NOVARAINPRIMALINEA #AssociazioneNuaresitOdV #PaoloCirri #AssociazioneAmicidelParcodellaBattaglia #SocietàStoricaNovarese #MuseoExpoRisorgimento
#FondazioneCastelloVisconteoSforzescodiNovara #GiampietroMorreale #StefanoApostolo #Piemonte #Savoia #VittorioEmanueleI #CarloFelice #CarloAlberto
Nuares.it ODV - Quelli a cui piace il Dialetto di Novara
Novara in prima linea
#OndaNovaraTV Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
Castello di Novara – Gli eventi del momento 

Divisionismo - La rivoluzione della luce – REWIND 
dal 24 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021 – prorogata fino al 2 giugno 2021

La grande mostra Divisionismo La rivoluzione della luce, aperta il 23 novembre 2019 e chiusa anticipatamente per effetto di quanto disposto dalle norme emanate per il contenimento del virus Covid-19; riaperta al pubblico dal 24 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021 in formula “Rewind” – prorogata fino al 2 giugno 2021
Promossa e organizzata dal Comune di Novara, dalla Fondazione Castello Visconteo e dall’Associazione METS Percorsi d’Arte, in collaborazione con #ATL della provincia di Novara, con i patrocini di Commissione europea e Provincia di Novara, con il sostegno di Banco #BPM (Main Sponsor),  Regione Piemonte, Fondazione CRT e Esseco s.r.l., è curata dalla nota studiosa Annie-Paule Quinsac, tra i primi storici dell’arte ad essersi dedicata al Divisionismo sul finire degli anni Sessanta, esperta in particolare di Giovanni Segantini – figura che ha dominato l’arte europea dagli anni Novanta alla Prima guerra mondiale –, di Carlo Fornara e di Vittore Grubicy de Dragon, artisti ai quali ha dedicato fondamentali pubblicazioni ed esposizioni.

- La mostra “UN MONDO DI LUCE – Mostra fotografica dei soci della Società Fotografica Novarese”
dal 12 febbraio al 26 marzo 2021 – prorogata fino al 2 giugno
INGRESSO LIBERO

Grande rassegna fotografica dei soci del circolo, per celebrare l’80esimo anniversario dalla fondazione.
Oltre 300 fotografie stampate in grande formato e organizzate in portfolio di 6 per autore, che spaziano dal paesaggio al ritratto, dalla street photography alla fotografia naturalistica, dal reportage alla fotografia di architettura, per citare quelle più presenti.
Una molteplicità di stili fotografici.
In vendita il libro omonimo con le stesse foto, il cui ricavato andrà interamente a un bellissimo progetto di Casa Alessia!
Novara – Castello Visconteo Sforzesco
Orari:
Giovedì 15-18
Venerdì 15.00-18.00
Sabato 15.00-18.00
Domenica 10.00-12.30 e 14.30-18

- La Mostra “La bicicletta nella Resistenza”, allestita in collaborazione con l’Associazione culturale Stella Alpina presso l’area archeologica del Castello di Novara, è stata  inaugurata sabato 8 maggio
alle 17:30, in occasione del passaggio del Giro d’Italia a Novara il giorno successivo.
E’ visitabile, su prenotazione, fino al 27 giugno 2021. Narra, attraverso parole e immagini, la storia della biciletta durante la Resistenza al nazifascismo, dei campioni del ciclismo combattenti per la Libertà, della vita di Gino Bartali e di altre straordinarie figure che, scegliendo da che parte stare, hanno dato il loro contributo alla Liberazione di questo Paese dalla dittatura.
Ingresso gratuito
Apertura infrasettimanale al mattino per le scuole (su prenotazione)
Apertura sabato e domenica dalla 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00 (su prenotazione)
Per informazioni e prenotazioni: anpinovara@gmail.com oppure solo WhatsApp al 3887961205
Castello di NovaraImage attachmentImage attachment
Castello di Novara – Gli eventi del momento

Divisionismo - La rivoluzione della luce – REWIND
dal 24 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021 – prorogata fino al 2 giugno 2021

La grande mostra Divisionismo La rivoluzione della luce, aperta il 23 novembre 2019 e chiusa anticipatamente per effetto di quanto disposto dalle norme emanate per il contenimento del virus Covid-19; riaperta al pubblico dal 24 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021 in formula “Rewind” – prorogata fino al 2 giugno 2021
Promossa e organizzata dal Comune di Novara, dalla Fondazione Castello Visconteo e dall’Associazione METS Percorsi d’Arte, in collaborazione con #ATL della provincia di Novara, con i patrocini di Commissione europea e Provincia di Novara, con il sostegno di Banco #BPM (Main Sponsor), Regione Piemonte, Fondazione CRT e Esseco s.r.l., è curata dalla nota studiosa Annie-Paule Quinsac, tra i primi storici dell’arte ad essersi dedicata al Divisionismo sul finire degli anni Sessanta, esperta in particolare di Giovanni Segantini – figura che ha dominato l’arte europea dagli anni Novanta alla Prima guerra mondiale –, di Carlo Fornara e di Vittore Grubicy de Dragon, artisti ai quali ha dedicato fondamentali pubblicazioni ed esposizioni.

- La mostra “UN MONDO DI LUCE – Mostra fotografica dei soci della Società Fotografica Novarese”
dal 12 febbraio al 26 marzo 2021 – prorogata fino al 2 giugno
INGRESSO LIBERO

Grande rassegna fotografica dei soci del circolo, per celebrare l’80esimo anniversario dalla fondazione.
Oltre 300 fotografie stampate in grande formato e organizzate in portfolio di 6 per autore, che spaziano dal paesaggio al ritratto, dalla street photography alla fotografia naturalistica, dal reportage alla fotografia di architettura, per citare quelle più presenti.
Una molteplicità di stili fotografici.
In vendita il libro omonimo con le stesse foto, il cui ricavato andrà interamente a un bellissimo progetto di Casa Alessia!
Novara – Castello Visconteo Sforzesco
Orari:
Giovedì 15-18
Venerdì 15.00-18.00
Sabato 15.00-18.00
Domenica 10.00-12.30 e 14.30-18

- La Mostra “La bicicletta nella Resistenza”, allestita in collaborazione con l’Associazione culturale Stella Alpina presso l’area archeologica del Castello di Novara, è stata inaugurata sabato 8 maggio
alle 17:30, in occasione del passaggio del Giro d’Italia a Novara il giorno successivo.
E’ visitabile, su prenotazione, fino al 27 giugno 2021. Narra, attraverso parole e immagini, la storia della biciletta durante la Resistenza al nazifascismo, dei campioni del ciclismo combattenti per la Libertà, della vita di Gino Bartali e di altre straordinarie figure che, scegliendo da che parte stare, hanno dato il loro contributo alla Liberazione di questo Paese dalla dittatura.
Ingresso gratuito
Apertura infrasettimanale al mattino per le scuole (su prenotazione)
Apertura sabato e domenica dalla 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00 (su prenotazione)
Per informazioni e prenotazioni: anpinovara@gmail.com oppure solo WhatsApp al 3887961205
Castello di Novara
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Con il prossimo mese di Settembre il progetto “vendemmia turistica e didattica” approda anche nelle Colline Novaresi 

. Il consigliere delegato all’#Agricoltura della Provincia di Novara Nieli Maurizio introduce con queste parole il progetto “Vendemmia turistica e didattica” . Il progetto è stato discusso nella mattinata del 10 maggio, nell’aula consiliare di palazzo Natta, alla presenza del vicepresidente nazionale e referente per il Piemonte dell’associazione Città del Vino Stefano Vercelloni, del sindaco del Comune di Ghemme e presidente della Convenzione dei quattordici #Comunivitivinicoli Davide Temporelli, dei tecnici dello #Spresal dell’Asl Novara, dei rappresentanti dell’#Ispettoratoterritorialedellavoro, delle associazioni di categoria provinciali Confagricoltura Novara e CIA Novara Vercelli VCO. . Il vicepresidente nazionale e referente di “Città del vino” per il Piemonte Stefano Vercelloni rimarca dal canto suo che . Il consigliere Nieli aggiunge a conclusione che .
NOVARA - Con il prossimo mese di Settembre il progetto “vendemmia turistica e didattica” approda anche nelle Colline Novaresi

<<L’obiettivo è quello di rendere uno dei momenti più importanti del mondo vitivinicolo locale, ovvero la #vendemmia, aperto anche ai non addetti ai lavori nel rispetto delle norme di sicurezza>>. Il consigliere delegato all’#Agricoltura della Provincia di Novara Nieli Maurizio introduce con queste parole il progetto “Vendemmia turistica e didattica” <<che intendiamo lanciare nel nostro #territorio con il prossimo mese di settembre – spiega - alla luce del grande interesse che questo momento suscita tra gli appassionati del turismo #enogastronomico che da qualche anno hanno cominciato a frequentare le colline del #Novarese>>. Il progetto è stato discusso nella mattinata del 10 maggio, nell’aula consiliare di palazzo Natta, alla presenza del vicepresidente nazionale e referente per il Piemonte dell’associazione Città del Vino Stefano Vercelloni, del sindaco del Comune di Ghemme e presidente della Convenzione dei quattordici #Comunivitivinicoli Davide Temporelli, dei tecnici dello #Spresal dell’Asl Novara, dei rappresentanti dell’#Ispettoratoterritorialedellavoro, delle associazioni di categoria provinciali Confagricoltura Novara e CIA Novara Vercelli VCO. <<I partecipanti – riferisce il consigliere – hanno concordato sulla necessità di dotare il nostro territorio di un protocollo condiviso e da redigere sulla base delle indicazioni della Regione Piemonte, con la quale sono già in corso contatti per quanto riguarda la materia sanitaria, e dell’ ANCI Piemonte che ha elaborato a sua volta un documento già adottato attraverso il progetto pilota di Alba del 2020. La decisione si inserisce, tra l’altro, in quello che è l’obiettivo dell’associazione nazionale “Città del vino” per il 2021: è infatti necessario stabilire regole affinchè quanti partecipano alla vendemmia come ospiti e visitatori delle attività dell’azienda vitivinicola lo possano fare nel rispetto di norme che, in caso di controlli da parte delle autorità preposte, evitino situazioni di contrasto con la qualità delle attività lavorative in corso di svolgimento>>. Il vicepresidente nazionale e referente di “Città del vino” per il Piemonte Stefano Vercelloni rimarca dal canto suo che <<questo protocollo è uno strumento fondamentale per vivere la vendemmia in maniera serena e in sicurezza anche alla luce delle nuove disposizioni legate alla #pandemia>>. Il consigliere Nieli aggiunge a conclusione che <<da parte dei soggetti coinvolti c’è l’impegno di incontrarci nelle prossime settimane per un confronto finale in modo da arrivare alla prossima vendemmia con un protocollo ben definito, con l’augurio che questa possa essere un’occasione di condivisione e convivialità tra gli operatori vitivinicoli e i visitatori e turisti della nostra zona>>.
... Vedi altroVedi di meno
IL PLESSO VERDE - “Fondazione Cassa Risparmio di Biella finanzia 300 copie del manuale Il Plesso Verde”

