Icardi saluta l’Inter e passa al Psg per oltre 50 milioni di euro

admin
ROMA (ITALPRESS) – Ora è ufficiale, Mauro Icardi saluta l’Inter. Dopo sei stagioni trascorse in nerazzurro, l’attaccante argentino si trasferisce definitivamente al Paris Saint-Germain, dove ha giocato in prestito in questo ultimo campionato. Una storia d’amore burrascosa quella tra Icardi e l’Inter. Approdato nella Milano nerazzurra nell’estate del 2013 dalla Samp, Icardi si è da subito imposto conquistando gli applausi di San Siro ad ogni suo gol. L’esplosione arriva nella stagione 2014-15 quando l’argentino firma 27 reti complessive, 22 delle quali in campionato condividendo così la vetta della classifica capo-cannonieri con Luca Toni del Verona. Gol dopo gol Icardi si prende la scena e anche la fascia da capitano diventando il leader della squadra. La vita extra-campo di “Maurito” però fa storcere il naso a tanti: la moglie e show-girl Wanda Nara, sua procuratrice, mette spesso in dubbio la gestione dell’Inter parlando di numerose offerte tra Italia ed estero. Criticato per essere poco propenso ad aiutare i compagni nella fase difensiva, l’argentino inizia a mettersi di traverso con lo spogliatoio creando una spaccatura evidente e pesante che porterà l’Inter a togliergli la fascia da capitano il 13 febbraio 2019. Nell’ultima ora della sessione estiva di calciomercato l’argentino lascia Milano e si trasferisce a Parigi con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 70 milioni. Dopo aver rinunciato ad altre destinazioni, al Psg Icardi si trova a suo agio realizzando 20 reti su 31 presenze totali, 5 di queste in Champions. Fino alla giornata odierna, con un diritto di riscatto esercitato al ribasso in un’operazione da 50 milioni di euro più 5 di bonus.
(ITALPRESS).
Next Post

Coronavirus, Gualtieri “A settembre grande piano per la ripresa”

ROMA (ITALPRESS) – “Noi adesso abbiamo ottenuto una proposta che speriamo si tramuti presto in una legislazione europea che metta in campo delle risorse molto significative per un grande piano comune per la ripresa dell’economia. L’Italia dovrà presentare un suo piano per la ripresa, lo faremo a settembre, sarà presentato […]