Conte “Nella fase 2 visita ai parenti, no spostamento tra regioni”

admin
ROMA (ITALPRESS) – “Avete manifestato tutti, da nord a sud, forza e coraggio. Adesso inizia la fase di convivenza con il virus, la curva del contagio potra’ risalire, questo rischio c’e’ e dobbiamo assumercelo e affrontarlo con metodo e rigore. Sono importanti le distanze di sicurezza, per evitare il rischio che il contagio si diffonda. Serve almeno un metro di distanza, anche nelle relazioni familiari con i parenti”. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vista del prossimo Dpcm in vigore dal 4 maggio che dara’ il via alla “Fase 2”.
“Se tutti insieme non rispetteremo le precauzioni – aggiunge – la curva potra’ risalire, aumenteranno i morti e avremmo danni irreversibili per l’economia. Se ami l’Italia mantieni le distanze”.
“Le misure entraranno in vigore dal 4 maggio e per le successive due settimane fino al 18 maggio – aggiunge – rimangono consentiti gli spostamenti all’interno delle regioni ed a questo aggiungiamo gli spostamenti mirati per fare visita a congiunti, ma nel rispetto delle distanze, con l’adozione delle mascherine e con divieto di assembramento. Non sono consentiti party privati”.
In merito alle attivita’ sportive individuali, potranno essere riprese “rispettando la distanza di due metri, mentre per la semplice attivita’ motoria basta un metro. Sono consentite sessioni di allenamento di atleti professionisti o non professionisti ma riconosciuti di interesse nazionale, sempre nel rispetto del distanziamento sociale, senza assembramento e a porte chiuse”. Per gli esercizi commerciali al dettaglio la riapertura e’ fissata per il 18 maggio. In attesa della riapertura di bar e ristoranti, ma anche centri estetici e parrucchieri, annunciati per l’1 giugno, e’ confermata, a partire dal 4 maggio, la possibilita’ di fare ristorazione con le modalita’ di vendita da asporto oltre che di domicilio.
(ITALPRESS).
Next Post

Coronavirus, Conte “Allenamenti individuali dal 4/5, a squadre dal 18”

ROMA (ITALPRESS) – “Per consentire una graduale ripresa delle attivita’ sportive, saranno consentite dal 4 maggio le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dalle federazioni, ma solo nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, evitando assembramenti. Dunque allenamenti a porte […]