Il manuale di educazione ambientale “Il Plesso Verde” ha come obiettivo offrire a tutti i bambini che frequentano le scuole dell’infanzia e le primarie, un primo modo per entrare in contatto con i temi della sostenibilità ambientale e della biodiversità. Ciò viene reso possibile grazie alle innumerevoli attività e laboratori ma anche con giochi e pillole didattiche. L’intento è quello di introdurre tutti i “piccoli naturalisti” e gli aspiranti tali all’importante tema della eco-sostenibilità e al rispetto della biodiversità e dell’ambiente.
Il volume, con il ritorno dei corsi di educazione civica, verrà distribuito agli insegnanti come supporto nella didattica. Molti sono i temi affrontati: raccolta differenziata dei rifiuti, lezioni di botanica, informazioni sulle aree protette e curiosità sugli animali, il tutto attraverso quiz e laboratori tenuti da simpatici folletti. La realizzazione è stata possibile grazie a RG Bear, autore, mentre le stampe sono state sponsorizzate grazie a Regione Piemonte e ai contributi di aziende eco-friendly, come Plasmac (BustoArsizio) e Novamont (Novara). Il manuale ha inoltre portato alla nascita di un centro di educazione ambientale presso il Parco della Burcina “F. Piacenza”, a Pollone, oltre che alla creazione di un network molto importante: Regione Piemonte, #FAI, #LIPU, #WWF, #Legambiente, Parco San Grato e Garden Club. 
A questi si è ora aggiunta la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, la quale ha provveduto al finanziamento della stampa di ben 300 copie, grazie ad un ulteriore contributo rilasciato mediante il progetto “Regali di Parole”.
Proprio Franco Ferraris, presidente della Fondazione cassa di Risparmio di Biella dichiara, in un suo intervento: “La salvaguardia dell’ambiente naturale è un tema di importanza vitale per il nostro futuro. Contrasto al cambiamento climatico, corretto smaltimento dei rifiuti, cura della natura come bene comune: sono alcuni dei pilastri del Green deal, ma solo imparando fin da piccoli ad amare e rispettare il mondo naturale, con azioni concrete e quotidiane, sarà possibile dare corpo e anima a questi principi ideali. Per questo la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha aderito con entusiasmo a questo progetto che ha al centro l’educazione ambientale dei nostri bambini e che ha il pregio di valorizzare la nostra splendida Burcina ”.
A nome dellamministrazione dellEnte Parco – sottolinea la vice presidente delegata alla cultura Erika Vallera – ci tengo a ringraziare la Fondazione per questo ulteriore contributo e per il costante sostegno e la sensibilità da sempre dimostrati verso le iniziative culturali a favore del territorio. Ricordo che il progetto Plesso Verde nasce già in virtù di una collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e oggi, attraverso “Regali di Parole”, è stato possibile stampare ulteriori copie che saranno consegnate a breve nelle scuole biellesi
Ci auguriamo quindi che questo volumetto sia apprezzato ed utilizzato dai giovani delle nostre scuole, che li faccia crescere ed avvicinare ai valori fondamentali per il futuro della nostra Terra e di tutti noi.

Parco Ticino Lago Maggiore
Regione Piemonte
Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
IL PLESSO VERDE - “Fondazione Cassa Risparmio di Biella finanzia 300 copie del manuale Il Plesso Verde”

Il manuale di educazione ambientale “Il Plesso Verde” ha come obiettivo offrire a tutti i bambini che frequentano le scuole dell’infanzia e le primarie, un primo modo per entrare in contatto con i temi della sostenibilità ambientale e della biodiversità. Ciò viene reso possibile grazie alle innumerevoli attività e laboratori ma anche con giochi e pillole didattiche. L’intento è quello di introdurre tutti i “piccoli naturalisti” e gli aspiranti tali all’importante tema della eco-sostenibilità e al rispetto della biodiversità e dell’ambiente.
Il volume, con il ritorno dei corsi di educazione civica, verrà distribuito agli insegnanti come supporto nella didattica. Molti sono i temi affrontati: raccolta differenziata dei rifiuti, lezioni di botanica, informazioni sulle aree protette e curiosità sugli animali, il tutto attraverso quiz e laboratori tenuti da simpatici folletti. La realizzazione è stata possibile grazie a RG Bear, autore, mentre le stampe sono state sponsorizzate grazie a Regione Piemonte e ai contributi di aziende eco-friendly, come Plasmac (BustoArsizio) e Novamont (Novara). Il manuale ha inoltre portato alla nascita di un centro di educazione ambientale presso il Parco della Burcina “F. Piacenza”, a Pollone, oltre che alla creazione di un network molto importante: Regione Piemonte, #FAI, #LIPU, #WWF, #Legambiente, Parco San Grato e Garden Club.
A questi si è ora aggiunta la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, la quale ha provveduto al finanziamento della stampa di ben 300 copie, grazie ad un ulteriore contributo rilasciato mediante il progetto “Regali di Parole”.
Proprio Franco Ferraris, presidente della Fondazione cassa di Risparmio di Biella dichiara, in un suo intervento: “La salvaguardia dell’ambiente naturale è un tema di importanza vitale per il nostro futuro. Contrasto al cambiamento climatico, corretto smaltimento dei rifiuti, cura della natura come bene comune: sono alcuni dei pilastri del Green deal, ma solo imparando fin da piccoli ad amare e rispettare il mondo naturale, con azioni concrete e quotidiane, sarà possibile dare corpo e anima a questi principi ideali. Per questo la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha aderito con entusiasmo a questo progetto che ha al centro l’educazione ambientale dei nostri bambini e che ha il pregio di valorizzare la nostra splendida Burcina ”.
A nome dell'amministrazione dell'Ente Parco – sottolinea la vice presidente delegata alla cultura Erika Vallera – ci tengo a ringraziare la Fondazione per questo ulteriore contributo e per il costante sostegno e la sensibilità da sempre dimostrati verso le iniziative culturali a favore del territorio. Ricordo che il progetto Plesso Verde nasce già in virtù di una collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e oggi, attraverso “Regali di Parole”, è stato possibile stampare ulteriori copie che saranno consegnate a breve nelle scuole biellesi
Ci auguriamo quindi che questo volumetto sia apprezzato ed utilizzato dai giovani delle nostre scuole, che li faccia crescere ed avvicinare ai valori fondamentali per il futuro della nostra Terra e di tutti noi.

Parco Ticino Lago Maggiore
Regione Piemonte
Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
... Vedi altroVedi di meno
Appuntamento questa sera alle 20,00 e in replica alle 23 su Onda Novara TV , canali Dtt 611 e 864 (Piemonte - Lombardia e Svizzera Italiana) e in live stream su con "Block Notes - appunti in Onda", rubrica quotidiana dedicata alla #cultura, alle #tradizioni,alla #storia #novarese, al #sociale, all' #economia, agli #eventi e allo #sport.
Oggi parliamo con Clarissa Egle Mambrini che ci racconta il suo amore per il territorio novarese e il mondo del teatro, in particolare per Giorgio Strehler.
Conduce in studio #EmanuelaFortuna
#BlockNotesAppuntiinOnda
Clarissa Egle Mambrini Gabrio Mambrini
#ClarissaEgleMambrini #GiorgioStrehler #teatro #Novara
#Risaiaincelluloide #IngremboallaTerraAffreschisulmondocontadino #CeraunavoltailCinema #Suilsipario! #LincredibileNovecentoViaggioitalianonelsecolobreve #CuorediTerraPercorsiruralitrafantasiaerealtà
#IlgiovaneStrehlerDaNovaraalPiccoloTeatrodiMilano
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno

Commenta su Facebook

Grazie

💪💪💝💝

Complimenti!!

Congratulazioni 👏💖

View more comments

Appuntamento questa sera alle 20 su #OndaNovaraTV , canali Dtt 611 e 864 (Piemonte - Lombardia e Svizzera Italiana) con "La Novara del Bene", rubrica dedicata alle #Associazioni di #volontariato.
Oggi parliamo di Cassiopea, organizzazione di volontariato che si occupa di fornire #supportoscolastico ai ragazzi delle scuole di S. Agabio e di altre zone.
Sito web: cassiopea-novara.it
Pagina Facebook: Cassiopea Novara
email: cassiopea.no17@gmail.com
Ha condotto in studio #MonicaFiocchiCurino
Per rimanere aggiornato seguici su #OndaNovaraTV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
#LaNovaradelBene
La Novara del Bene
Monica Fiocchi
Cassiopea Novara
#Cassiopea
#scuola #Santagabio
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - I Rotary Club novaresi rinnovano i giardini Rotary international in via Solferino a Novara.

L’inaugurazione ufficiale dell’area verde con nuove piante e panchine risistemate avverrà sabato 15 maggio 2021 alle ore 14,30.
Sabato 15 maggio 2021 il Governatore del Distretto Rotary 2031 Michelangelo De Biasio verrà in visita a Novara per ufficializzare il rinnovo dei giardini “Rotary International” , siti in via Solferino,
con la donazione di nuove piante messe a dimora.
Il Progetto in ambito ambientale è stato promosso e realizzato dal Rotary Club Novara San Gaudenzio, dal Rotary Club Novara, dal Rotary Club Val Ticino di Novara e dal Rotary Club Novara Antonelli e confinanziato dal Distretto Rotary 2031.
Il Giardiniere Antonio Romagnoli seguendo quando concordato e stabilito con il Comune di Novara dopo i sopralluoghi effettuati con i funzionari della Progettazione e Manutenzione Verde Pubblico, ha provveduto a piantumare le essenze di “Cercis Siluquastrum” di media grandezza.
Per l’occasione sono state sistemate e ridipinte anche le panchine presenti nell’area verde ed è stata posizionata la targa stradale che in precedenza era spostata di molto verso l’Asilo San Lorenzo.
Infine i quattro Rotary Club novaresi hanno apposto una targa a memoria di questa donazione, posizionandola sul “masso” a fianco di quella già presente, datata 23 febbraio 2005, relativa
all’intitolazione dei giardini “Rotary International” per il 100º anniversario di fondazione del primo Rotary Club nel mondo avvenuto il 23 febbraio 1905 a Chicago per volontà dell’Avvocato Paul P.Harris.Image attachmentImage attachment
NOVARA - I Rotary Club novaresi rinnovano i giardini "Rotary international" in via Solferino a Novara.

L’inaugurazione ufficiale dell’area verde con nuove piante e panchine risistemate avverrà sabato 15 maggio 2021 alle ore 14,30.
Sabato 15 maggio 2021 il Governatore del Distretto Rotary 2031 Michelangelo De Biasio verrà in visita a Novara per ufficializzare il rinnovo dei giardini “Rotary International” , siti in via Solferino,
con la donazione di nuove piante messe a dimora.
Il Progetto in ambito ambientale è stato promosso e realizzato dal Rotary Club Novara San Gaudenzio, dal Rotary Club Novara, dal Rotary Club Val Ticino di Novara e dal Rotary Club Novara Antonelli e confinanziato dal Distretto Rotary 2031.
Il Giardiniere Antonio Romagnoli seguendo quando concordato e stabilito con il Comune di Novara dopo i sopralluoghi effettuati con i funzionari della Progettazione e Manutenzione Verde Pubblico, ha provveduto a piantumare le essenze di “Cercis Siluquastrum” di media grandezza.
Per l’occasione sono state sistemate e ridipinte anche le panchine presenti nell’area verde ed è stata posizionata la targa stradale che in precedenza era spostata di molto verso l’Asilo San Lorenzo.
Infine i quattro Rotary Club novaresi hanno apposto una targa a memoria di questa donazione, posizionandola sul “masso” a fianco di quella già presente, datata 23 febbraio 2005, relativa
all’intitolazione dei giardini “Rotary International” per il 100º anniversario di fondazione del primo Rotary Club nel mondo avvenuto il 23 febbraio 1905 a Chicago per volontà dell’Avvocato Paul P.Harris.
... Vedi altroVedi di meno

