Pirateria editoriale, sequestrati 28 siti web e 8 canali Telegram

admin
ROMA (ITALPRESS) – La guardia di finanza di Roma ha sequestrato 28 siti web e 8 canali Telegram che consentivano la visualizzazione e il download illegale delle copie digitali di numerosi giornali e riviste nazionali ed internazionali.
L’operazione “Clean newspapers”, avviata a inizio 2020 sotto il coordinamento della Procura di Roma – Pool reati informatici, e’ stata intensificata per contrastare un fenomeno, quello della pirateria editoriale, che ha visto un consistente incremento anche a causa dell’attuale emergenza sanitaria. La permanenza a casa ha indotto infatti molte persone a cercare online contenuti editoriali gratuiti, reperibili su diversi siti web illegali.
Secondo le fiamme gialle, i ‘pirati informatici’ registravano i siti in localita’ estere (soprattutto a Panama, negli Usa e in Russia), sfruttando servizi offerti da provider accreditati per assegnare nomi a dominio di secondo livello, in alcuni casi avvalendosi di servizi di ‘anonimizzazione’ per mascherare la reale titolarita’ e nazionalita’. Successivamente attivavano appositi spazi web su server esteri, collocati in Olanda, Usa, Russia, Ucraina e Belize, in modo da ostacolare la rintracciabilita’ dei responsabili.
Sono in corso indagini per risalire all’identita’ dei gestori dei siti.
(ITALPRESS).
Next Post

Editoria, Riffeser “Apprezzamento per misure nel dl rilancio”

ROMA (ITALPRESS) – “Esprimiamo apprezzamento al Governo e al sottosegretario Martella per le misure per l’editoria presenti nel Dl rilancio, perche’ costituiscono un significativo riconoscimento del ruolo e della funzione della stampa nel nostro Paese in un momento di particolare criticita’ per tutti gli italiani”. Cosi’ il presidente della Fieg, […]