Coronavirus, Regioni ampliano e integrano linee guida per riaperture

admin
ROMA (ITALPRESS) – “Si allarga lo spettro delle linee guida per la riapertura elaborate e approvate dalla Conferenza delle Regioni, comprendendo anche il settore delle attività ricreative”. Lo annuncia il presidente Stefano Bonaccini. “L’obiettivo è quello di dare un contributo per rimettere velocemente in moto il Paese, in condizioni di sicurezza, nella fase post-emergenza Covid-19. Un passo in più verso la gestione di questa nuova fase, durante la quale dobbiamo guardare al futuro con ottimismo e dinamismo, senza mai abbassare la guardia rispetto all’osservanza delle regole indispensabili per la prevenzione. Lo sforzo corale del sistema Paese rappresenta la pre-condizione per affrontare e superare la crisi determinata dalla pandemia. Cittadini, imprese, parti sociali e istituzioni: ciascuno è chiamato a fare la propria parte. Ma sono convinto – conclude Bonaccini – che insieme possiamo farcela”.
Le linee guida comprendono ora anche le schede relative ai seguenti settori: congressi e grandi fiere; sale slot, sale giochi e sale bingo; discoteche. Sono state razionalizzate e integrate le schede relative a: “Ristorazione”, dove è stato inserito un paragrafo dedicato alle “cerimonie”; “Attività ricettive” (che oltre alle indicazioni generali prevede regole specifiche per strutture turistico-ricettive all’aria aperta; rifugi alpini ed escursionistici; ostelli della gioventù; locazioni brevi); “Servizi per l’infanzia e l’adolescenza” (con un paragrafo dedicato ai “Campi estivi”). Sono state notevolmente aggiornate le schede relative alle “Aree giochi per bambini” e a “Cinema e spettacoli dal vivo” (quest’ultima con riferimenti a: fondazioni liriche, sinfoniche e orchestrali e spettacoli musicali; produzioni teatrali; produzioni di danza).
(ITALPRESS).
Next Post

Diritto d’autore, Mogol (SIAE): “Urgente recepire Direttiva Europea”

ROMA (ITALPRESS) – “E’ importante che la Direttiva europea sul copyright venga recepita presto. Se non viene approvata, i giganti del web continueranno a non pagare il diritto d’autore e così moriranno la cultura e la democrazia”. Lo ha detto il presidente della Siae Giulio Rapetti Mogol, nel corso dell’incontro […]