Commenta su Facebook

Speriamo venga sistemata anche la scarpata della salita verso il baluardo

NOVARA - Da martedì 18 maggio, si potrà richiedere, tramite i servizi online del sito del #ComunediNovara, il #contributo #economico a parziale copertura delle spese per le utenze domestiche e per i canoni di locazione.
“L’emergenza #Covid ha messo a dura prova molte delle nostre famiglie – spiega il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Franco Caressa – Per questo motivo, insieme alle tante altre misure economiche promosse in questi mesi, vogliamo dare continuità agli aiuti e ai sostegni mettendo a disposizione dei contributi finalizzati al pagamento delle spese di gas o elettricità e dell’affitto”.
I requisiti per accedere al contributo sono i seguenti:
- essere residente nel Comune di Novara
- essere cittadino nel cui nucleo familiare non vi siano redditi mensili e/o sostegni pubblici mensili che, sommati tra loro, superino i 600 euro (per nucleo di 2 componenti), 1000 euro (per nucleo di 3 o più componenti)
-   non avere liquidità superiore ai 5000 euro
- disporre una copertura massima pari al 70% dell’importo complessivo delle bollette relative alle forniture di energia elettrica e gas, emesse tra i 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021, scadute e non pagate e dei canoni di locazione arretrati non versati, relativi alle mensilità novembre 2020-aprile 2021
- disporre che l’importo complessivo assegnato, da considerarsi una tantum, non potrà superare i 1500 euro per nucleo familiare
Il Comune mette a disposizione a sostegno della misura 126.560 euro finanziati con la somma raccolta dall’iniziativa “#AiutiAmoNovara” promossa dalla Fondazione Comunità del Novarese con il Comune di Novara.
“E’ importante – conclude Caressa – che, da parte delle istituzioni, rimanga alta l’attenzione specialmente in questo periodo, dopo mesi e mesi di pesante crisi che ha colpito anche la nostra comunità. Durante l’emergenza sanitaria, abbiamo promosso davvero tante iniziative di sostegno economico e assistenziale per fare in modo che i cittadini non si sentano mai soli soprattutto in questo difficile momento”.
NOVARA - Da martedì 18 maggio, si potrà richiedere, tramite i servizi online del sito del #ComunediNovara, il #contributo #economico a parziale copertura delle spese per le utenze domestiche e per i canoni di locazione.
“L’emergenza #Covid ha messo a dura prova molte delle nostre famiglie – spiega il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali Franco Caressa – Per questo motivo, insieme alle tante altre misure economiche promosse in questi mesi, vogliamo dare continuità agli aiuti e ai sostegni mettendo a disposizione dei contributi finalizzati al pagamento delle spese di gas o elettricità e dell’affitto”.
I requisiti per accedere al contributo sono i seguenti:
- essere residente nel Comune di Novara
- essere cittadino nel cui nucleo familiare non vi siano redditi mensili e/o sostegni pubblici mensili che, sommati tra loro, superino i 600 euro (per nucleo di 2 componenti), 1000 euro (per nucleo di 3 o più componenti)
- non avere liquidità superiore ai 5000 euro
- disporre una copertura massima pari al 70% dell’importo complessivo delle bollette relative alle forniture di energia elettrica e gas, emesse tra i 1° novembre 2020 e il 30 aprile 2021, scadute e non pagate e dei canoni di locazione arretrati non versati, relativi alle mensilità novembre 2020-aprile 2021
- disporre che l’importo complessivo assegnato, da considerarsi una tantum, non potrà superare i 1500 euro per nucleo familiare
Il Comune mette a disposizione a sostegno della misura 126.560 euro finanziati con la somma raccolta dall’iniziativa “#AiutiAmoNovara” promossa dalla Fondazione Comunità del Novarese con il Comune di Novara.
“E’ importante – conclude Caressa – che, da parte delle istituzioni, rimanga alta l’attenzione specialmente in questo periodo, dopo mesi e mesi di pesante crisi che ha colpito anche la nostra comunità. Durante l’emergenza sanitaria, abbiamo promosso davvero tante iniziative di sostegno economico e assistenziale per fare in modo che i cittadini non si sentano mai soli soprattutto in questo difficile momento”.
... Vedi altroVedi di meno
PIEMONTE “#ColdirettiPiemonte: al via ulteriore operazione di #solidarietà per le #famigliebisognose in #Piemonte” - In consegna oltre 15 mila kg di cibo

Al via una ulteriore azione di solidarietà in Piemonte. Dalla pasta al Grana Padano, dall’olio extra vergine di oliva ai biscotti, dalla salsa di pomodoro allo zucchero e molto altro ancora: ogni famiglia in difficoltà, a causa del #Covid, è destinataria di un pacco con il meglio del Made in Italy. 
“Oltre 15 mila Kg sono in consegna in Piemonte per continuare l’attività di solidarietà e dare un segno tangibile dell’attenzione che l’intera filiera agroalimentare italiana sta rivolgendo alle fasce più deboli della popolazione colpita dalle difficoltà economiche – evidenziano Roberto Moncalvo Presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale -. Un’operazione che vuole essere un segnale di speranza per il Paese e per tutti coloro che in questi mesi hanno pagato più di altri le conseguenze economiche e sociali dell’emergenza Covid. Le nostre imprese, nonostante le difficoltà, non hanno smesso di produrre cibo, garantendo così l’approvvigionamento alimentare ai cittadini. Ora Il nostro obiettivo è far sì che questa esperienza diventi un impegno strutturale che aggiunge valore etico alla spesa quotidiana degli italiani. Su questa scia, si inserisce anche la #SpesaSospesa nei mercati di #CampagnaAmica, alla quale aderiscono volontariamente i cittadini e che ha permesso di aiutare già diversi bisognosi in Piemonte e in tutta Italia”.
Coldiretti Piemonte
PIEMONTE “#ColdirettiPiemonte: al via ulteriore operazione di #solidarietà per le #famigliebisognose in #Piemonte” - In consegna oltre 15 mila kg di cibo

Al via una ulteriore azione di solidarietà in Piemonte. Dalla pasta al Grana Padano, dall’olio extra vergine di oliva ai biscotti, dalla salsa di pomodoro allo zucchero e molto altro ancora: ogni famiglia in difficoltà, a causa del #Covid, è destinataria di un pacco con il meglio del Made in Italy.
“Oltre 15 mila Kg sono in consegna in Piemonte per continuare l’attività di solidarietà e dare un segno tangibile dell’attenzione che l’intera filiera agroalimentare italiana sta rivolgendo alle fasce più deboli della popolazione colpita dalle difficoltà economiche – evidenziano Roberto Moncalvo Presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale -. Un’operazione che vuole essere un segnale di speranza per il Paese e per tutti coloro che in questi mesi hanno pagato più di altri le conseguenze economiche e sociali dell’emergenza Covid. Le nostre imprese, nonostante le difficoltà, non hanno smesso di produrre cibo, garantendo così l’approvvigionamento alimentare ai cittadini. Ora Il nostro obiettivo è far sì che questa esperienza diventi un impegno strutturale che aggiunge valore etico alla spesa quotidiana degli italiani. Su questa scia, si inserisce anche la #SpesaSospesa nei mercati di #CampagnaAmica, alla quale aderiscono volontariamente i cittadini e che ha permesso di aiutare già diversi bisognosi in Piemonte e in tutta Italia”.
Coldiretti Piemonte
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA -  Un elettrocardiografo in dono allIstituto De Pagave di Novara da Fondazione Comunità Novarese Onlus

Dall’inizio dell’emergenza #Covid2019, molte visite specialistiche che, prima potevano essere realizzate direttamente in struttura, all’Istituto De Pagave , non sono state più possibili e gli ospiti si sono dovuti recare in ambulatori esterni anche per semplici controlli; creando non pochi disagi.
 
“La maggior parte degli ospiti – spiega il Dott. #Anchisi – per muoversi fuori dalla struttura, ha bisogno di mezzi speciali se non di un’autoambulanza ma il disagio maggiore è anche che, una volta rientrati, devono sottoporsi a un periodo di isolamento preventivo di 7 giorni, in una stanza singola di un reparto apposito”.
 
Per questo, la richiesta alla Fondazione è stata quella di avere un elettrocardiografo che permette, in molti casi, di chiarire dubbi diagnostici per le emergenze e, nei casi di visite cardiologiche, di rinnovare i piani terapeutici e comunicare con il cardiologo senza necessità di uscire e, quindi, di sottoporre l’ospite a una nuova quarantena.
 
“Abbiamo con piacere accolto la necessità dell’Istituto De Pagave – commenta #GianlucaVacchini di FCN – attraverso il Fondo Emergenza Coronavirus, così da poter evitare uscite complicate per gli ospiti. Questo anno e mezzo è stato, per gli anziani ospiti degli istituti, un periodo davvero duro sotto diversi aspetti e siamo convinti che ogni opportunità di sostegno, che in questo caso è il dono di uno strumento, sia veramente preziosa”.
Fondazione Comunità Novarese Onlus
Istituto Gaudenzio De Pagave
NOVARA - Un elettrocardiografo in dono all'Istituto De Pagave di Novara da Fondazione Comunità Novarese Onlus

Dall’inizio dell’emergenza #Covid2019, molte visite specialistiche che, prima potevano essere realizzate direttamente in struttura, all’Istituto De Pagave , non sono state più possibili e gli ospiti si sono dovuti recare in ambulatori esterni anche per semplici controlli; creando non pochi disagi.

“La maggior parte degli ospiti – spiega il Dott. #Anchisi – per muoversi fuori dalla struttura, ha bisogno di mezzi speciali se non di un’autoambulanza ma il disagio maggiore è anche che, una volta rientrati, devono sottoporsi a un periodo di isolamento preventivo di 7 giorni, in una stanza singola di un reparto apposito”.

Per questo, la richiesta alla Fondazione è stata quella di avere un elettrocardiografo che permette, in molti casi, di chiarire dubbi diagnostici per le emergenze e, nei casi di visite cardiologiche, di rinnovare i piani terapeutici e comunicare con il cardiologo senza necessità di uscire e, quindi, di sottoporre l’ospite a una nuova quarantena.

“Abbiamo con piacere accolto la necessità dell’Istituto De Pagave – commenta #GianlucaVacchini di FCN – attraverso il Fondo Emergenza Coronavirus, così da poter evitare uscite complicate per gli ospiti. Questo anno e mezzo è stato, per gli anziani ospiti degli istituti, un periodo davvero duro sotto diversi aspetti e siamo convinti che ogni opportunità di sostegno, che in questo caso è il dono di uno strumento, sia veramente preziosa”.
Fondazione Comunità Novarese Onlus
Istituto Gaudenzio De Pagave
... Vedi altroVedi di meno
SABATO 15 E DOMENICA 16 MAGGIO - SAVE THE DATE!
Tornano le Giornate FAI di Primavera:

Nella speranza di un continuo miglioramento della situazione sanitaria, è con gioia che la Delegazione Fai Novara presenta la nuova edizione delle Giornate FAI di Primavera, che si svolgeranno sabato 15 e domenica 16 maggio, su tutto il #territorio #nazionale, con percorsi dedicati su prenotazione per la tutela della salute collettiva. 
Di seguito saranno svelate le aperture della Delegazione FAI Novara, sia in città, che sul territorio, con percorsi guidati all’aperto e visite esclusive per gli iscritti FAI. 

Delegazione FAI di Novara 
L’itinerario si snoda lungo l’antica contrada delle Torri Lunghe, oggi via Amico Canobio, posta a poca distanza dal cuore medievale della città di Novara, Piazza delle Erbe, alla scoperta di alcuni dei più significativi esempi di architettura civile di XV e XVI secolo.
Il punto di partenza sarà dal FAI Point in Piazza Matteotti; le visite sono disponibili su prenotazione dalle ore 10.15 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 18.00 sia sabato 15 che domenica 16 (ultimo turno alle 17.30). 

CORAGGIO, ORGOGLIO E GENEROSITÀ
Proprio nel significato più profondo di queste parole è racchiuso lo spirito della 29ª edizione delle Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica 16 maggio 2021. Le Giornate FAI di Primavera sono il primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura organizzato dopo l’ultimo periodo di lockdown. Anche quest’anno la grande manifestazione di piazza del FAI, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura, torna a coinvolgere gli italiani - dopo i mesi difficili vissuti - nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 600 luoghi in 300 città e 19 Regioni, molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. I posti disponibili sono limitati; prenotazione obbligatoria sul sito www.giornatefai.it fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita (N.B. il programma potrebbe subire variazioni; la realizzazione dell’evento nelle singole Regioni dipenderà dal loro colore nella settimana del 10 maggio. Per le Regioni attualmente arancioni prenotazioni aperte da sabato 8 maggio in caso di passaggio in zona gialla). 

