IL MILAN TRAVOLGE LA SPAL, AI QUARTI DI COPPA ITALIA CON IL TORINO

admin
MILANO (ITALPRESS) – Vittoria, applausi e accesso ai quarti di finale. Un buon Milan batte la Spal per 3-0 nell’ottavo di finale di Coppa Italia grazie alle reti di Piatek, Castillejo e Theo Hernandez. Obiettivo centrato da parte dei rossoneri di Stefano Pioli che a San Siro confermano le ottime sensazioni di Cagliari e si regalano una vittoria che vale il pass ai quarti dove affronteranno il Torino. Senza Ibrahimovic in campo ma con l’inedito tandem Piatek-Rebic nel 4-4-2, il Milan mostra un’ottima organizzazione di squadra e non concede nulla a una Spal aggressiva e propositiva nei minuti iniziali del match anche grazie alla solidità difensiva con l’esordio di Kjaer al fianco di Romagnoli. A sbloccare l’incontro ci pensa Piatek che ritorna al gol vincendo la sfida a tu per tu con Berisha: splendido il filtrante di Bennacer al 20′ per il polacco che scappa sul filo del fuorigioco, si presenta davanti al portiere e realizza il gol dell’1-0. Nel finale di frazione c’è spazio anche per una magia di Castillejo che, servito dallo stesso Piatek, dal limite dell’area calcia col mancino e piazza il pallone sotto l’incrocio dei pali. Nel secondo tempo Berisha si esalta per ben due volte neutralizzando due chiare occasioni da rete per Piatek, al 47′, e per Rebic al 57′. Ma l’estremo difensore della Spal non può nulla al 66′ quando Theo Hernandez dopo una gran cavalcata scarica un sinistro potente e preciso che vale il 3-0 rossonero. Nel recupero da annotare un rigore prima concesso e poi negato da Ghersini alla Spal, grazie all’ausilio del Var, per un tocco di braccio involontario da parte di Paquetà.
(ITALPRESS).
Next Post

POKER ALL’UDINESE, JUVENTUS AI QUARTI DI COPPA ITALIA

TORINO (ITALPRESS) – Sarà la Juventus a giocare il prossimo 22 gennaio il quarto di finale di Coppa Italia contro la vincente di Parma-Roma in programma domani. All’Allianz Stadium di Torino, gli uomini di Maurizio Sarri hanno avuto la meglio sull’Udinese con un netto 4-0. I friulani, che arrivavano da […]