IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI È LEGGE

admin

ROMA (ITALPRESS) – L’Aula della Camera ha dato il via libera definitivo al taglio di 315 parlamentari. Il ddl costituzionale è stato approvato con 553 sì, 14 no e 2 astenuti. Si trattava del quarto e definitivo passaggio parlamentare.

Da oggi l’Italia, tra i grandi Paesi europei, è quello con la rappresentanza parlamentare più bassa in proporzione al numero dei suoi abitanti. Alla Camera si passa da 600 e 400 deputati mentre al Senato da 315 a 200, con un risparmio stimato, secondo il M5S, di 100 milioni l’anno, 500 a legislatura. Cifra ridimensionata dall’Osservatorio dei Conti Pubblici, secondo il quale secondo il quale il risparmio annuo si attesterebbe a 57 milioni l’anno e 285 per legislatura. I numeri certi si hanno nel rapporto tra cittadini ed eletti, con la riforma ci sarà un eletto ogni 151 mila abitanti alla Camera e un senatore ogni 302 mila. In Francia, Regno Unito e Germania il rapporto è un eletto ogni 100-110 mila abitanti.

I tagli non risparmieranno gli eletti all’estero: otto per la Camera, dai dodici attuali, e quattro per il Senato, dai sei attuali. Entro tre mesi ci sarà la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e potrebbe essere presentata, da un quinto dei membri di una delle due Camere, da 500 mila elettori o da cinque consiglieri regionali, la richiesta di un referendum confermativo.

(ITALPRESS).

Next Post

DI MAIO "IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI UNA VITTORIA DEL POPOLO"

ROMA (ITALPRESS) – “E’ un fatto storico, una grandissima vittoria del popolo, dei cittadini italiani visto che in Parlamento passiamo da 945 parlamentari a 600 parlamentari e lo facciamo con una riforma storica che ricorderanno tutti, i nostri figli e i nostri riposti. È emozionante e importantissimo”. Lo ha detto […]