VOGLIA D’ITALIA
Un’iniziativa che il Fondo per l’Ambiente Italiano ha voluto coraggiosamente e prontamente programmare a metà maggio, affrontando con grande tenacia e una buona dose di audacia le innumerevoli complessità organizzative legate all’emergenza sanitaria, e che solo pochi giorni fa ha avuto la conferma di poter realizzare, in base alle misure contenute nel Decreto Legge del 22 aprile. Tutto questo è stato possibile grazie a un’incontenibile voglia d’Italia, a un’inesauribile fiducia nel Paese e a un lavoro difficile e senza sosta nei mesi in cui l’Italia era ferma a causa dell’emergenza. È uno sforzo speciale, che si avvicina all’eroismo, e di cui si sono fatti carico con encomiabile entusiasmo e passione civica i volontari di 335 Delegazioni e Gruppi FAI attivi in tutta Italia, vero motore dell’evento nel solco del principio di sussidiarietà regolato dall’articolo 118 della Costituzione, che potranno contare sul supporto di Protezione Civile, Croce Rossa e Arma dei Carabinieri, da anni al nostro fianco in questa manifestazione. 

UN MIRACOLO ITALIANO
Questa edizione è dunque un piccolo “miracolo” che ci rende orgogliosi e anche un prezioso regalo che la nostra Fondazione offre agli italiani. Siamo infatti convinti che partecipare alla manifestazione potrà contribuire a ridare ai cittadini speranza e fiducia nel futuro, riavvicinandoli, dopo una lunga lontananza forzata, ai beni storici, artistici e naturalistici del nostro Paese, che dal 1975 ci impegniamo ogni giorno a tutelare, salvaguardare e valorizzare con grande slancio e senso di responsabilità, per sempre e per tutti. 
Le Giornate FAI sono un’occasione per conoscere l’inestimabile patrimonio culturale d’Italia e un grande momento di incontro tra il FAI e tutti gli italiani. Chi deciderà di partecipare contribuirà ad aiutare la Fondazione, in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, a portare avanti la sua missione e a compiere tanti altri “miracoli” di cui essere orgogliosi. Per prenotarsi e prendere parte all’iniziativa è richiesto un contributo minimo di 3 €. Chi lo vorrà, potrà sostenere ulteriormente il FAI con contributi di importo maggiore oppure attraverso l’iscrizione annuale - sottoscrivibile online o in piazza in occasione dell’evento - o ancora con l’invio di un sms solidale al numero 45586, attivo dal 6 al 23 maggio 2021 (vedere box in fondo per dettagli).
 
IL RICONOSCIMENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
In questi giorni alle Giornate FAI di Primavera è stata conferita la Targa del Presidente della Repubblica, a cui va il nostro infinito grazie. Un riconoscimento che dedichiamo alle Delegazioni, ai Gruppi e ai volontari che hanno reso possibili questi giorni di festa dedicati al patrimonio del Paese. Il riconoscimento del Presidente ci incoraggia a fare sempre meglio e a svolgere con sempre maggior efficacia il principio di sussidiarietà, sancito dalla Costituzione, che è alla base dell’agire quotidiano della Fondazione.

Le Giornate FAI di Primavera chiudono la Settimana Rai dedicata ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 10 al 16 maggio, infatti, la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro Paese: una maratona televisiva e radiofonica di raccolta fondi a sostegno del FAI, per sensibilizzare sempre più italiani sul valore del nostro straordinario patrimonio artistico e paesaggistico e per promuoverne la partecipazione attiva. #Rai è Main Media Partner del FAI e supporta in particolare le Giornate FAI di Primavera 2021 anche attraverso la collaborazione di Rai per il Sociale.

#Ville e #parchi storici, residenze reali e giardini, castelli e monumenti che svelano spazi sorprendenti, aree archeologiche e musei insoliti; e ancora, orti botanici, percorsi naturalistici e itinerari in borghi che custodiscono antiche tradizioni: l’elenco dei beni visitabili durante le Giornate FAI di Primavera 2021, come da tradizione, è così ampio e variegato che è quasi impossibile da sintetizzare. E quest’anno la manifestazione è anche un’occasione per raccontare, attraverso l’attenta scelta dei luoghi e la narrazione che ne verrà fatta, la nuova visione culturale della Fondazione – presentata a fine marzo durante il XXV Convegno Nazionale dei Delegati e dei Volontari - che vede l’Ambiente come indissolubile intreccio tra Natura e Storia e la Cultura come sintesi delle scienze umane e naturali. 

Elenco completo dei beni aperti in PIEMONTE su:
https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-di-primavera/i-luoghi-aperti/?regione=PIEMONTE

Prenotazione obbligatoria su www.giornatefai.it fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita

Delegazione Fai Novara FAI Delegazione di Novara - Gruppo Colline Novaresi
Regione Piemonte
SABATO 15 E DOMENICA 16 MAGGIO - SAVE THE DATE!
Tornano le Giornate FAI di Primavera:

Nella speranza di un continuo miglioramento della situazione sanitaria, è con gioia che la Delegazione Fai Novara presenta la nuova edizione delle Giornate FAI di Primavera, che si svolgeranno sabato 15 e domenica 16 maggio, su tutto il #territorio #nazionale, con percorsi dedicati su prenotazione per la tutela della salute collettiva.
Di seguito saranno svelate le aperture della Delegazione FAI Novara, sia in città, che sul territorio, con percorsi guidati all’aperto e visite esclusive per gli iscritti FAI.

Delegazione FAI di Novara
L’itinerario si snoda lungo l’antica contrada delle Torri Lunghe, oggi via Amico Canobio, posta a poca distanza dal cuore medievale della città di Novara, Piazza delle Erbe, alla scoperta di alcuni dei più significativi esempi di architettura civile di XV e XVI secolo.
Il punto di partenza sarà dal FAI Point in Piazza Matteotti; le visite sono disponibili su prenotazione dalle ore 10.15 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 18.00 sia sabato 15 che domenica 16 (ultimo turno alle 17.30).

CORAGGIO, ORGOGLIO E GENEROSITÀ
Proprio nel significato più profondo di queste parole è racchiuso lo spirito della 29ª edizione delle Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica 16 maggio 2021. Le Giornate FAI di Primavera sono il primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura organizzato dopo l’ultimo periodo di lockdown. Anche quest’anno la grande manifestazione di piazza del FAI, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura, torna a coinvolgere gli italiani - dopo i mesi difficili vissuti - nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 600 luoghi in 300 città e 19 Regioni, molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. I posti disponibili sono limitati; prenotazione obbligatoria sul sito fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita (N.B. il programma potrebbe subire variazioni; la realizzazione dell’evento nelle singole Regioni dipenderà dal loro colore nella settimana del 10 maggio. Per le Regioni attualmente arancioni prenotazioni aperte da sabato 8 maggio in caso di passaggio in zona gialla).

VOGLIA D’ITALIA
Un’iniziativa che il Fondo per l’Ambiente Italiano ha voluto coraggiosamente e prontamente programmare a metà maggio, affrontando con grande tenacia e una buona dose di audacia le innumerevoli complessità organizzative legate all’emergenza sanitaria, e che solo pochi giorni fa ha avuto la conferma di poter realizzare, in base alle misure contenute nel Decreto Legge del 22 aprile. Tutto questo è stato possibile grazie a un’incontenibile voglia d’Italia, a un’inesauribile fiducia nel Paese e a un lavoro difficile e senza sosta nei mesi in cui l’Italia era ferma a causa dell’emergenza. È uno sforzo speciale, che si avvicina all’eroismo, e di cui si sono fatti carico con encomiabile entusiasmo e passione civica i volontari di 335 Delegazioni e Gruppi FAI attivi in tutta Italia, vero motore dell’evento nel solco del principio di sussidiarietà regolato dall’articolo 118 della Costituzione, che potranno contare sul supporto di Protezione Civile, Croce Rossa e Arma dei Carabinieri, da anni al nostro fianco in questa manifestazione.

UN MIRACOLO ITALIANO
Questa edizione è dunque un piccolo “miracolo” che ci rende orgogliosi e anche un prezioso regalo che la nostra Fondazione offre agli italiani. Siamo infatti convinti che partecipare alla manifestazione potrà contribuire a ridare ai cittadini speranza e fiducia nel futuro, riavvicinandoli, dopo una lunga lontananza forzata, ai beni storici, artistici e naturalistici del nostro Paese, che dal 1975 ci impegniamo ogni giorno a tutelare, salvaguardare e valorizzare con grande slancio e senso di responsabilità, per sempre e per tutti.
Le Giornate FAI sono un’occasione per conoscere l’inestimabile patrimonio culturale d’Italia e un grande momento di incontro tra il FAI e tutti gli italiani. Chi deciderà di partecipare contribuirà ad aiutare la Fondazione, in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, a portare avanti la sua missione e a compiere tanti altri “miracoli” di cui essere orgogliosi. Per prenotarsi e prendere parte all’iniziativa è richiesto un contributo minimo di 3 €. Chi lo vorrà, potrà sostenere ulteriormente il FAI con contributi di importo maggiore oppure attraverso l’iscrizione annuale - sottoscrivibile online o in piazza in occasione dell’evento - o ancora con l’invio di un sms solidale al numero 45586, attivo dal 6 al 23 maggio 2021 (vedere box in fondo per dettagli).

IL RICONOSCIMENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
In questi giorni alle Giornate FAI di Primavera è stata conferita la Targa del Presidente della Repubblica, a cui va il nostro infinito grazie. Un riconoscimento che dedichiamo alle Delegazioni, ai Gruppi e ai volontari che hanno reso possibili questi giorni di festa dedicati al patrimonio del Paese. Il riconoscimento del Presidente ci incoraggia a fare sempre meglio e a svolgere con sempre maggior efficacia il principio di sussidiarietà, sancito dalla Costituzione, che è alla base dell’agire quotidiano della Fondazione.

Le Giornate FAI di Primavera chiudono la Settimana Rai dedicata ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 10 al 16 maggio, infatti, la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro Paese: una maratona televisiva e radiofonica di raccolta fondi a sostegno del FAI, per sensibilizzare sempre più italiani sul valore del nostro straordinario patrimonio artistico e paesaggistico e per promuoverne la partecipazione attiva. #Rai è Main Media Partner del FAI e supporta in particolare le Giornate FAI di Primavera 2021 anche attraverso la collaborazione di Rai per il Sociale.

#Ville e #parchi storici, residenze reali e giardini, castelli e monumenti che svelano spazi sorprendenti, aree archeologiche e musei insoliti; e ancora, orti botanici, percorsi naturalistici e itinerari in borghi che custodiscono antiche tradizioni: l’elenco dei beni visitabili durante le Giornate FAI di Primavera 2021, come da tradizione, è così ampio e variegato che è quasi impossibile da sintetizzare. E quest’anno la manifestazione è anche un’occasione per raccontare, attraverso l’attenta scelta dei luoghi e la narrazione che ne verrà fatta, la nuova visione culturale della Fondazione – presentata a fine marzo durante il XXV Convegno Nazionale dei Delegati e dei Volontari - che vede l’Ambiente come indissolubile intreccio tra Natura e Storia e la Cultura come sintesi delle scienze umane e naturali.

