Coronavirus, Arcuri “Non siamo fuori dal tunnel, niente sciocchezze”

admin
ROMA (ITALPRESS) – “Rivolgo un appello ancora piu’ accorato del solito ai nostri cittadini, nei prossimi giorni, domani sara’ Pasqua e lunedi’ sara’ Pasquetta, non fate sciocchezze, continuate e se possibile rafforzate il convincimento di seguire le previsioni che vi abbiamo dato. Non uscite, continuate a seguire i comportamenti che avete responsabilmente tenuto fino ad oggi, usate il cervello e il vostro enorme senso di responsabilita’”. Lo ha detto il commissario straordinario per l’emergenza, Domenico Arcuri, in conferenza stampa. “Il virus non e’ stato ancora sconfitto, e’ ancora tra noi anche se siamo sulla buona strada – ha ribadito – ma non siamo alla fine del tunnel, anzi la fine del tunnel e’ ancora lontana. Vi continuo a supplicare, state in casa e state attenti. Metteremo definitivamente alle spalle questa drammatica emergenza solo quando verra’ scoperto un vaccino efficace, fino a quando non sara’ scoperto noi abbiamo un solo antidoto: noi stessi, i nostri comportamenti che devono servire a prevenire e dove non e’ possibile contenere i contagi. Siamo noi che dobbiamo dare una mano a noi stessi”.
Il commissario straordinario ha, inoltre, parlato dell’uscita dalla Fase 1 dell’emergenza e l’inizio di quella che sara’ la Fese 2 che avra’ una serie di allentamenti delle misure restrittive “Non possiamo sbagliare i tempi di uscita dalla Fase 1. Il premier ieri ha spiegato che qualche piccola misura di allentamento e’ stata decisa ma che abbiamo ancora da aspettare qualche tempo per un allentamento piu’ marcato e forte. Se cio’ non accadesse e fosse stato sbagliato il momento di definire una sia pur progressiva uscita – ha spiegato Arcuri – continuiamo a correre il rischio che il contagio si ripresenti con la forza e la massa che siamo riusciti a contenere. Produrrebbe danni ancora piu’ pesanti, tutto accadrebbe tranne la ripartenza”.
(ITALPRESS).
Next Post

Allo Spallanzani scendono a 165 i ricoverati, 23 sono piu’ gravi

ROMA (ITALPRESS) – Sono scesi a 165 i pazienti positivi al Covid e ricoverati all’Istituto di ricerca Spallanzani; di questi, 23 necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono, a questa mattina, 252. Per quanto attiene al focus diagnostico-epidemiologico attivato per […]