Banca Mediolanum, in due mesi raccolti 1,5 mln per il “Sacco” di Milano

admin
MILANO (ITALPRESS) – Un milione e mezzo all’ospedale Sacco di Milano, in prima linea per l’emergenza Covid, grazie alla raccolta fondi #insiemecelafaremo avviata il 4 marzo da Banca Mediolanum.
In soli due mesi, i fondi della raccolta, e i contributi donati direttamente da Banca Mediolanum, hanno permesso all’Ospedale Sacco di acquistare 5 macchinari di alta diagnostica destinati al reparto Microbiologia, Virologia e Bioemergenze, che sono gia’ operativi e lavorano a pieno regime.
Una parte dei fondi e’ servita per acquistare attrezzature necessarie per i reparti di Malattie Infettive e Terapia Intensiva (ecografi, saturimetri, caschi, fonendoscopi, monitor, microscopi, elettrocardiogramma, flussimetri), il resto e’ stato destinato alla ricerca.
“Abbiamo avuto la possibilita’ di migliorare e ottimizzare, in tempi rapidi, l’attuale dotazione strutturale e impiantistica dei reparti ospedalieri al momento maggiormente esposti, consentendoci cosi’ di fronteggiare nel miglior modo l’emergenza. Per dimostrare la nostra riconoscenza dedicheremo alla raccolta #insiemecelafaremo di Banca Mediolanum una nuova ala del Laboratorio di Microbiologia, Virologia e Bioemergenze”, dice Alessandro Visconti, direttore generale dell’ASST Fatebenefratelli Sacco.
“Non posso che manifestare grande orgoglio per il tributo che l’Ospedale Sacco ha deciso di dedicare alla nostra iniziativa. Inoltre, vorrei esprimere il mio ringraziamento per la generosita’ e la sensibilita’ di ciascuno dei donatori che ha voluto fare la sua parte in questo momento in cui la solidarieta’ e il bene comune prevalgono su tutto”, aggiunge Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum.
(ITALPRESS).
Next Post

Coronavirus, riaprono anche i compro-oro: “Subissati da richieste”

ROMA (ITALPRESS) – Con l’inizio della fase 2 riaprono in tutta Italia anche i compro-oro. La quotazione dell’oro, in questi due mesi di stop, e’ passata dai 42 euro al grammo alla cifra record di 51,6 euro. “Da quando abbiamo riaperto – dice David Campomaggiore, CEO del marchio OroEtic – in poche ore siamo […]