Elenco completo dei beni aperti in PIEMONTE su:
https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/…

Prenotazione obbligatoria su fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita

Delegazione Fai Novara FAI Delegazione di Novara - Gruppo Colline Novaresi
Regione Piemonte
... Vedi altroVedi di meno
KID PASS DAYS 2021: 15-16 MAGGIO
Al Museo Meina, sul #LagoMaggiore, la maratona nazionale per famiglie con attività a misura di bambino

Tornano il 15 e 16 maggio i “Kid Pass Days”, la più grande maratona culturale dedicata alle #famiglie con #attività in più di cento luoghi in tutta Italia. Tra i siti che proporranno per l’occasione attività a misura di bambino c’è il Museo Meina, da anni attestatosi come #culturalpark del lago Maggiore con percorsi dedicati anche ai più piccoli e alle scuole.

«Anche quest’anno – racconta il direttore del Museo Meina , Gianni Dal Bello – aderiamo alla kermesse nazionale di edutainment che coinvolge parchi, musei e realtà culturali d’eccellenza in tutto il Paese. Dopo la ripartenza di inizio maggio che ha avuto da subito un riscontro positivo, proponiamo per l’occasione una due giorni dove adulti e bambini potranno diventare #esploratori, in un’avventura tra percorsi multimediali e attività tematiche».

Un vero e proprio viaggio nel tempo, quello che andrà in scena al #MuseoMeina, a partire dal racconto che gli operatori faranno anche ai più piccoli per fare immaginare quanto accadeva un tempo nella cornice del Parco-Chalet di Villa Faraggiana che ospita il Museo. Più di cento anni fa, infatti, si potevano ammirare animali esotici (come un canguro, un mandrillo, lemuri, una tigre) che la famiglia Faraggiana portava dalle esplorazioni in tutto il mondo. Immagini che saranno evocate durante l’itinerario tra parco, ex-lavanderie e antiche serre.

L’esperienza da esploratori continuerà con “#Imago” un percorso multimediale reso avvincente dagli effetti in 4D presenti (grandi proiezioni, ologrammi, visioni tridimensionali). Qui un narratore virtuale accompagnerà il pubblico in un #viaggio nel tempo per conoscere le grandi esplorazioni che sono passate dal Lago Maggiore tra #scienza, #storia, #arte, #ambiente, #immaginazione. Un’esperienza particolarmente coinvolgente anche per i #bambini, grazie alla vivacità del racconto e alle interattività di forte impatto che consentono di imparare... divertendosi.

Una tappa particolarmente indicata per i più #piccoli è quella della kids-area dove ritirare il diploma da “amico esploratore” e cimentarsi in disegni che poi si animano in tempo reale in un grande acquario digitale.

Per prendere parte alle visite, che si svolgono in piccoli gruppi contingentati, è obbligatoria la prenotazione sul sito con l’acquisto dei biglietti online entro il giorno precedente.

«I nostri operatori – conclude il direttore del Museo Meina – sono per la maggior parte under 35 e riescono quindi a interpretare al meglio ciò che le famiglie cercano oggi in un Museo. La nostra visita è estremamente dinamica, anche grazie ai percorsi multimediali innovativi sui quali c’è stato un grande lavoro in questi anni, con riconoscimenti più che positivi. Non vediamo l’ora di accompagnare i visitatori in un mondo tra realtà e immaginazione in un pomeriggio tra cultura e divertimento».

Per ulteriori informazioni telefonare allo 0321-231655 o visitare le pagine social del Museo Meina.
Museo Meina
... Vedi altroVedi di meno
... Vedi altroVedi di meno
Nell’ambito delliniziativa Innovazione e formazione: Novara Sviluppo e A3Cube per il territorio”, propongono un seminario divulgativo, per sabato 15 maggio, dalle 9:00 alle 13:00 , “Intelligenza Artificiale: la nuova rivoluzione”.

“La collaborazione con A3Cube nasce con la volontà di promuovere e divulgare conoscenze e competenze rilevanti per larricchimento del bagaglio sociale e culturale della nostra provincia” afferma il presidente di Novara Sviluppo Michele Ragno “Il tema della IA ci sembrava calzante in questo senso, tanto più in considerazione dell’interesse riscontrato per un evento sullo stesso argomento proposto dalla Fondazione lo scorso anno”.

Lincontro ha lo scopo di introdurre al complesso contesto tecnologico attuale (Big Data ed Era 4.0) e fornire una panoramica sulla nuova rivoluzione in atto: la rivoluzione dell’Intelligenza Artificiale.

La prima parte del seminario sarà dedicata a spiegare i concetti base, con un approccio più divulgativo. Che cos’è l’Intelligenza Artificiale? In che modo una macchina può “pensare” da sola? L’Intelligenza artificiale potrà sostituire l’uomo? Queste alcune delle domande che guideranno l’Ing. #EmilioBilli, pioniere del settore e riconosciuto oggi tra i massimi esperti a livello mondiale, per condurre i partecipanti nel viaggio alla scoperta di un mondo per molti ancora ignoto e sospetto com’è quello dell’Intelligenza Artificiale. “L’obiettivo è quello di inquadrare l’enorme portata di cambiamento economico e sociale indotta dalle nuove tecnologie” racconta il relatore, co-founder di A3Cube “Lavoriamo a stretto contatto con piccole e medie realtà imprenditoriali e ci siamo accorti, in questo periodo più che mai, che Intelligenza Artificiale e Big Data sono argomenti poco conosciuti tanto dai cittadini quanto da professionisti e imprenditori”.
Attraverso l’analisi di casi studio specifici, verranno poi descritte le innumerevoli potenzialità di applicazione dell’Intelligenza Artificiale, contestualizzandole nel mondo attuale e declinandole nei vari settori di business (imprese manufatturiere, società di consulenza e servizi, settore bancario e assicurativo, per fare degli esempi).

Lincontro si svolgerà in presenza, presso la Sala Pagani di #NovaraSviluppo, nel rispetto di tutte le disposizioni e protocolli anti-Covid. La partecipazione è gratuita ma, in considerazione delle limitazioni dovute all’emergenza socio-sanitaria, a numero chiuso. 

Per partecipare, è necessario iscriversi tramite la piattaforma Eventbrite, al link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-intelligenza-artificiale-la-nuova-rivoluzione-152324924951. 

Per maggiori informazioni, è possibile inviare una mail all’indirizzo comunicazione@novarasviluppo.it.

Fondazione Novara Sviluppo
A3Cube Inc
#novara
#intelligenzaartificiale
Nell’ambito dell'iniziativa "Innovazione e formazione: Novara Sviluppo e A3Cube per il territorio”, propongono un seminario divulgativo, per sabato 15 maggio, dalle 9:00 alle 13:00 , “Intelligenza Artificiale: la nuova rivoluzione”.

“La collaborazione con A3Cube nasce con la volontà di promuovere e divulgare conoscenze e competenze rilevanti per l'arricchimento del bagaglio sociale e culturale della nostra provincia” afferma il presidente di Novara Sviluppo Michele Ragno “Il tema della IA ci sembrava calzante in questo senso, tanto più in considerazione dell’interesse riscontrato per un evento sullo stesso argomento proposto dalla Fondazione lo scorso anno”.

L'incontro ha lo scopo di introdurre al complesso contesto tecnologico attuale (Big Data ed Era 4.0) e fornire una panoramica sulla nuova rivoluzione in atto: la rivoluzione dell’Intelligenza Artificiale.

La prima parte del seminario sarà dedicata a spiegare i concetti base, con un approccio più divulgativo. Che cos’è l’Intelligenza Artificiale? In che modo una macchina può “pensare” da sola? L’Intelligenza artificiale potrà sostituire l’uomo? Queste alcune delle domande che guideranno l’Ing. #EmilioBilli, pioniere del settore e riconosciuto oggi tra i massimi esperti a livello mondiale, per condurre i partecipanti nel viaggio alla scoperta di un mondo per molti ancora ignoto e sospetto com’è quello dell’Intelligenza Artificiale. “L’obiettivo è quello di inquadrare l’enorme portata di cambiamento economico e sociale indotta dalle nuove tecnologie” racconta il relatore, co-founder di A3Cube “Lavoriamo a stretto contatto con piccole e medie realtà imprenditoriali e ci siamo accorti, in questo periodo più che mai, che Intelligenza Artificiale e Big Data sono argomenti poco conosciuti tanto dai cittadini quanto da professionisti e imprenditori”.
Attraverso l’analisi di casi studio specifici, verranno poi descritte le innumerevoli potenzialità di applicazione dell’Intelligenza Artificiale, contestualizzandole nel mondo attuale e declinandole nei vari settori di business (imprese manufatturiere, società di consulenza e servizi, settore bancario e assicurativo, per fare degli esempi).

L'incontro si svolgerà in presenza, presso la Sala Pagani di #NovaraSviluppo, nel rispetto di tutte le disposizioni e protocolli anti-Covid. La partecipazione è gratuita ma, in considerazione delle limitazioni dovute all’emergenza socio-sanitaria, a numero chiuso.

Per partecipare, è necessario iscriversi tramite la piattaforma Eventbrite, al link: https://eventbrite.it/e/….

Per maggiori informazioni, è possibile inviare una mail all’indirizzo comunicazione@novarasviluppo.it.

Fondazione Novara Sviluppo
A3Cube Inc
#novara
#intelligenzaartificiale
... Vedi altroVedi di meno
Clicca e guarda - "Block Notes- Appunti in Onda".
Abbiamo parlato Riccardo Locatelli, Presidente del Circolo del Bridge di Novara, che ci ha presentato il gioco di carte tra regole, tornei e scuola che è diventato esclusivamente on line in tempo di Covid.
Ha condotto in studio #EmanuelaFortuna
Per rimanere aggiornati seguiteci su Onda Novara TV canali del digitale terrestre 611 - 864 (Piemonte - Lombardia - Svizzera italiana)
#RiccardoLocatelli #Bridge #tornei #gioco
Mario Teruggi
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Arrivano al Comando di Polizia Locale 5 fototrappole finalizzate al controllo del territorio e, in modo particolare, al contrasto all’abbandono dei rifiuti.
I dispositivi saranno assegnati agli agenti del Nucleo di Polizia Ambientale e normati dal disciplinare per un utilizzo corretto degli stessi sia dal punto di vista tecnico che giuridico.
“Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti – commenta l’assessore alla Polizia Locale Luca Piantanida – è presente nella nostra città, anche se sostanzialmente  limitato ad alcune zone che, attraverso gli agenti, non possiamo controllare 24 ore su 24. l’utilizzo delle #fototrappole ci aiuterà nell’individuare gli incivili che lasciano rifiuti per strada, con le relative sanzioni o denunce previste dalla legge per questo tipo di reato. Ma le videocamere, che saranno posizionate nei luoghi più sensibili, almeno in un primo tempo, serviranno anche da deterrente per scoraggiare, ci auguriamo, anche altri episodi come vandalismi o disturbo alla quiete pubblica, collaborando con le diverse forze di polizia nell’ambito di eventuali indagini”. 
Le fototrappole entreranno in funzione dopo il necessario periodo di addestramento nell’utilizzo e negli adempimenti richiesti dalla normativa sulla privacy.Image attachmentImage attachment
NOVARA - Arrivano al Comando di Polizia Locale 5 fototrappole finalizzate al controllo del territorio e, in modo particolare, al contrasto all’abbandono dei rifiuti.
I dispositivi saranno assegnati agli agenti del Nucleo di Polizia Ambientale e normati dal disciplinare per un utilizzo corretto degli stessi sia dal punto di vista tecnico che giuridico.
“Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti – commenta l’assessore alla Polizia Locale Luca Piantanida – è presente nella nostra città, anche se sostanzialmente limitato ad alcune zone che, attraverso gli agenti, non possiamo controllare 24 ore su 24. l’utilizzo delle #fototrappole ci aiuterà nell’individuare gli incivili che lasciano rifiuti per strada, con le relative sanzioni o denunce previste dalla legge per questo tipo di reato. Ma le videocamere, che saranno posizionate nei luoghi più sensibili, almeno in un primo tempo, serviranno anche da deterrente per scoraggiare, ci auguriamo, anche altri episodi come vandalismi o disturbo alla quiete pubblica, collaborando con le diverse forze di polizia nell’ambito di eventuali indagini”.
Le fototrappole entreranno in funzione dopo il necessario periodo di addestramento nell’utilizzo e negli adempimenti richiesti dalla normativa sulla privacy.
... Vedi altroVedi di meno
COVID-19: Aggiornamento #vaccinazioni del 11-05-2021.

