Morte Bryant, pilota dell’elicottero non aveva assunto alcol o droghe

admin
LOS ANGELES (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Il rapporto dell’autopsia di Ara Zobayan, il pilota dell’elicottero che si è schiantato il 26 gennaio con a bordo l’ex stella dell’Nba Kobe Bryant, ha rivelato che l’uomo non aveva assunto alcol o droghe prima del decollo. Nell’incidente, oltre a l’ex campione dei Los Angeles Lakers e lo stesso pilota, sono morte altre sette persone, tra cui la figlia di Kobe, Gianna, cestista di 13 anni. Le indagini sono arrivate alla conclusione che lo schianto è stato del tutto accidentale: l’elicottero stava viaggiando lo scorso 26 gennaio a una velocità di 296 km/h in una giornata di nebbia per poi schiantarsi contro una collina a nord-ovest di Los Angeles. Riguardo Bryant, il rapporto assicura che è morto all’istante per lesioni su tutto il corpo.
(ITALPRESS).
Next Post

Torna la “Settimana del cervello”, la mente tra inganni e sfide estreme

TORINO (ITALPRESS) – Dalle illusioni sensoriali alle allucinazioni, o false percezioni, create dal cervello affetto da patologie neurologiche o psichiatriche. Dai pregiudizi percettivi, aspettative e conoscenze pregresse che influenzano la nostra interpretazione della realtà, a come la percezione influenzi la coscienza e quindi la memoria storica. Torna dal 18 al […]