Gallinari “Se Nba ripartira’ avro’ un po’ di paura”

admin
PALERMO (ITALPRESS) – Quarantena a Oklahoma City dove le restrizioni sono minori rispetto alle altre citta’, ma lui, Danilo Gallinari, insieme alla fidanzata la vive “come se fossimo in Italia: usciamo solo per fare la spesa e basta”. In un’intervista rilasciata a “La Stampa”, il “Gallo” torna alla notte dell’11 marzo quando poco prima della sfida tra i suoi Thunder e Utah Jazz la Nba si fermo’. “Da li’ e’ cambiato tutto. E’ stata una situazione strana: ci hanno portato nello spogliatoio senza spiegazioni e ci hanno fatto aspettare un bel po’. Li’ ho capito che c’entrava il virus. Dopo ci hanno spiegato il perche’ dello stop e misurato la febbre. Meno male che Gobert nei due giorni prima della partita, non era mai entrato in palestra. Il rischio del contagio c’e’ stato. Ma la mossa di fermare tutto subito e’ stata perfetta. Noi giocatori non sappiamo ancora dove andremo e che cosa faremo. La Nba non vuole farsi trovare impreparata e sta cercando un paio di citta’ dove creare delle bolle sanitarie e giocare senza tifosi: non so quanto sia fattibile per dinamiche logistiche e temporali. Confesso che in caso di ripartenza avrei un po’ di paura – ammette il Gallo -, ma conosco bene il commissioner Adam Silver e so che prendera’ la decisione giusta. In assoluta sicurezza e senza cedere a eventuali pressioni. Trump spingera’ per la ripartenza? Dico solo che sono sotto elezioni”. Fin qui 2020 da cancellare con le morti di David Stern e Kobe Bryant, poi il coronavirus. “Un anno da dimenticare, anche se si riprendera’ a giocare. Le cose negative non potranno mai essere cancellate in toto da quelle positive”. Sempre pronto per la Nazionale. “Se le gambe mi sostengono io ci sono sempre. Non mi sono mai tirato indietro e giochero’ in azzurro fino a quando il mio corpo me lo permettera’”. In Italia la Fip ha chiuso la stagione. “Il virus e la pandemia sono cose piu’ grosse di tutto il resto. Non ci sono scelte giuste o sbagliate, ma solo subordinate alla salute di tutti. Giusto smettere cosi’ come provare a continuare se lo si puo’ fare in piena sicurezza”.
(ITALPRESS).
Next Post

Scuola, Azzolina “Si allontana riapertura a maggio, voto per tutti”

PALERMO (ITALPRESS) – “Il governo a giorni prendera’ una decisione. Ma con l’attuale situazione sanitaria ogni giorno che passa allontana la possibilita’ di riaprire a maggio. Significherebbe far muovere ogni giorno oltre 8 milioni di studenti”. Cosi’ il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in un’intervista al Corriere della Sera, sottolineando poi […]