Sono 30.047 le #personevaccinate oggi contro il Covid in Piemonte, a 12.301 è stata somministrata la seconda dose. Tra i vaccinati in particolare sono 2.495 gli #over80 e 2.983 i #settantenni. 11.381 i #sessantenni e 7.681 le persone estremamente #vulnerabili ( 2.600 le dosi somministrate dai medici di famiglia). Il totale dei vaccinati è di 1.909.735 (di cui 617.705 come seconde), pari all’92,2% di 2.071.940 dosi disponibili .Sono in consegna oggi 150.930 dosi di Pfizer.
Oggi durante una riunione con l’Unità di crisi il presidente della Regione Alberto Cirio ha riferito l’esito dell’incontro avuto ieri sera a Roma con il generale Figliuolo per programmare le priorità della campagna vaccinale in Piemonte. Alla luce della comunicazione fatta dal Generale, che ha dato al Presidente la garanzia di almeno un milione di vaccini al mese per giugno e per luglio, potranno essere pianificati con data precisa tutti coloro che aderiscono o hanno già aderito alla vaccinazione. Dalla prossima settimana, quindi, il sistema comunicherà a tutti gli aderenti giorno, luogo e ora della convocazione. In particolare in base alle prossime forniture che il generale Figliuolo ha comunicato al presidente Cirio, le vaccinazioni degli over50 in Piemonte si concluderanno tra il 10-20 giugno per la fascia 55-59 anni e tra il 20-30 giugno per la fascia 50-54.
COVID-19: Aggiornamento #vaccinazioni del 11-05-2021.

Sono 30.047 le #personevaccinate oggi contro il Covid in Piemonte, a 12.301 è stata somministrata la seconda dose. Tra i vaccinati in particolare sono 2.495 gli #over80 e 2.983 i #settantenni. 11.381 i #sessantenni e 7.681 le persone estremamente #vulnerabili ( 2.600 le dosi somministrate dai medici di famiglia). Il totale dei vaccinati è di 1.909.735 (di cui 617.705 come seconde), pari all’92,2% di 2.071.940 dosi disponibili .Sono in consegna oggi 150.930 dosi di Pfizer.
Oggi durante una riunione con l’Unità di crisi il presidente della Regione Alberto Cirio ha riferito l’esito dell’incontro avuto ieri sera a Roma con il generale Figliuolo per programmare le priorità della campagna vaccinale in Piemonte. Alla luce della comunicazione fatta dal Generale, che ha dato al Presidente la garanzia di almeno un milione di vaccini al mese per giugno e per luglio, potranno essere pianificati con data precisa tutti coloro che aderiscono o hanno già aderito alla vaccinazione. Dalla prossima settimana, quindi, il sistema comunicherà a tutti gli aderenti giorno, luogo e ora della convocazione. In particolare in base alle prossime forniture che il generale Figliuolo ha comunicato al presidente Cirio, le vaccinazioni degli over50 in Piemonte si concluderanno tra il 10-20 giugno per la fascia 55-59 anni e tra il 20-30 giugno per la fascia 50-54.
... Vedi altroVedi di meno
COVID-19: Rapporto del 12-05-2021.
In #ITALIA: Gli attualmente positivi sono 352.422 con + 7.848 nuovi casi #positivi, +262 #vittime, 1.992 pazienti (-64 rispetto a ieri) in terapia intensiva (con 91 nuovi ricoveri del giorno), 14.280 (-657) ricoveri in reparti Covid, 336.150 persone (-10.716) in isolamento domiciliare, +19.023 pazienti guariti, 306.744 Tamponi eseguiti con Rapp.Posit/Tamponi Totali al 2,55 %. In totale i casi da inizio epidemia sono 4.131.078, i morti 123.544 e i guariti dal Covid o dimessi sono 3.655.112. In #PIEMONTE: + 774 nuovi positivi, + 18 decessi, 145 ricoveri in terapia intensiva (-3), 1599 ricoveri in reparti Covid (-59), 10.541 (-339) casi in isolamento domiciliare, + 1.157 pazienti guariti e 19.506 Tamponi eseguiti. A #NOVARA: Nellultimo rapporto diramato dallAzienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara, si registrano i seguenti casi positivi al Coronavirus: 49 il numero dei #ricoverati #Covid di cui: 4 pazienti in #terapiaintensiva, 8 in terapia #subintensiva, 26 nei #repartiCovid di Novara e 11 nell’#OspedaleSanRocco di #Galliate, 1 #decesso per Covid-19, un un uomo (1942), 2 pazienti #dimessi e 2 #trasferiti in altre strutture.
COVID-19: Rapporto del 12-05-2021.
In #ITALIA: Gli attualmente positivi sono 352.422 con + 7.848 nuovi casi #positivi, +262 #vittime, 1.992 pazienti (-64 rispetto a ieri) in terapia intensiva (con 91 nuovi ricoveri del giorno), 14.280 (-657) ricoveri in reparti Covid, 336.150 persone (-10.716) in isolamento domiciliare, +19.023 pazienti guariti, 306.744 Tamponi eseguiti con Rapp.Posit/Tamponi Totali al 2,55 %. In totale i casi da inizio epidemia sono 4.131.078, i morti 123.544 e i guariti dal Covid o dimessi sono 3.655.112. In #PIEMONTE: + 774 nuovi positivi, + 18 decessi, 145 ricoveri in terapia intensiva (-3), 1599 ricoveri in reparti Covid (-59), 10.541 (-339) casi in isolamento domiciliare, + 1.157 pazienti guariti e 19.506 Tamponi eseguiti. A #NOVARA: Nell'ultimo rapporto diramato dall'Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara, si registrano i seguenti casi positivi al Coronavirus: 49 il numero dei #ricoverati #Covid di cui: 4 pazienti in #terapiaintensiva, 8 in terapia #subintensiva, 26 nei #repartiCovid di Novara e 11 nell’#OspedaleSanRocco di #Galliate, 1 #decesso per Covid-19, un un uomo (1942), 2 pazienti #dimessi e 2 #trasferiti in altre strutture.
... Vedi altroVedi di meno
TORINO SPETTACOLI - Il comicissimo SHAKESPEAREX2 e il formidabile giallo LA TELA DEL RAGNO - teatro in presenza al #Gioiello e all’#Erba

Dopo aver riaperto le biglietterie già dal 26 aprile, Torino Spettacoli attende ora il pubblico anche in sala con due appuntamenti richiestissimi (che registrano alcuni sold out e si sono dovute aggiungere date!):
#SHAKESPEARE X 2, fenomeno comico pluriennale firmato Mesturino-Angione il 14, 18 e 26 maggio al Teatro Erba
e LA TELA DEL RAGNO, giallo formidabile di Agatha Christie per la regia di Piero Nuti al Teatro Gioiello dal 21 al 30 maggio.

TEATRO ERBA – venerdì 14, martedì 18 e mercoledì 26 maggio ore 20
Compagnia Torino Spettacoli
Elia Tedesco Stefano Abburà
Shakespeare x 2 - uno Shakespeare tutto da ridere!
5°anno di repliche
Una simpatica baruffa teatrale all’ombra del Globe in compagnia di Prospero e Puck, Amleto e Schylock, Giulietta e Marcantonio
scritto e diretto da Girolamo Angione e Gian Mesturino da William Shakespeare
movimenti di scena Gianni Mancini - vocal coach Gabriele Bolletta
musiche della tradizione popolare irlandese.

TEATRO GIOIELLO – venerdì 21 e sabato 22 maggio ore 20
domenica 23 e domenica 30 maggio ore 16
orari dal 27 al 29 maggio in definizione
Compagnia Torino Spettacoli
Elena Soffiato Simone Moretto Elia Tedesco Carmelo Cancemi
Giuseppe Serra Cristina Palermo David Miceli Andrea Pampanini
Giulia De Nardo Alessandra Castellano Cesare Hary
La Tela Del Ragno di Agatha Christie - regia Piero Nuti
Il ritorno a vivere il teatro in presenza al Gioiello di Torino è affidato a un giallo formidabile LA TELA DEL RAGNO di Agatha Christie con i Beniamini di Forbici Follia e per la regia di Piero Nuti.

Info e prenotazioni: tel. 011.6615447 - info@torinospettacoli.it
Acquisto direttamente al sito

Torino Spettacoli
... Vedi altroVedi di meno
PIEMONTE - #VoucherScuola 2021/2022: la Regione stanzia 1,5 milioni di euro in piu’ per il ticket virtuale per acquisti legati al #dirittoallostudio. 

Si è aperto ufficialmente, martedi 11 maggio alle ore 12, il bando per il nuovo #voucherscuola, il ticket virtuale per gli acquisti legati al diritto allo studio, che si presenta quest’anno con alcune importanti novità. Il voucher può contare su una dotazione finanziaria di oltre 19 milioni di euro, grazie all’integrazione tra risorse regionali e contributo statale per i libri di testo; ulteriori 350 mila euro dedicati alle scuole paritarie saranno aggiunti al capitolo del voucher «iscrizione e frequenza» ed integrati prima della chiusura del bando. Ci sarà tempo per caricare la propria domanda fino a alle 12 del 18 giugno 2021.

Come presentare domanda
Le famiglie degli studenti (o gli studenti stessi se maggiorenni, purché non abbiano compiuto 22 anni e non abbiano già un titolo di studio di scuola superiore), con indicatore #Isee 2021 non superiore a 26 mila euro e iscritti nell’anno 2021-2022 alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, statale e paritarie, o ai corsi di formazione professionale in obbligo di istruzione possono quindi presentare un’unica domanda per il voucher 2021-22, per le rette scolastiche di iscrizione e frequenza o, in alternativa, per l’acquisto di libri di testo, materiale didattico, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dellofferta formativa e trasporti, che comprende anche il contributo statale per i libri di testo. Come di consueto, le domande possono essere presentate esclusivamente online: da quest’anno, la domanda dovrà essere presentata sul portale PiemonteTU (https://www.piemontetu.it/servizi#istruzione), il nuovo punto unico di accesso dedicato a tutti i cittadini piemontesi, accessibile comodamente da qualsiasi dispositivo collegato a Internet. Il modulo dedicato sarà disponibile nella nuova area servizi TUIstruzione.  Si tratta di una compilazione agevole e guidata, al termine della quale sarà possibile inviare subito la domanda di voucher scuola. Il richiedente riceverà una mail di conferma dellavvenuto invio della domanda sullindirizzo di posta elettronica registrato tra i dati di contatto sul portale PiemonteTU. Sul portale “#PiemonteTU”, sezione “#TUIstruzione”, sarà disponibile anche il servizio “Verifica stato domanda voucher scuola”.
Come sempre, per la presentazione della domanda con le apposite credenziali, è obbligatorio indicare:
a) una casella di posta elettronica valida per:
- ricevere informazioni in merito allesito dellistruttoria per lassegnazione del voucher;
- ricevere il PIN da parte del gestore del servizio,
- recuperare il PIN tramite il sito https://beneficiari.edenred.it/web/ticketservice/recuperapin
Le informazioni di cui sopra saranno fornite esclusivamente alla casella di posta indicata nella domanda, non saranno quindi presi in considerazione indirizzi di posta elettronica differenti.
b) un numero di telefono cellulare valido.
Il valore del voucher 
L’importo si differenzia in base alle fasce di reddito e agli ordini di scuola. Si va da un minimo di 75 a un massimo di 500 euro per il voucher libri di testo, attività integrative, trasporti, materiale didattico e dotazioni tecnologiche e da un minimo di 950 euro a un massimo di 2150 euro, per il voucher iscrizione e frequenza. Restano le maggiorazioni per gli studenti con disabilità certificate (importi aumentati del 50 per cento) e con disturbi specifici di apprendimento o esigenze educative speciali (importi aumentati del 30 per cento) e ancora residenti nei comuni marginali del Piemonte (importi aumentati del 30 per cento). Per il “Voucher iscrizione e frequenza” è possibile dichiarare la volontà di utilizzare parte del contributo di iscrizione per lacquisto dei libri di testo (importo di 150 euro per la scuola secondaria di primo grado e di 250 euro per la scuola secondaria di secondo grado) per le famiglie con un ISEE fino a euro 15.748,78.
Tempistiche
Scaduti i termini di presentazione delle domande (ore 12 del 18 giugno 2021), gli uffici dell’assessorato regionale all’Istruzione procederanno all’istruttoria e alla definizione della graduatoria, con l’obiettivo di rendere disponibile sulla tessera sanitaria l’importo del voucher a partire da fine luglio 2020.

