A SCUOLA DI INTERNET, AL VIA DA MARSALA IL RISORGIMENTO DIGITALE DI TIM

admin
MARSALA (TRAPANI) (ITALPRESS) – Ha preso il via da Marsala l’iniziativa “Operazione Risorgimento Digitale”, il progetto di Tim che ha l’obiettivo di dare a tutti la possibilità di diventare ‘cittadini di internet’ e accelerare così il processo di digitalizzazione nel Paese. Una scuola mobile digitale toccherà 107 province italiane e coinvolgerà oltre 400 formatori che svilupperanno un programma di 20 mila ore di lezione.
“Lo abbiamo chiamato risorgimento digitale perché crediamo che sia veramente un risorgimento – ha detto Salvatore Rossi, presidente di Tim – La società italiana ha poche conoscenze digitali. Questo fatto minaccia il futuro del Paese. Bisogna che l’Italia risorga da un punto di vista delle conoscenze, digitali in particolare. L’impegno di Tim è un impegno di sistema nell’interesse di tutta la nazione, vogliamo convincere anche i riottosi a usare Internet”.
Saranno coinvolti nel progetto i comuni medio-piccoli d’Italia, dove – grazie a una serie di lezioni in piazza – i cittadini potranno scoprire internet e le sue potenzialità in 10 brevi sessioni formative di circa un’ora.
“Vogliamo convincere le persone che è importante sapere come si usa un computer. Non vogliamo raccontare la storia di internet, piuttosto come si fa a utilizzare internet e accedere ai servizi digitali per le cose di tutti i giorni”, ha sottolineato Carlo Nardello, Responsabile strategia Tim.
Grazie all’iniziativa sarà possibile imparare a navigare in rete, comunicare e usufruire dei servizi di cittadinanza digitale, come per esempio mandare una Pec, cambiare il medico di base.
Il programma di formazione della Tim Academy coinvolgerà associazioni, centri di aggregazione, polisportive e centri anziani.
(ITALPRESS).
Next Post

MESSAGGIO DI MANCINI A BALOTELLI “IN AZZURRO SOLO SE LO MERITERÀ”

FIRENZE (ITALPRESS) – Porte aperte a Mario Balotelli, ma solo se meriterà la Nazionale. Questo il pensiero del commissario tecnico Roberto Mancini sul ritorno dell’attaccante del Brescia in maglia azzurra, idea ipotizzata dal presidente della Figc Gabriele Gravina dopo il brutto episodio accaduto una settimana fa durante Verona-Brescia, con i […]