Sanremo, serata cover tra Benigni, Ronaldo e Mika

admin
SANREMO (ITALPRESS) – Terza serata del Festival di Sanremo
dedicata alle cover e all’omaggio dei primi settant’anni della
kermesse canora. Si parte senza Fiorello, che si è preso una
serata di riposo. Al suo posto arriva il super ospite Roberto
Benigni e tutto si gioca con il siparietto sul calcio con Georgina Rodriguez e Ronaldo seduto in prima fila in platea. Sono nove anni che Roberto Benigni non sale sul palco dell’Ariston. Arriva con la banda “Canta Sciuscia Sanremi” percorrendo il red carpet sulle note del suo Pinocchio. “È il più bel Sanremo che abbia mai visto”, commenta il comico toscano. L’attore ricorda due dei più grandi artisti italiani: Federico Fellini e Alberto Sordi. Benigni fa il verso a Matteo Salvini, informando che per votare quest’anno si potrà utilizzare anche il citofono”. “Ho voluto fare un regalo al pubblico di Sanremo – dice il premio Oscar – La canzone più bella del mondo, la canzone delle canzoni. Ed è il Cantico dei cantici, che sta nella Bibbia. È una perla, è la prima canzone scritta nella storia”.
A proposito di donne, ecco che sul palco entrano le “magnifiche sette”: Mannoia, Nannini, Giorgia, Pausini, Elisa, Emma, Amoroso, che il 19 settembre saranno all’Arena Campovolo con un concerto per le donne e contro la violenza: Una, nessuna, centomila si chiama l’evento.
Dopo l’intervento di Benigni, seguito a Lewis Capaldi, ritorna la
“gara delle cover”, con gli artisti in gara che propongono una
loro versione nuova di una delle canzoni che hanno fatto la storia del Festival di Sanremo. Tra una canzone e l’altra ecco altri ospiti: le protagoniste della serie tv di Rai 1 L’amica geniale, Mika che rende omaggio a Fabrizio De André con “Amore che vieni amore che vai”, Tiziano Ferro. Anche le vallette di questa terza serata hanno il loro momento: Georgina fa una esibizione di tango e Alketa fa il suo monologo.
(ITALPRESS).
Next Post

Blitz contro la camorra, 24 arresti a Napoli

NAPOLI (ITALPRESS) – I carabinieri del Comando provinciale di Napoli e del Centro operativo della Dia partenopea stanno eseguendo 24 misure cautelari nei confronti di presunti affiliati al gruppo camorristico denominato “abbasc Miano”, costola del clan “Lo Russo”, operante nei quartieri cittadini di Miano, Marianella, Piscinola e Don Guanella. I […]