#ElenaChiorino, assessore regionale all’#Istruzione:«Il nostro obiettivo è sempre quello di garantire a tutti il diritto allo studio al maggior numero di famiglie possibile, in modo che nessuno venga lasciato indietro o solo. Con l’erogazione dei voucher scolastici, implementati rispetto allo scorso anno di 1.5 milioni di euro ed integrati con altri 350 mila euro prima della chiusura del bando il 18 giugno vogliamo offrire un sostegno concreto alle famiglie. Un aiuto che quest’anno è ancora più significativo vista la necessità di fruire ancora della didattica a distanza. Abbiamo reso il sistema di presentazione delle domande più semplice attraverso un portale di accesso unico che consentirà una compilazione più semplice e veloce, anche da smartphone ed è disponibile sul sito un breve videotutorial realizzato dalla Regione Piemonte - in collaborazione con Csi Piemonte – per spiegare in modo chiaro tutto quello che è necessario sapere.»
Letizia Maria Ferraris, Presidente del CSI Piemonte ha sottolineato «Il CSI ha supportato la Regione Piemonte in questo progetto a sostegno delle famiglie in un momento complesso. L’iniziativa è un esempio significativo di come le nuove tecnologie possano rispondere ai bisogni concreti dei cittadini, rendendo immeditato il loro rapporto con la Pubblica Amministrazione, attraverso servizi digitali semplici, inclusivi e accessibili a tutti.»
Per informazioni e dettagli consultare il sito alla pagina: 
https://www.regione.piemonte.it/web/temi/istruzione-formazione-lavoro/istruzione/voucher-scuola/voucher-scuola-2021-2022
Regione Piemonte
PIEMONTE - #VoucherScuola 2021/2022: la Regione stanzia 1,5 milioni di euro in piu’ per il ticket virtuale per acquisti legati al #dirittoallostudio.

Si è aperto ufficialmente, martedi 11 maggio alle ore 12, il bando per il nuovo #voucherscuola, il ticket virtuale per gli acquisti legati al diritto allo studio, che si presenta quest’anno con alcune importanti novità. Il voucher può contare su una dotazione finanziaria di oltre 19 milioni di euro, grazie all’integrazione tra risorse regionali e contributo statale per i libri di testo; ulteriori 350 mila euro dedicati alle scuole paritarie saranno aggiunti al capitolo del voucher «iscrizione e frequenza» ed integrati prima della chiusura del bando. Ci sarà tempo per caricare la propria domanda fino a alle 12 del 18 giugno 2021.

Come presentare domanda
Le famiglie degli studenti (o gli studenti stessi se maggiorenni, purché non abbiano compiuto 22 anni e non abbiano già un titolo di studio di scuola superiore), con indicatore #Isee 2021 non superiore a 26 mila euro e iscritti nell’anno 2021-2022 alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, statale e paritarie, o ai corsi di formazione professionale in obbligo di istruzione possono quindi presentare un’unica domanda per il voucher 2021-22, per le rette scolastiche di iscrizione e frequenza o, in alternativa, per l’acquisto di libri di testo, materiale didattico, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa e trasporti, che comprende anche il contributo statale per i libri di testo. Come di consueto, le domande possono essere presentate esclusivamente online: da quest’anno, la domanda dovrà essere presentata sul portale PiemonteTU (), il nuovo punto unico di accesso dedicato a tutti i cittadini piemontesi, accessibile comodamente da qualsiasi dispositivo collegato a Internet. Il modulo dedicato sarà disponibile nella nuova area servizi TUIstruzione. Si tratta di una compilazione agevole e guidata, al termine della quale sarà possibile inviare subito la domanda di voucher scuola. Il richiedente riceverà una mail di conferma dell'avvenuto invio della domanda sull'indirizzo di posta elettronica registrato tra i dati di contatto sul portale PiemonteTU. Sul portale “#PiemonteTU”, sezione “#TUIstruzione”, sarà disponibile anche il servizio “Verifica stato domanda voucher scuola”.
Come sempre, per la presentazione della domanda con le apposite credenziali, è obbligatorio indicare:
a) una casella di posta elettronica valida per:
- ricevere informazioni in merito all'esito dell'istruttoria per l'assegnazione del voucher;
- ricevere il PIN da parte del gestore del servizio,
- recuperare il PIN tramite il sito https://beneficiari.edenred.it/web/ticketservice/…
Le informazioni di cui sopra saranno fornite esclusivamente alla casella di posta indicata nella domanda, non saranno quindi presi in considerazione indirizzi di posta elettronica differenti.
b) un numero di telefono cellulare valido.
Il valore del voucher
L’importo si differenzia in base alle fasce di reddito e agli ordini di scuola. Si va da un minimo di 75 a un massimo di 500 euro per il voucher libri di testo, attività integrative, trasporti, materiale didattico e dotazioni tecnologiche e da un minimo di 950 euro a un massimo di 2150 euro, per il voucher iscrizione e frequenza. Restano le maggiorazioni per gli studenti con disabilità certificate (importi aumentati del 50 per cento) e con disturbi specifici di apprendimento o esigenze educative speciali (importi aumentati del 30 per cento) e ancora residenti nei comuni marginali del Piemonte (importi aumentati del 30 per cento). Per il “Voucher iscrizione e frequenza” è possibile dichiarare la volontà di utilizzare parte del contributo di iscrizione per l'acquisto dei libri di testo (importo di 150 euro per la scuola secondaria di primo grado e di 250 euro per la scuola secondaria di secondo grado) per le famiglie con un ISEE fino a euro 15.748,78.
Tempistiche
Scaduti i termini di presentazione delle domande (ore 12 del 18 giugno 2021), gli uffici dell’assessorato regionale all’Istruzione procederanno all’istruttoria e alla definizione della graduatoria, con l’obiettivo di rendere disponibile sulla tessera sanitaria l’importo del voucher a partire da fine luglio 2020.

#ElenaChiorino, assessore regionale all’#Istruzione:«Il nostro obiettivo è sempre quello di garantire a tutti il diritto allo studio al maggior numero di famiglie possibile, in modo che nessuno venga lasciato indietro o solo. Con l’erogazione dei voucher scolastici, implementati rispetto allo scorso anno di 1.5 milioni di euro ed integrati con altri 350 mila euro prima della chiusura del bando il 18 giugno vogliamo offrire un sostegno concreto alle famiglie. Un aiuto che quest’anno è ancora più significativo vista la necessità di fruire ancora della didattica a distanza. Abbiamo reso il sistema di presentazione delle domande più semplice attraverso un portale di accesso unico che consentirà una compilazione più semplice e veloce, anche da smartphone ed è disponibile sul sito un breve videotutorial realizzato dalla Regione Piemonte - in collaborazione con Csi Piemonte – per spiegare in modo chiaro tutto quello che è necessario sapere.»
Letizia Maria Ferraris, Presidente del CSI Piemonte ha sottolineato «Il CSI ha supportato la Regione Piemonte in questo progetto a sostegno delle famiglie in un momento complesso. L’iniziativa è un esempio significativo di come le nuove tecnologie possano rispondere ai bisogni concreti dei cittadini, rendendo immeditato il loro rapporto con la Pubblica Amministrazione, attraverso servizi digitali semplici, inclusivi e accessibili a tutti.»
Per informazioni e dettagli consultare il sito alla pagina:
https://regione.piemonte.it/web/temi/…
Regione Piemonte
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - #DSA: Corso di formazione per docenti organizzato dall’istituto “Bonfantini”

.

Il consigliere delegato all’Istruzione Andrea CRIVELLI fa questa premessa nella presentazione del corso di formazione sui #DisturbiSpecifici dell’ #apprendimento organizzato dall’Istituto “Bonfantini” e dall’Associazione italiana Dislessia, con l’adesione del Liceo Artistico Musicale e Coreutico Statale Felice Casorati, dell’ITI “Omar”, dell’ITT “Giacomo Fauser”, dell’ITG “Pier Luigi Nervi”, dell’I.p.s.i.a “Bellini”, dell’IPS “Ravizza”, del Liceo scientifico “Carlo Alberto”, del Liceo scientifico “Galileo Galilei” di Borgomanero e lITIS “Leonardo da Vinci” di Borgomanero e con il contributo di “Esseco”, .

Il Dirigente scolastico dell’Istituto “Bonfantini” #VincenzoZappia sottolinea che .
Provincia di Novara
I.I.S. G. Bonfantini
Associazione Italiana DislessiaImage attachmentImage attachment
NOVARA - #DSA: Corso di formazione per docenti organizzato dall’istituto “Bonfantini”

<<L’Amministrazione conferma il proprio impegno rispetto alle tematiche riguardanti l’inclusione delle fasce deboli e dei soggetti fragili a partire dal mondo della scuola>>.

Il consigliere delegato all’Istruzione Andrea CRIVELLI fa questa premessa nella presentazione del corso di formazione sui #DisturbiSpecifici dell’ #apprendimento organizzato dall’Istituto “Bonfantini” e dall’Associazione italiana Dislessia, con l’adesione del Liceo Artistico Musicale e Coreutico Statale "Felice Casorati", dell’ITI “Omar”, dell’ITT “Giacomo Fauser”, dell’ITG “Pier Luigi Nervi”, dell’I.p.s.i.a “Bellini”, dell’IPS “Ravizza”, del Liceo scientifico “Carlo Alberto”, del Liceo scientifico “Galileo Galilei” di Borgomanero e l'ITIS “Leonardo da Vinci” di Borgomanero e con il contributo di “Esseco”, <<che prenderà il via il prossimo 19 maggio e che rappresenta un’opportunità formativa per accostarsi in maniera anche pratica alla gestione di alcuni casi: l’obiettivo – prosegue il consigliere – è fornire ai docenti gli strumenti per la comprensione e la valutazione dei diversi tipi di #Dsa, migliorando in questo modo i rapporti con gli studenti e valorizzando le loro potenzialità. Abbiamo apprezzato, oltre alla scelta di una modulazione rispetto alle esigenze specifiche del singolo alunno, la concretezza e le modalità innovative di questo progetto, che comprende momenti di formazione teorica, ma anche modalità di tipo laboratoriale funzionali a una migliore operatività didattica inclusiva nel gruppo classe. Questo progetto ben si inserisce nel solco dell’azione che l’Amministrazione, sin dal momento del suo insediamento, ha voluto riservare a tutte le situazioni problematiche nelle nostre scuole, dal significativo sostegno alla disabilità fino, appunto, a quella nei confronti dei soggetti con Dsa. Il nostro desiderio – commenta a conclusione il consigliere – è riuscire a dare vita a luoghi che non solo preparino e qualifichino i nostri ragazzi da un punto di vista didattico, ma che li possano far crescere anche sul piano umano, facendoli sentire in ogni momento gli uni responsabili degli altri>>.

Il Dirigente scolastico dell’Istituto “Bonfantini” #VincenzoZappia sottolinea che <<Il corretto approccio ai disturbi specifici dell'apprendimento costituisce una delle sfide più difficili per realizzare una scuola che sia realmente inclusiva. Sempre più spesso questi disturbi, invisibili ai più ma di grande impatto nella vita di chi ne è affetto, finiscono col causare un dispendio di energie per #studenti, #famiglie e #docenti impegnati nel conseguimento del successo formativo. La finalità di questo breve corso - organizzato con diversi soggetti ai quali va il nostro più sincero ringraziamento per la sensibilità ed attenzione dimostrata al mondo della scuola - è quella di fornire ai docenti strumenti e strategie atte a valorizzare le potenzialità degli studenti, il tutto con un taglio quanto più possibile pratico così da offrire un reale ed efficace supporto operativo. Non ultimo, è importante sottolineare come si tratti di un'occasione di crescita culturale e professionale che scaturisce dalla virtuosa collaborazione tra le istituzioni scolastiche, l'Ente pubblico yerritoriale di riferimento, il Terzo Settore e una grande realtà imprenditoriale del Novarese, secondo un modello operativo che speriamo si possa replicare sempre più spesso>>.
Provincia di Novara
I.I.S. "G. Bonfantini"
Associazione Italiana Dislessia
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Al via i lavori del “Progetto Arcuri” per una nuova terapia Intensiva e Subintensiva allAzienda Ospedaliera Universitaria Maggiore di Novara

Inizieranno il prossimo giugno i lavori per il secondo lotto di opere che rientra nel cosiddetto “Progetto Arcuri” per potenziare le strutture sanitarie durante la pandemia-Sars Cov2; per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara erano stati approvati due interventi: in questo caso si tratta della realizzazione di uno spazio per una nuova terapia intensiva e di una nuova terapia sub intensiva sopra l’attuale sede del Pronto Soccorso, con un collegamento tra i padiglioni A e B.
In particolare, verranno creati ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva e 8 di terapia semintensiva.
Il finanziamento è di 2,5 milioni di euro: entro fine maggio sarà pronto il progetto esecutivo e poi inizieranno i lavori, che saranno terminati, secondo le previsioni, entro la fine del 2021.
Il primo intervento, presentato lo scorso marzo, riguardava l’ampliamento e la riorganizzazione del Pronto Soccorso dell’Aou, con la realizzazione di un nuovo percorso di pre-triage e triage e di un ambulatorio e di una camera Covid.
Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità
NOVARA - Al via i lavori del “Progetto Arcuri” per una nuova terapia Intensiva e Subintensiva all'Azienda Ospedaliera Universitaria Maggiore di Novara

Inizieranno il prossimo giugno i lavori per il secondo lotto di opere che rientra nel cosiddetto “Progetto Arcuri” per potenziare le strutture sanitarie durante la pandemia-Sars Cov2; per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Novara erano stati approvati due interventi: in questo caso si tratta della realizzazione di uno spazio per una nuova terapia intensiva e di una nuova terapia sub intensiva sopra l’attuale sede del Pronto Soccorso, con un collegamento tra i padiglioni A e B.
In particolare, verranno creati ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva e 8 di terapia semintensiva.
Il finanziamento è di 2,5 milioni di euro: entro fine maggio sarà pronto il progetto esecutivo e poi inizieranno i lavori, che saranno terminati, secondo le previsioni, entro la fine del 2021.
Il primo intervento, presentato lo scorso marzo, riguardava l’ampliamento e la riorganizzazione del Pronto Soccorso dell’Aou, con la realizzazione di un nuovo percorso di pre-triage e triage e di un ambulatorio e di una camera Covid.
Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità
... Vedi altroVedi di meno
COVID-19: Aggiornamento #vaccinazioni del 11-05-2021
Sono 30.202 le #personevaccinate oggi contro il Covid in Piemonte, a 12.747 è stata somministrata la seconda dose. Tra i vaccinati in particolare sono 1.887 gli #over80 e 3.110 i #settantenni. 10.418 i #sessantenni e 10.395 le persone estremamente #vulnerabili (oltre 2.350 le dosi somministrate dai medici di famiglia).
Il totale dei vaccinati è di 1.878.951 (di cui 605.101 come seconde), pari all’90.7% di 2.071.940 dosi disponibili. Nel primo giorno di preadesione sono state 59.626 le persone tra i 50 e i 54 anni che si sono registrate su www.ilpiemontetivaccina.it
Sono invece 102.203 le persone tra 55 e 59 anni che hanno preaderito da martedì scorso.
Il totale delle preadesioni per la fascia 50-59 anni è quindi 161.829.
COVID-19: Aggiornamento #vaccinazioni del 11-05-2021
Sono 30.202 le #personevaccinate oggi contro il Covid in Piemonte, a 12.747 è stata somministrata la seconda dose. Tra i vaccinati in particolare sono 1.887 gli #over80 e 3.110 i #settantenni. 10.418 i #sessantenni e 10.395 le persone estremamente #vulnerabili (oltre 2.350 le dosi somministrate dai medici di famiglia).
Il totale dei vaccinati è di 1.878.951 (di cui 605.101 come seconde), pari all’90.7% di 2.071.940 dosi disponibili. Nel primo giorno di preadesione sono state 59.626 le persone tra i 50 e i 54 anni che si sono registrate su
Sono invece 102.203 le persone tra 55 e 59 anni che hanno preaderito da martedì scorso.
Il totale delle preadesioni per la fascia 50-59 anni è quindi 161.829.
... Vedi altroVedi di meno
COVID-19: Rapporto del 11-05-2021.
In #ITALIA: Gli attualmente positivi sono 363.089 con + 6.946 nuovi casi #positivi, +251 #vittime, 2.056 pazienti (-102 rispetto a ieri) in terapia intensiva (con 100 nuovi ricoveri del giorno), 14.937 (-490) ricoveri in reparti Covid, 346.866 persone (-9.219) in isolamento domiciliare, +16.503 pazienti guariti, 286.428 Tamponi eseguiti con Rapp.Posit/Tamponi Totali al 2,4 %. In totale i casi da inizio epidemia sono 4.123.230, i morti 123.282 e i guariti dal Covid o dimessi sono 3.636.089. In #PIEMONTE: + 529 nuovi positivi, + 12 decessi, 148 ricoveri in terapia intensiva (-13), 1658 ricoveri in reparti Covid (-22), 10.880 (-405) casi in isolamento domiciliare, + 957 pazienti guariti e 19.905 Tamponi eseguiti. A #NOVARA: Nellultimo rapporto diramato dallAzienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara, si registrano i seguenti casi positivi al Coronavirus: 51 il numero dei #ricoverati #Covid di cui: 5 pazienti in #terapiaintensiva, 7 in terapia #subintensiva, 28 nei #repartiCovid di Novara e 11 nell’#OspedaleSanRocco di #Galliate, 2 #decessi per Covid-19, un un uomo (1938) e una donna (1934), 1 paziente #dimesso e 3 #trasferiti in altre strutture.
COVID-19: Rapporto del 11-05-2021.
In #ITALIA: Gli attualmente positivi sono 363.089 con + 6.946 nuovi casi #positivi, +251 #vittime, 2.056 pazienti (-102 rispetto a ieri) in terapia intensiva (con 100 nuovi ricoveri del giorno), 14.937 (-490) ricoveri in reparti Covid, 346.866 persone (-9.219) in isolamento domiciliare, +16.503 pazienti guariti, 286.428 Tamponi eseguiti con Rapp.Posit/Tamponi Totali al 2,4 %. In totale i casi da inizio epidemia sono 4.123.230, i morti 123.282 e i guariti dal Covid o dimessi sono 3.636.089. In #PIEMONTE: + 529 nuovi positivi, + 12 decessi, 148 ricoveri in terapia intensiva (-13), 1658 ricoveri in reparti Covid (-22), 10.880 (-405) casi in isolamento domiciliare, + 957 pazienti guariti e 19.905 Tamponi eseguiti. A #NOVARA: Nell'ultimo rapporto diramato dall'Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara, si registrano i seguenti casi positivi al Coronavirus: 51 il numero dei #ricoverati #Covid di cui: 5 pazienti in #terapiaintensiva, 7 in terapia #subintensiva, 28 nei #repartiCovid di Novara e 11 nell’#OspedaleSanRocco di #Galliate, 2 #decessi per Covid-19, un un uomo (1938) e una donna (1934), 1 paziente #dimesso e 3 #trasferiti in altre strutture.
... Vedi altroVedi di meno
NOVARA - Campionati italiani di apnea indoor

I #campionatiitaliani di #apnea arrivano a Novara. Il 14, 15 e 16 maggio 2021, nella piscina dell’impianto sportivo del Terdoppio, si disputeranno i Campionati italiani estivi indoor di apnea Fipsas, che vedranno affrontarsi i migliori apneisti d’Italia. Ad organizzare l’importante manifestazione sportiva è il Primo Club Lacustre Sommozzatori Novara.
Sono più di 120 gli atleti provenienti da tutta Italia che si sfideranno in oltre 200 gare sotto la superficie dell’acqua nella varie discipline: si parte venerdì 14 alle 11.30 con l’endurance 8 x 50m monipinna, seguita poi dall’apnea dinamica rana alle 13 e dallo speed 100m con monopinna alle 16.30.
Sabato 15 invece dalle 9.30 inizieranno le gare di apnea statica, alle 12.30 ci sarà l’endurance 16 x 50m con monopinna e dalle 14.30 al via l’apnea dinamica con monipinna. Domenica i campionati si chiuderanno con l’apnea dinamica pinne, a partire dalle 9.30.

#PrimoClubLacustreSommozzatoriNovara
Primo Club Lacustre Sommozzatori - Novara Sub e Apnea
#apneaindoor Comune di Novara
NOVARA - Campionati italiani di apnea indoor

I #campionatiitaliani di #apnea arrivano a Novara. Il 14, 15 e 16 maggio 2021, nella piscina dell’impianto sportivo del Terdoppio, si disputeranno i Campionati italiani estivi indoor di apnea Fipsas, che vedranno affrontarsi i migliori apneisti d’Italia. Ad organizzare l’importante manifestazione sportiva è il Primo Club Lacustre Sommozzatori Novara.
Sono più di 120 gli atleti provenienti da tutta Italia che si sfideranno in oltre 200 gare sotto la superficie dell’acqua nella varie discipline: si parte venerdì 14 alle 11.30 con l’endurance 8 x 50m monipinna, seguita poi dall’apnea dinamica rana alle 13 e dallo speed 100m con monopinna alle 16.30.
Sabato 15 invece dalle 9.30 inizieranno le gare di apnea statica, alle 12.30 ci sarà l’endurance 16 x 50m con monopinna e dalle 14.30 al via l’apnea dinamica con monipinna. Domenica i campionati si chiuderanno con l’apnea dinamica pinne, a partire dalle 9.30.

#PrimoClubLacustreSommozzatoriNovara
Primo Club Lacustre Sommozzatori - Novara Sub e Apnea
#apneaindoor Comune di Novara
... Vedi altroVedi di meno
PELLA - STRADA PROVINCIALE 46: Rimosso un #alberocaduto.

A causa del maltempo, intorno alle 8.30 di oggi un albero presente al lato della #Stradaprovincialen46, in territorio del Comune di #Pella, è caduto, trascinando con sé un’esigua quantità di detriti.
Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco, che hanno provveduto allo sgombero.
<<La chiusura della Strada non si è resa necessaria. Al momento – spiega il consigliere delegato alla Viabilità Marzia Vicenzi – sono in corso alcune verifiche da parte dei nostri tecnici per verificare eventuali altre situazioni di rischio legate alla vegetazione>>.
... Vedi altroVedi di meno
Leggi altro

Copyright All right reserved